20 top brand di abbigliamento del Giappone

Indice

Tempo di lettura: 32 minuti

Top brand del Giappone.

20 top brand di abbigliamento del Giappone

Il Giappone è noto per la sua ricca e variegata scena della moda, con molti marchi di abbigliamento influenti che hanno ottenuto il riconoscimento internazionale. Se siete interessati al Giappone, probabilmente siete curiosi di scoprire qualcosa anche sulla moda e sui marchi più famosi che fanno tendenza nel paese del Sol Levante. In questo articolo parleremo di 20 top brand di abbigliamento del Giappone.

Se avrete il piacere di visitare il Giappone, dovete essere pronti e sapere dove andare a parare se volete fare gli acquisti migliori in fatto di moda.

Solo dieci anni fa, il regno dell’abbigliamento maschile giapponese era un tesoro nascosto. Oggi è un fenomeno globale.

Infatti, colossi come COMME des GARÇONS, A Bathing Ape e UNDERCOVER dominano la scena della moda da anni. Tuttavia, è solo di recente che la comunità internazionale ha iniziato a scoprire la ricca gamma di marchi di abbigliamento giapponesi che hanno plasmato in modo innovativo le tendenze della moda e prodotto prodotti eccezionali e di alto livello lontano dai riflettori tradizionali.

elina sindoni marzia parmigiani v sign gundam factory wearing tanuki brand milano t shirt in front of gundam factory yokohama traveltherapists il mio viaggio in giappone

20+ top brand Giappone

In questo articolo, parleremo di 20 top brand di abbigliamento del Giappone e vi daremo un’infarinatura sui migliori marchi, dall’alta moda allo streetwear, dalla fast fashion alle scarpe.

Prima di continuare, per essere sempre informati sugli aggiornamenti in merito a curiosità sul Giappone, cultura giapponese, migliori hotel di Tokyo dove dormire a Tokyo e consigli sull’organizzazione dei viaggi in Giappone, consigliamo di visitare e seguire la nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio In Giappone”.

A proposito se stai organizzando il tuo viaggio in Giappone (o in qualsiasi altro paese del mondo) e desideri avere un codice sconto assicurazione di viaggio, ti consigliamo Heymondo che ti regala il 10% di riduzione sul prezzo, solo per essere lettore di Traveltherapists!

E se sogni non solo la moda giapponese, ma anche di approfondire la conoscenza della lingua nipponica puoi iniziare il tuo viaggio nella lingua e nella cultura giapponese oggi stesso con il CODICE SCONTO DEDICATO.

Scopri la magia del Giappone dal comfort di casa tua con il miglior corso di giapponese totalmente online sul sito https://www.giapponeseonline.com/

⚠️IL NOSTRO CODICE: ILMIOVIAGGIO-TUONOME⚠️

Per te, lettore di Traveltherapists e Il Mio Viaggio In Giappone, una speciale offerta: 3 MESI GRATUITI IN PIU’ dopo l’anno di corso al costo di soli 130,00 euro.

Il Logo del progetto Il mio viaggio in Giappone. Nel logo sono presenti Elina e Marzia di Traveltherapists in versione cartoon

A chi ama i brand europei, in particolar modo Desigual, segnaliamo la collaborazione fra questo brand e la stilista spagnola Maria Escoté con la creazione di alcuni capi davveri kawaii. Un esempio è la coloratissima felpa limited edition che è andata sold out in pochissimo tempo!
marzia parmigiani per maria escote desigual felpa kawaii

Marzia Parmigiani con la felpa limited edition Maria Escoté per Desigual

Questa felpa è stata indossata anche dalla talentosa cantante belga Angèle speciale di Netflix a lei dedicato.
Date un’occhiata al Maria Escoté shop online per altre chicche limited edition!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Angèle (@angele_vl)

E poi vorremmo consigliare anche Tanuki: brand di abbigliamento streetwear ispirato alla cultura giapponese emergente ed italiano che trovate sia in Tanuki shop online che nei negozi fisici Treesse.
marzia parmigiani x tanuki milano brand streetwear traveltherapists alla stazione di ueno a tokyo il mio viaggio in giappone

Marzia Parmigiani x Tanuki brand Milano a Ueno, Tokyo

Detto questo, torniamo ai nostri brand giapponesi! Ecco a voi 20 top brand di abbigliamento del Giappone!
elina sindoni x tanuki brand milano che attraversa strisce pedonali alla jr ueno station streetwear traveltherapists tokyo il mio viaggio in giappone

Elina Sindoni x Tanuki brand Milano alla stazione JR di Ueno, Tokyo

Top brand del Giappone: i marchi d’alta moda

1) COMME des GARÇONS

Certamente, nessuna panoramica delle tendenze della moda giapponese sarebbe completa senza evidenziare COMME des GARÇONS. Fondata nel 1969 da Rei Kawakubo, questa etichetta iconica ha guadagnato slancio in Giappone negli anni ’70 e ha fatto il suo debutto a Parigi nel 1981. Inizialmente, il lavoro di Kawakubo è stato etichettato come “ragged chic” dalla critica, ma il suo spirito pionieristico nel design della moda continua a suscitare entrambi consensi e critiche da vari angoli del mondo della moda.

Tale riconoscimento è meritato, poiché COMME des GARÇONS è un faro della moda d’avanguardia. La filosofia del marchio è quella di sfidare le norme convenzionali, una missione chiaramente dimostrata nella rivoluzionaria collaborazione di Kawakubo con Louis Vuitton, che presentava una borsa tote con grandi ritagli, sfidando lo scopo stesso di una borsa per trasportare oggetti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Comme des Garçons (@commedesgarcons)

I contributi di COMME des GARÇONS spaziano dall’abbigliamento che altera ed esagera la silhouette umana, alle fragranze che evocano il profumo della gomma bruciata, al Dover Street Market, un concetto di vendita al dettaglio rivoluzionario iniziato a Londra e successivamente espanso a Ginza e New York. Questo approccio reinventa l’esperienza di acquisto, sottolineando l’impegno del marchio nello sfidare lo status quo.

Con collezioni esclusive come CdG Homme e CdG Shirt, e linee più accessibili come CdG Wallet e il caratteristico CdG Play con il suo riconoscibile emblema a forma di cuore, COMME des GARÇONS offre una gamma diversificata di prodotti che si rivolgono a un vasto pubblico, creando un precedente che pochi altri marchi possono eguagliare o addirittura aspirare a farlo.

COMME des GARÇONS è un marchio di moda noto per i suoi modelli avanguardistici e non convenzionali. Si spinge oltre i confini della moda tradizionale e sperimenta l’asimmetria, la decostruzione e i modelli audaci.
Il suo approccio all’avanguardia, ha ispirato l’arte di molti famosi stilisti in tutto il mondo.
COMME des GARÇONS include diversi altri brand dedicati con un gran numero di articoli per il genere maschile.
comme des garcons logo il mio viaggio in giappone traveltherapists Top brand del Giappone
 

2) Top brand del Giappone: Hanae Mori

Hanae Mori è un marchio di abbigliamento di lusso nato da un unico negozio fondato nella patinata Ginza (Tokyo) nel 1954 dall’omonimo designer. Questo brand offre una vasta gamma di articoli, dagli abiti e gli ombrelli alle coperte, con disegni belli ed eleganti e tanti altri articoli da uomo.
Inoltre, Hanae Mori ha anche una linea di design per la casa. E’ il marchio adatto a chi cerca un abbigliamento formale, ma essenziale.

3) Issey Miyake

Il famoso marchio di moda giapponese Issey Miyake, è stato fondato dallo stesso Issey Miyake nel 1970.
La sua visione del mondo è realizzare abiti semplici, ma in modo creativo.
La linea Issey Miyake Men, rende gli abiti funzionali ma anche comodi. Unisce l’avanguardia tecnologica con la tradizione e il design. Issey Miyake: Issey Miyake è un leggendario marchio di moda giapponese noto per il suo approccio innovativo al design e ai tessuti. Combina l’estetica tradizionale giapponese con la tecnologia moderna per creare capi di abbigliamento unici. Miyake è particolarmente famoso per i suoi capi plissettati e i suoi motivi geometrici.

Simile ai suoi colleghi, come Rei Kawakubo e Yohji Yamamoto, Issey Miyake si distingue come innovatore nel settore della moda. Mentre Kawakubo portava in primo piano concetti d’avanguardia e Yamamoto fondeva tradizione e innovazione, Issey Miyake introduceva il dinamico duo di tecnologia e artigianato nel regno della moda.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ISSEY MIYAKE (@isseymiyakeofficial)


Miyake è rinomato per le sue creazioni plissettate progettate per mantenere la loro forma attraverso innumerevoli lavaggi e per la sua caratteristica borsa a prisma, ornata con pannelli geometrici che si muovono e si spostano come pixel su uno schermo digitale. Questa coerenza nel lavoro di Miyake sottolinea una profonda comprensione del design della moda non solo come forma d’arte ma come l’arte di creare pezzi funzionali e che migliorano la vita.

Questo approccio visionario probabilmente ha affascinato Steve Jobs, rendendo l’etichetta di Miyake una scelta privilegiata per il magnate della tecnologia. Miyake ha anche realizzato numerosi dolcevita neri per Jobs, che sono diventati parte integrante dell’immagine iconica del CEO di Apple.

issey miyake logo il mio viaggio in giappone traveltherapists

4) Top brand del Giappone: Kansai Yamamoto

Kansai Yamamoto è noto per i suoi audaci design d’avanguardia adorati dalle giovani generazioni.
Questo brand ha collaborato con il musicista David Bowie, cosa senza precedenti all’epoca.

5) Yohji Yamamoto

Yohji Yamamoto, insieme a Rei Kawakubo, è una figura fondamentale nella moda giapponese del XX secolo. Il suo marchio è l’emblema della fusione dell’estetica tradizionale giapponese con punti di vista moderni, offrendo costantemente design mozzafiato nel corso dei suoi 35 anni di viaggio.

L’influenza di Yamamoto si estende oltre la sua etichetta omonima, rimodellando il panorama della moda con le sue silhouette estese, cavallo abbassato, design asimmetrici e drappeggi a strati. Nonostante queste innovazioni, il fermo impegno di Yamamoto nei confronti del colore nero, una tonalità che secondo lui promuove il reciproco non disturbo, rimane la sua firma.

Collaborando con adidas Originals, Yamamoto ha anche svolto un ruolo fondamentale nel successo della linea Y-3, ambito della ricercatissima sneaker Qasa. Questo risultato è notevole in un mercato in cui anche case stimate come Chanel, Louboutin e Balenciaga competono per lo status iconico di una semplice Air Jordan. Ciò sottolinea la duratura maestria artigianale e il fascino senza tempo di Yohji Yamamoto.

Top brand del Giappone: lo streetwear 

Hoodie, t-shirt, sneakers e berretti, sono la base della moda streetwear.
Con la crescente popolarità dello street style in Giappone, i brand di streetwear giapponesi sono diventati i marchi di moda più diffusi.
Troverete marchi che offrono streetwear a prezzi accessibili e brand davvero costosi, ma meravigliosi!

1) A Bathing Ape (BAPE)

BAPE è un marchio di abbigliamento streetwear che ha guadagnato popolarità negli anni ’90. Conosciuto per i suoi caratteristici motivi mimetici, BAPE offre un’ampia gamma di capi di abbigliamento e accessori, tra cui felpe con cappuccio, T-shirt, scarpe da ginnastica e accessori impreziositi dall’iconico logo della scimmia.

Immerso nell’ambiente della moda di Tokyo negli anni ’80 e ’90 come redattore e stilista per la rivista Popeye e co-aprendo una boutique con Jun Takahashi di Undercover, Nigo ha fondato A Bathing Ape (BAPE) nel 1993 insieme al suo amico e partner creativo, SK8THING. .

Il marchio ha rapidamente trovato la sua posizione nella scena underground Harajuku di Tokyo prima di raggiungere la fama mondiale tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni ’00, notevolmente potenziato dalle sponsorizzazioni di The Notorious B.I.G., Pharrell (che ha sviluppato una stretta amicizia e un rapporto di collaborazione con NIGO) e Kanye West. Per non parlare del fatto che la sua menzione da parte di Soulja Boy nella canzone di successo “Crank Dat” (2007) ha contribuito a consolidare il suo status culturale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da A BATHING APE® OFFICIAL (@bape_japan)


Dopo aver lasciato BAPE, Nigo si è avventurato in nuovi progetti, fondando marchi come Billionaire Boys Club (con Pharrell) e Human Made, e assumendo il ruolo di direttore creativo presso KENZO.

Sotto la guida del colosso della moda e degli investimenti I.T. con sede a Hong Kong, BAPE ha mantenuto la sua posizione di pioniere dello streetwear di fascia alta, collaborando continuamente con Highsnobiety per capsule collection esclusive.

marzia parmigiani x bape a ginza top brand giappone traveltherapists

Marzia a Ginza con t shirt BAPE

Uno dei nostri brand preferiti con tutta l’atmosfera di Harajuku uno dei centri delle nuove tendenze a Tokyo. A BATHING APE è un marchio di abbigliamento noto per i suoi design iconici e unici. Il marchio realizza capi per uomo, donna e bambino.
A BATHING APE è anche noto per le sue collaborazioni con artisti famosi e marchi globali.

a bathing ape logo il mio viaggio in giappone traveltherapists Top brand del Giappone

2) Top brand del Giappone: FULL-BK

FULL-BK vi riporterà agli anni Novanta con una nuova sferzata. Questo brand pone l’accento sui tessuti, la praticità e l’alta qualità.

FULL-BK è un brand di abbigliamento di lusso che offre uno street style sofisticato.

3) Wego

Wego è un mix fra lo street style di Harajuku e l’abbigliamento usato.
Il brand è super raccomandato, dati i prezzi convenienti. Wego ha una buona offerta di magliette, quindi siamo sicure che ne comprerete almeno una!
Negozio di Wego a Osaka, aprile 2024

Negozio di Wego a Osaka, aprile 2024

4) Top brand del Giappone: Applebum

APPLEBUM è un marchio di streetwear da uomo nato nel 2005, principalmente per t-shirt.
Trova le sue radici nella cultura hip hop americana e propone un look da strada più elegante per gli adulti.

5) Sacai

Sacai, fondata nel 1999 a Tokyo da Chitose Abe, ex dipendente degli stimati marchi giapponesi Junya Watanabe e COMME des GARÇONS, è stata fondata sul principio di smantellare le norme della moda. Il tutoring di Abe sotto la guida di luminari della moda le ha aperto la strada per fondere la moda maschile e femminile in collezioni che oscillano senza sforzo tra abbigliamento formale e informale.

Sacai gode di una reputazione prestigiosa sia nell’haute couture che nello streetwear, uno status raggiunto grazie al posizionamento strategico del marchio di Abe. Le linee principali del marchio abbracciano design neutrali rispetto al genere con dettagli sfumati per una maggiore distinzione, mentre i suoi sforzi di collaborazione spesso si orientano verso l’estetica streetwear.

Vetrine di Sacai a Osaka, aprile 2024

Vetrina di Sacai a Osaka, aprile 2024

Sacai ha ottenuto notevoli riconoscimenti per la sua collaborazione con Nike, in particolare per la sneaker LD Waffle, posizionando il marchio per un futuro luminoso. In un’era in cui lusso e streetwear si intrecciano sempre più, Sacai è ben posizionata per affascinare il pubblico in tutto lo spettro della moda. Il marchio incorpora elementi inaspettati, come tagli asimmetrici e disegni ibridi, dando vita a capi unici e all’avanguardia. Il brand crea un nuovo standard di eleganza e se volete un tocco spigoloso al vostro street style, questo marchio fa per voi!

sacai logo il mio viaggio in giappone traveltherapists Top brand del Giappone

Top brand del Giappone: la fast fashion in Giappone

I marchi di fast fashion in Giappone stanno ora concentrando maggiormente l’attenzione sulla qualità, rimanendo al passo con le ultime tendenze. Che abbiate o meno familiarità con gli ultimi trend, sicuramente troverete qualcosa di eccezionale in questi negozi che propongono sia look classici che all’ultima moda a prezzi davvero convenienti!
L’unico problema, potrebbe essere di taglia (se siete un po’ abbondanti, potreste fare fatica perché le taglie giapponesi vestono meno delle nostre).

1) BEAMS

Fondato nel 1976, BEAMS è un brand di moda maschile che segue il concetto di basico ma effervescente, nella sua ricerca di un comodo abbigliamento quotidiano.

Sebbene sia un marchio originale, BEAMS propone anche un’ampia selezione di prodotti di altre marche.Fondata nel 1976 da Etsuzo Shitara e Osamu Shigematsu, Beams è nata come boutique lifestyle completa a Tokyo, offrendo un mix di articoli per interni, mobili, abbigliamento e calzature. Nel corso degli anni, Beams ha affinato il suo approccio ampio, espandendosi a livello internazionale con l’apertura di un negozio a Hong Kong nel 2005.

Nel 1999, Beams ha introdotto Beams Plus, la sua divisione di abbigliamento maschile che da allora ha eclissato le altre linee in termini di presenza internazionale. Il marchio è celebrato per le sue collezioni che traggono ispirazione dall’abbigliamento da lavoro, enfatizzando l’estetica classica e l’uso di materiali di alta qualità.

Attraverso una serie di ambite partnership con marchi come Clarks, Arc’teryx, Timex, Levi’s e altri, Beams ha consolidato il suo status di esportazione di moda significativa e influente dal Giappone nell’era moderna.

beams logo il mio viaggio in giappone traveltherapists Top brand del Giappone

2) Top brand del Giappone: GU

Se volete stare al passo con le ultime tendenze in Giappone mantenendo un budget limitato, GU fa per voi (si pronuncia gi-yu).
Inaugurato nel 2006, GU offre stili di base con il concetto che “la moda dovrebbe essere indossata liberamente”.
Nei negozi di GU, potete fare shopping sfrenato per un restyling completo con un piccolo budget!
gu logo il mio viaggio in giappone traveltherapists

3) Nano universe

Nano universe nasce dal concetto di esprimere una visione unica del mondo.
Si basa su stili stravaganti e si concentra sulla praticità.
Se siete alla ricerca di un look semplice ma elegante, questo brand fa per voi.

 4) Top brand del Giappone: United Arrows

Come BEAMS, United Arrows è un brand di moda che propone anche collezioni di altri marchi.
La selezione di United Arrows fonde le culture e le tradizioni del Giappone e dell’Occidente.

5) Uniqlo

Fondato originariamente negli anni ’80 come “Unique Clothing Warehouse”, un errore materiale ha portato alla registrazione del marchio come Uni-qlo. Uniqlo si distingue dalle altre realtà della moda mainstream per il suo approccio equilibrato al design, offrendo un mix di elementi essenziali semplici e senza tempo insieme a pezzi giocosi e imprevedibili.
Negli ultimi anni, Uniqlo è diventata nota per le sue numerose collaborazioni con artisti famosi, personaggi di anime e altri marchi di moda, soprattutto nelle sue originali collezioni di magliette grafiche.Uniqlo è un marchio di fama mondiale che offre abbigliamento funzionale e conveniente. Conosciuto per il suo design minimalista, Uniqlo si concentra sulla creazione di capi essenziali come T-shirt, jeans e abbigliamento esterno utilizzando materiali di alta qualità.

Negli ultimi tempi, Uniqlo si è integrato perfettamente nei paesaggi urbani e negli spazi commerciali di molte città importanti in America ed Europa. Questa ubiquità rende facile trascurare l’ingresso dirompente del gigante giapponese del fast fashion nei mercati occidentali non molto tempo fa.

La loro gamma comprende capispalla e pantaloni minimalisti privi di abbellimenti non necessari: non pensare a tasche in eccesso, cerniere estranee o ornamenti eccentrici. Al contrario, la collezione di magliette UT (attualmente curata da NIGO®) delizia con un abbigliamento allegro e quotidiano caratterizzato da design accattivanti di artisti rinomati come Keith Haring, Andy Warhol, Jean-Michel Basquiat, Disney, KAWS e altri.

Ad aumentare il loro fascino c’è l’elevato standard di qualità che i principali marchi di moda giapponesi, tra cui Uniqlo, si impegnano a mantenere per soddisfare le aspettative dei loro esigenti clienti locali. Questo impegno si traduce in un marchio accessibile che offre capi di guardaroba essenziali e ben fatti ad un buon rapporto qualità-prezzo (una nota interessante: i loro chino, chambray e camicie Oxford condividono una vestibilità simile con le offerte di Supreme, presentando un’alternativa conveniente per il budget -cosciente).

uniqlo logo il mio viaggio in giappone traveltherapists
 

Top brand del Giappone: i marchi migliori di scarpe giapponesi

Avete mai pensato di comprare scarpe giapponesi?
I marchi di scarpe made in Japan sono noti per la loro affidabilità nel fornire comfort in modo elegante.
Vi proponiamo brand che offrono una grande varietà di stili, dalle sneakers alle scarpe più eleganti.

1) Asahi Shoes

Fondata nel 1892, Asahi Shoes è un brand consolidato che valorizza salute, comfort e fiducia.
Il marchio propone scarpe che si adattano a qualsiasi occasione senza sacrificare il comfort.

2) Top brand del Giappone: ASICS

Fondata nel 1949 da Kihachiro Onitsuka, ASICS si è evoluta in una figura di spicco nel settore dell’abbigliamento sportivo, particolarmente nota per la sua vasta gamma di scarpe sportive.
Inizialmente, ha prodotto scarpe da basket e in seguito si è sviluppato in un grande produttore con diverse linee.

ASICS ha preso d’assalto il mercato consumer con i suoi standard di comfort alla moda.Il nome del marchio, ASICS, deriva dal detto latino: “anima sana in corpore sano”, che si traduce in “una mente sana in un corpo sano”, evidenziando le origini atletiche del marchio. Le scarpe da corsa dell’azienda sono un punto di forza e guadagnano costantemente posti tra le migliori scelte di scarpe da corsa ogni anno.

Nel periodo recente, ASICS si è avventurata oltre l’abbigliamento puramente sportivo introducendo modelli come 360 Quantum e Gel Lyte 3. Questi modelli sono serviti come piattaforme per numerose importanti collaborazioni con designer come Ronnie Fieg, Afew, Atmos e altri. Poiché le preferenze si orientano sempre più verso calzature pratiche, da corsa e da trekking, ASICS è ben posizionata per conquistare quote di mercato significative sia nei segmenti delle prestazioni tecniche che in quelli dello stile di vita nel prossimo futuro.

asics logo il mio viaggio in giappone traveltherapists

3) Moonstar

Moonstar ha una storia antica, a cominciare dalle sue origini come produttore di sandali “tabi” tradizionale giapponese fondato nel 1873.
Il brand è noto per il suo design confortevole e la qualità, motivo per cui si rivolge anche ai bambini delle scuole elementari realizzando le loro scarpe da scuola indoor.
Moonstar crea tutte le calzature a Kurume –  sull’isola giapponese di Fukuoka.
moonstar logo il mio viaggio in giappone traveltherapists Top brand del Giappone

4) Top brand del Giappone: Pansy

Pansy offre un’esperienza di scarpe comode per uomini e donne e ha un’ampia gamma di scarpe per piedi più larghi e le loro scarpe sono super leggere.
Il brand ha una collezione per offrire comfort anche al lavoro.
Le loro scarpe daranno sollievo assicurato ai vostri piedi.

5) Spingle Move

Spingle Move nasce nel 2002 a Hiroshima, una città di artigiani.
Le loro sneakers di alta qualità sono prodotte al 100% in Giappone.
Spingle Move ha attirato molta attenzione anche dagli acquirenti d’oltremare per la loro qualità e tecnologia e per questo sono arrivate alle settimane della moda di  Parigi e Milano.

Tutte le loro scarpe sono realizzate a mano da artigiani.

Speriamo di aver soddisfatto parte della vostra curiosità sulla moda giapponese!

spingle move logo il mio viaggio in giappone traveltherapists Top brand del Giappone

Bonus: Mizuno

Fondato nel 1906 da Rihachi Mizuno in seguito alla sua ritrovata passione per il baseball durante una visita negli Stati Uniti, Mizuno inizialmente si concentrò sull’attrezzatura da baseball ma si è evoluto in un marchio leader nel regno dell’abbigliamento sportivo. Questa evoluzione comprende la creazione di attrezzature avanzate per una varietà di sport, tra cui sci, pallamano, tennis e altro ancora.

Con innovazioni rivoluzionarie come la tecnologia Wave e Enerzy Foam, Mizuno continua a essere la scelta preferita. Tuttavia, il marchio si è anche avventurato in segmenti lifestyle e ha stretto partnership significative con artisti e marchi, tra cui Footpatrol, Hajime Sorayama, etc. L’introduzione della linea Sportstyle nel 2018 ha segnato un cambiamento strategico verso la fusione di tecnologia all’avanguardia con calzature quotidiane e alla moda, attirando una nuova ondata di appassionati di sneaker.

Altri top brand del Giappone

Wtaps

Wtaps è un marchio giapponese di streetwear che fonde influenze militari e skateboard. Offre una gamma di abbigliamento casual, tra cui T-shirt grafiche, capispalla e accessori, con un’attenzione particolare alla qualità costruttiva e alla cura dei dettagli.

Visvim

Visvim è un marchio di abbigliamento di fascia alta fondato da Hiroki Nakamura. Fonde l’artigianato tradizionale giapponese con influenze vintage americane e workwear. Visvim è noto per la sua attenzione ai dettagli, l’uso di materiali pregiati e l’incorporazione di tecniche di tintura naturale. Uno dei marchi di moda giapponesi moderni più celebri, è stato lanciato nel 2000 da Hiroki Nakamura dopo aver lasciato il suo ruolo di designer presso Burton Snowboards. L’ispirazione di Nakamura è stata tratta sia dagli aspetti tecnici del suo lavoro precedente che dalle arti tradizionali delle varie culture che ha incontrato durante i suoi viaggi intorno al mondo. Ha fondato Cubism Inc., con il suo “Free International Laboratory” (F.I.L.), con l’obiettivo di fondere metodi naturali e antichi con intuizioni contemporanee innovative per ottenere la rappresentazione definitiva dell’abbigliamento classico.

Utilizzando coloranti derivati dall’indaco, dal fango e dalla cocciniglia, queste sostanze vengono applicate a sofisticate miscele di lino, canapa, seta e angora, che vengono poi migliorate con tecnologie moderne come Gore-Tex. Questo approccio cerca di armonizzare l’efficacia della produzione contemporanea con il fascino duraturo delle pratiche antiche.

L’innovazione più acclamata di Nakamura è la reinvenzione del mocassino dei nativi americani, noto come FBT. Questo capolavoro di calzature combina la lavorazione artigianale della pelle naturale e gli elaborati accenti di nappe con una robusta suola Vibram®, rendendolo uno dei modelli di scarpe più ricercati del 21° secolo.

Neighborhood

Neighborhood è un marchio giapponese di streetwear che trae ispirazione dall’estetica della motocicletta e della controcultura. Conosciuto per i suoi modelli taglienti e ribelli, il marchio offre una gamma di capi di abbigliamento, accessori e collaborazioni con altri marchi di streetwear. Lanciato nel 1994 da Shinsuke Takizawa, comunemente noto come Shin, NEIGHBORHOOD (o NBHD) rappresenta una forza pionieristica nella moda di strada giapponese. Emerso dal movimento streetwear Harajuku dei primi anni ’90 a Tokyo, NEIGHBORHOOD è stato al centro di un collettivo che ha innescato l’esplosione della moda di strada giapponese, insieme ad etichette come BAPE, UNDERCOVER, WTAPS, Hysteric Glamour e GOODENOUGH.

NEIGHBORHOOD è intriso dell’intensa affinità di Takizawa con la storica sottocultura motociclistica, creando capi di abbigliamento classici di ispirazione americana come giacche di pelle, camicie, felpe, flanelle e cappelli, il tutto con un’influenza unica da motociclista fuorilegge.

Sebbene le linee recenti si siano ampliate per includere stili di abbigliamento da lavoro industriale, militare, preppy, dei nativi americani e dell’inizio del XX secolo, il marchio rimane rinomato per il suo denim con cimosa premium. Questi denim aderiscono a rigorosi metodi tradizionali e si distinguono per i loro lavaggi elaborati e invecchiati naturalmente, dalle classiche sfumature indaco alla famosa serie “Savage”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da NEIGHBORHOOD®︎ (@neighborhood_official)

Undercover

Fondato da Jun Takahashi, Undercover è un marchio noto per i suoi modelli di ispirazione punk e l’estetica dark. Combina elementi di streetwear, alta moda e influenze sub-culturali per creare capi di abbigliamento spesso provocatori e che fanno riflettere.

Negozio di Jun Takahashi, Osaka 2024

Negozio di Jun Takahashi, Osaka, aprile 2024

UNDERCOVER di Jun Takahashi è un pilastro fondamentale della moda di strada giapponese. Nel corso di quasi tre decenni, l’estro visivo unico di Takahashi ha plasmato in modo significativo la traiettoria della moda moderna, trasformando le prime creazioni UNDERCOVER in tesori molto apprezzati dai collezionisti. L’etica di questo marchio di abbigliamento giapponese è racchiusa nel suo principio guida. UNDERCOVER sostiene uno spirito di disturbo, inversione e sfida, fondendo elementi della cultura pop con influenze punk, bondage, goth e postmoderne per forgiare l’identità streetwear “punk” definitiva.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da UNDERCOVER (@undercover_lab)

Top brand di abbigliamento del Giappone 2024

Nel mondo della moda in continua evoluzione, i marchi giapponesi continuano a distinguersi per il loro design innovativo, la qualità artigianale e la fusione unica tra estetica tradizionale e sensibilità moderna. Nel 2024, una selezione dei migliori marchi di abbigliamento giapponesi sta guidando la scena, offrendo una gamma di stili che soddisfano un’ampia gamma di gusti, dall’avanguardia al minimalista e tutto il resto. Questi marchi non solo definiscono le tendenze attuali, ma stanno anche plasmando il futuro della moda con il loro impegno per la sostenibilità, la funzionalità e l’espressione artistica. Scopriamo alcuni ulteriori top brand di abbigliamento del Giappone 2024, evidenziando le ultime collezioni, filosofie di design e caratteristiche distintive.

Top brand del Giappone 2024: Medicom Toy

Giunto al suo viaggio ventennale, Medicom Toy è diventato una parte fondamentale della scena giapponese della moda e dello streetwear, nonostante l’inaspettata miscela di giocattoli e abbigliamento sembri strana in teoria.

In un mondo trasformato dai progressi digitali, il Giappone mantiene una preferenza per le interazioni tangibili: le transazioni in contanti sono preferite al credito, segnalando un’avversione culturale al debito; i supporti fisici come vinili, CD e persino cassette continuano a prosperare; e la visibilità delle sottoculture e dei gruppi della moda è fondamentale, sottolineando l’importanza della presenza fisica nella cultura della moda giapponese. Questi aspetti sottolineano il fascino di Medicom Toy. L’azienda è celebrata per le sue figure realistiche di personaggi della cultura come Andy Warhol e i Sex Pistols, insieme alle rappresentazioni di icone della cultura di strada come Pointman di Futura2000, Companion di KAWS e Baby Milo di A Bathing Ape, consolidando il suo status di curatore di oggetti tangibili simboli culturali.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MEDICOM TOY (@medicom_toy)

La serie Bearbrick spicca tra le sue offerte, caratterizzata da una statuetta di orso unica decorata con una varietà di disegni e motivi che rendono omaggio a fenomeni culturali che vanno dai Grateful Dead a Star Wars e Daft Punk, rendendola la scelta ideale per gli appassionati di streetwear alla ricerca di idee nell’arredamento di casa.

medicom toy traveltherapists top brand giappone

WTAPS

Tetsu Nishiyama, noto anche come TET, è stato mentore di Shin all’inizio degli anni ’90 quando ha lanciato FPAR, una linea di magliette che traeva ispirazione dall’etica fai-da-te e dalle tendenze anarchiche del movimento punk. Nel 1996 ha introdotto il WTAPS, pronunciato “double-taps”, nome derivato da un gergo militare che si riferisce all’atto di sparare due colpi in rapida successione allo stesso obiettivo.

WTAPS incarna una miscela unica di autentica estetica militare con elementi di moda urbana e punti di vista moderni, affermandosi come l’apice della moda di strada giapponese. Paragonabile a Supreme in termini di popolarità e di frenetica attesa che circonda le sue nuove uscite in Giappone, WTAPS vede la sua merce volare via dagli scaffali altrettanto rapidamente.

I loro pantaloni cargo Jungle Stock e le giacche M-65 sono iconici nel dominio dello streetwear quanto le felpe con cappuccio con logo a scatola di Supreme e i motivi mimetici di BAPE, diventando articoli di base per gli appassionati che hanno la fortuna di acquisirli.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da WTAPS (@wtaps_tokyo)

Top brand del Giappone 2024: Junya Watanabe

Considerato una delle figure più eminenti della moda maschile contemporanea a livello globale, Junya Watanabe è celebrato per il suo approccio innovativo dopo aver perfezionato la sua arte sotto Rei Kawakubo presso Comme des Garçons, fondando infine il proprio marchio sotto l’egida CdG all’inizio degli anni ’90. I modelli di Watanabe sono noti per la loro natura d’avanguardia, un segno distintivo di COMME des GARÇONS, attraverso la manipolazione creativa di tessuto, silhouette e struttura, offrendo una nuova interpretazione dell’abbigliamento maschile tradizionale.

Ultimamente, il marchio ha guadagnato consensi per il suo uso creativo di combinazioni di tessuti, in particolare nelle creazioni patchwork attraverso le sue collaborazioni con Levi’s. Al centro della visione di Watanabe c’è una profonda curiosità per le diverse funzioni degli indumenti e la loro interazione con l’utente.

Pertanto, le sue collezioni reinventano l’abbigliamento da lavoro con forme contemporanee ed elementi futuristici, progettano giacche riccamente decorate che possono essere indossate al rovescio e trasformano capi base come abiti e soprabiti con dettagli e texture unici. Mentre il lavoro di Kawakubo sfida gli aspetti visivi della moda, i design di Watanabe sono una giocosa rottura degli usi convenzionali dell’abbigliamento, offrendo capi familiari con un’unicità senza pari.

Junya Watanabe

Auralee

Auralee si distingue per la sua sobria eleganza, evitando marchi vistosi o abiti sgargianti. Il marchio incarna un’interpretazione moderna del minimalismo, con i suoi design caratterizzati da schemi di colori tenui e una perfetta fusione di lusso e comfort. Auralee si concentra sulla produzione di una selezione curata di articoli essenziali, con particolare attenzione alla qualità e all’origine dei materiali.
La collezione presenta lana e cotone selezionati meticolosamente, creando cappotti invernali senza tempo, maglieria accogliente e pantaloni oversize versatili. I pezzi di Auralee sono progettati per integrarsi facilmente nel guardaroba, promettendo stile e funzionalità.

Top brand del Giappone 2024: Wacko Maria

La storia delle origini di Wacko Maria è intrigante quanto i suoi design, fondati dagli ex giocatori di calcio della J-league Nobuhiro Mori e Keiji Ishizuka. Il marchio ha avuto origine nel bar Rock Steady di Tokyo, per poi evolversi nel marchio di moda Wacko Maria, traendo ispirazione dallo stile latinoamericano e dalle sottoculture rockabilly.
Il brand è rinomato per le sue camicie e giacche sontuose, impreziosite da ricami intricati e che combinano motivi come simboli religiosi e immagini classiche americane con dichiarazioni audaci. Wacko Maria si è affermato come fornitore di moda stravagante ma irresistibilmente eccentrica, attraente per coloro che osano distinguersi.

In questa stagione, il marchio ha collaborato con il famoso artista di graffiti Neck Face per lanciare una capsule collection che completa perfettamente la loro sfacciata estetica psychobilly, celebrando una passione condivisa per l’audacemente non convenzionale.

Portvel

Portvel ha fatto il suo debutto nell’ottobre 2014, introdotto da Hiroaki Hamada. Essendo la prima avventura di Hamada nella scena della moda, la rapida ascesa del marchio fino a raggiungere icone come COMME des GARÇONS la dice lunga sul suo successo. Il marchio ha presentato la sua collezione inaugurale per la Primavera/Estate 2015 e Hamada è stato premiato con il Tokyo New Designer Fashion Grand Prix nel 2019 per il suo lavoro innovativo.

Nell’autunno/inverno 2020, il marchio si è trasformato in NULABEL CM1YOK42, debuttando a Parigi nel gennaio 2020 con una collezione intitolata NUROMANCER, che trae ispirazione dal romanzo cyberpunk di William Gibson del 1984.

Questa visione è catturata attraverso l’uso di materiali all’avanguardia come il tweed riflettente, introducendo un tocco futuristico sul classico abbigliamento formale e da lavoro. Le collezioni sono contraddistinte da una spilla in argento, un sottile cenno alle tradizioni artigianali del Giappone che stanno scomparendo di fronte al progresso tecnologico.

Top brand del Giappone 2024: Hender Scheme

Il marchio di Ryo Kashiwazaki, Hender Scheme, testimonia il suo costante impegno nei confronti della pelle di prima qualità e dell’artigianato, profondamente radicato nella tradizione giapponese. Fin dalla sua nascita nel 2010, Kashiwazaki ha sapientemente fuso tecniche artigianali con un design contemporaneo, reinventando in particolare i design iconici delle sneaker in pelle marrone chiaro di alta qualità. Hender Scheme è rinomato non solo per le sue reinterpretazioni artigianali di sneakers come Air Jordan 4, Nike Presto e Vans Authentic, ma anche per la sua squisita gamma di articoli in pelle, dai notebook alle cinture e ai portachiavi. Celebrità come Justin Bieber e Sean Coombs sono state viste con capi Hender Scheme, sottolineandone il prestigio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Hender Scheme (@henderscheme)

Human Made

Nigo, una figura fondamentale nella cultura giapponese contemporanea e la mente dietro A Bathing Ape, ha influenzato in modo significativo la scena della moda e della musica. Iniziando come DJ per il gruppo rap giapponese Terriyaki Boyz, Nigo ha lanciato Human Made come uno sbocco creativo distinto da A Bathing Ape. Human Made si è evoluto in un’etichetta molto ricercata, mettendo in mostra lo spirito inventivo di NIGO. L’estetica distintiva e artigianale del marchio risuona bene con il pubblico giapponese e ha guadagnato una notevole popolarità nel mercato americano negli ultimi dieci anni, in parte grazie alle collaborazioni di successo con Adidas.

Top brand del Giappone 2024: Snow Peak

Uno storico contendente nella nostra selezione, Snow Peak è emerso nel 1958, avviato da Yukio Yamai. Fondata nella prefettura di Niigata, una località caratterizzata dalle sue imponenti catene montuose, Yamai ha gettato le basi per l’azienda in questo scenario scenografico. Questa zona, ricca di bellezze naturali, rimane il cuore di Snow Peak , ispirando continuamente l’etica del marchio.

Il brand ha lasciato il segno negli Stati Uniti nel 1999, guidato dal discendente di Yukio Yamai, Tohru Yamai, evolvendosi in un simbolo di stile e funzionalità. Gestito ancora dalla stirpe Yamai, con Lisa Yamai al timone che ha introdotto Snow Peak Apparel nel 2014, il marchio mantiene la sua eredità di impresa familiare.

L’impegno di Snow Peak per materiali di qualità superiore rispetto al semplice marchio ha raccolto una devota base di fan. I suoi prodotti, che vanno dall’abbigliamento urbano alle robuste attrezzature per l’outdoor, fondono comfort, resistenza e stile, traendo ispirazione dalla ricca eredità della storia della moda giapponese. Il portafoglio del marchio comprende attrezzature da campeggio di prim’ordine come sofisticate macchine da caffè, bacchette portatili e lanterne, tutte progettate per migliorare le esperienze all’aria aperta e favorire le connessioni con la natura e gli altri.

 

Porter Yoshida & Co.

Porter Yoshida & Co. è una testimonianza dell’impareggiabile artigianato giapponese. Lanciato nel 1962 come marchio privato inaugurale da Yoshida & Co., Porter si distingue per materiali di alta qualità, tra cui un nylon appositamente trattato che tiene lontano lo sporco e l’umidità. Le borse Porter emanano un fascino senza tempo, con ogni pezzo meticolosamente realizzato esclusivamente in Giappone.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da PORTER_OFFICIAL (@porter_yoshida_co.official)

Top brand del Giappone 2024: Miyagi Hidetaka 

I dettagli online su Miyagi Hidetaka, l’innovatore dietro MIYAGIHIDETAKA, sono scarsi. Tuttavia, la sua dedizione nel dare priorità alla qualità nella moda è degna di nota. Questa filosofia ha portato a una presenza discreta nel settore, con un focus sulla realizzazione di capi di abbigliamento che lui e la sua cerchia preferiscono, prendendo le distanze dal ciclo delle tendenze della moda stagionale.

MIYAGI HIDETAKA è orgoglioso del continuo impegno della moda giapponese con la bandana con motivi cachemire, un oggetto ricco di storia e significato sotto-culturale.

Miyagi Hidetaka ha intrapreso il suo viaggio nella moda con Mythography, un marchio di scarpe fondato nel 2012. È stato solo nel 2016 che ha adornato per la prima volta le sue calzature con l’ormai caratteristica stampa paisley. Espandendosi oltre le calzature, MIYAGI HIDETAKA da allora ha incorporato questo caratteristico motivo a bandana in un’ampia gamma di articoli di abbigliamento, tra cui piumini, pantaloni, gilet e camicie.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 宮城秀貴 (@miyagi_hidetaka)

Mountain Research

Spinto dalle escursioni stagionali nella natura selvaggia del suo fondatore, Kobayashi Setsumasa, e della sua cerchia di amici, Mountain Research ringiovanisce la sua formazione ogni stagione con una collezione che fonde funzionalità high-tech con influenze della moda contemporanea. Lanciato inizialmente nel 1993 come General Research, Setsumasa lo ha rinominato Mountain Research nel 2006, rendendo omaggio all’ispirazione primaria del marchio.

Mountain Research si distingue dagli altri marchi giapponesi di abbigliamento outdoor per la sua abilità nel design innovativo. Pur concentrandosi sulla realizzazione di capi pensati per le avventure all’aria aperta, il marchio eccelle nell’integrare questi pezzi nel moderno guardaroba quotidiano, dove molti altri potrebbero non colmare il divario in modo altrettanto fluido.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MOUNTAIN RESEARCH (@mountain_research)

Top brand del Giappone 2024: Evisu

Evisu, ormai un punto fermo nel panorama della moda con il suo emblematico stemma del gabbiano, presenta un retroscena arricchito di intrighi. Fondato nel 1991 da Hidehiko Yamane, gli esordi del brand furono caratterizzati da una produzione umile, limitata alla realizzazione di non più di 14 paia di jeans in denim con cimosa grezza al giorno, ciascuno di qualità eccezionale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da EVISU OFFICIAL (@evisu1991)


La storia dietro il nome del marchio è tra i suoi aspetti più accattivanti, con una teoria prevalente che suggerisce che Evisu fosse un giocoso cenno a Levi’s, soprattutto date le sue radici a Osaka, nota per i suoi prodotti di imitazione, e la sorprendente somiglianza tra il logo del gabbiano di Evisu e quello di Levi’s.

Tuttavia, Evisu trae in realtà il suo nome da Ebisu, la divinità giapponese della prosperità, riflettendo le aspirazioni di Yamane all’inizio del marchio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da EVISU OFFICIAL (@evisu1991)

Durante la seconda guerra mondiale, il razionamento dei tessuti e gli sforzi di conservazione portarono Levi’s ad adottare il marchio dipinto sui jeans a causa delle restrizioni sui modelli di cucitura e sull’uso del metallo per i bottoni “a ciambella”.

Evisu rende omaggio a questo dettaglio storico attraverso il proprio logo dipinto, mantenendo un legame con la tradizione del denim e stabilendo la propria identità unica.

ebisu traveltherapists

Ebisu

White Mountaineering

White Mountaineering di Yosuke Aizawa si distingue tra i marchi di moda giapponesi per la sua capacità di elevare l’abbigliamento funzionale e pratico nel regno dell’alta moda. Prima di fondare il proprio marchio nel 2006, Aizawa ha affinato le sue capacità con Junya Watanabe e da allora ha realizzato collezioni ispirate all’attrezzatura polare e alpinistica, arricchite con dettagli intricati come ricami, motivi jacquard, stampe sofisticate e combinazioni di tessuti innovativi.

Aizawa è noto per il suo uso di disegni geometrici, che sono un segno distintivo di tutta la sua gamma di maglieria e camicie, così come per il caratteristico pavimento in parquet nel flagship store del marchio a Tokyo.

Nelle sue recenti collezioni, White Mountaineering ha ampliato i propri orizzonti attraverso collaborazioni con diversi marchi di spicco, tra cui l’icona britannica dell’outerwear Barbour, le sneakers Saucony e adidas Originals. Queste partnership, in particolare quella con adidas Originals, sono state lodate per le loro vetrine complesse e visivamente accattivanti a Pitti Uomo.

Nonostante l’aspetto pratico dei suoi progetti, Aizawa ha ironicamente notato nelle interviste che le sue creazioni potrebbero non essere la soluzione migliore per l’alpinismo reale. Tuttavia, il suo profondo interesse per l’estetica dei paesaggi invernali ha portato ad alcuni dei design più innovativi e visivamente accattivanti nella scena della moda giapponese degli ultimi tempi.

Top brand del Giappone 2024: Fragment Design

Hiroshi Fujiwara, spesso considerato il pioniere della moda di strada giapponese, ha creato Fragment Design, il che è solo uno dei punti salienti del suo ampio portafoglio di etichette influenti. Fujiwara è stata fondamentale nel lancio di marchi iconici come Goodenough, Head Porter e Uniform Experiment. Ha anche contribuito alla linea Nike HTM insieme a Tinker Hatfield e Mark Parker ed è stato determinante nella trasformazione del commercio al dettaglio di moda con iniziative come The Pool Aoyama e The Parking Ginza.

Selezionare un singolo marchio per simboleggiare l’impatto di Fujiwara è impegnativo, ma Fragment Design offre uno sguardo al mondo creativo di una delle figure della moda più accattivanti del Giappone. Riconoscibile per il suo caratteristico emblema a forma di fulmine, Fragment ha intrapreso collaborazioni con una vasta gamma di aziende, valorizzando articoli classici di Converse, Levis, Oakley, Disney, Starbucks, Stüssy, Casio, visvim, tra gli altri.

Le modifiche di Fujiwara spesso comportano modifiche minime ma raffinate, compreso l’uso di materiali di prima qualità e il posizionamento strategico del logo del fulmine. Questo approccio minimalista, a volte visto come uno sforzo minimo o eccessivamente semplicistico, è esattamente ciò che consolida lo status di Fujiwara come designer rispettato e trendsetter.

Incarna il principio secondo cui la semplicità e la chiarezza spesso producono i progetti di maggior impatto.

Anche se non tutte le versioni Fragment Design incontrano il favore generale, quando si allineano con qualcosa di significativo dal punto di vista personale, che si tratti di un paio di Air Jordan o di una giacca Carhartt, l’iconico logo con il fulmine indica il fascino duraturo e la coolness distintiva dell’articolo.

mastermind JAPAN

Lanciato da Masaaki Honma nel 1997, mastermind JAPAN (spesso abbreviato in mastermind o MMJ) incarna il fascino duraturo attraverso una lente giapponese. L’essenza del brand è distillata in due elementi fondamentali: il colore nero e il caratteristico motivo Skull & Crossbones. Nonostante sembri semplicistico, mastermind mostra la profondità della creatività ottenibile, assicurandosi lo status di leggendario marchio di moda giapponese.

Il marchio trae un’influenza significativa dagli stili punk e goth, ma si distingue per sofisticati processi di produzione che presentano vestibilità aderenti, magliette multi-strato e abbellimenti come i cristalli Swarovski®. Nonostante le sue operazioni segrete, mantenendo un segreto sulle informazioni, mastermind è salito all’apice dello streetwear sofisticato, imponendo prezzi premium.

Karl Lagerfeld, il famoso direttore creativo di Chanel, ha riconosciuto la mente giapponese come uno dei suoi marchi preferiti. MMJ ha la particolarità di collaborare con la prestigiosa azienda francese di valigeria Maison Goyard.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da mastermind JAPAN (@mastermindjapan_official)

Top brand del Giappone 2024: Needles

Nato da una passione profondamente radicata, simile a quella di numerose prestigiose etichette giapponesi, Needles è emersa come filiale di Nepenthes. Fondata da Daiki Suzuki e Keizo Shimizu, Nepenthes iniziò come una boutique focalizzata sulla moda maschile, importando emblematici marchi americani influenzati dalla Ivy League e dagli stili preppy. Man mano che l’impresa si evolveva, generò diverse ramificazioni tra cui Nepenthes New York, Engineered Garments e Needles. Notevole per la sua reinterpretazione innovativa del tradizionale abbigliamento militare e per il tempo libero americano, Needles è diventata una scelta fondamentale per rivenditori esigenti come Haven, Goodhood ed END.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @needles.jp

Cav Empt

I creatori di Cav Empt (C.E in breve) assomigliano agli enigmatici musicisti che si trovano in cima alle classifiche senza cercare le luci della ribalta. Sebbene possano essere sotto il radar, le loro creazioni sono ampiamente riconosciute.

I fondatori Sk8thing e Toby Feltwell hanno una vasta esperienza nel campo della moda e della musica di Tokyo: Sk8thing, un graphic designer noto per il suo lavoro con le principali etichette di moda giapponesi come BAPE, NEIGHBORHOOD, UNDERCOVER e altri, e per aver disegnato i loghi per NIGO® e Pharrell Williams’ Marchi Billionaire Boys Club e ICE CREAM; Feltwell, un inglese, inizialmente impegnato nell’industria musicale del Regno Unito, gestendo A&R presso la Mo’Wax Records di James Lavelle prima di passare a XL dopo l’acquisizione dell’etichetta di Lavelle all’inizio degli anni 2000.

Un viaggio a Tokyo per la consulenza legale di NIGO® ha portato Feltwell ad assumere il ruolo di Direttore delle operazioni e Consulente creativo per BAPE, BBC e Ice Cream.

Dopo la vendita di BAPE all’IT, Feltwell, Sk8thing e l’esperto di produzione Hishi hanno lanciato una nuova impresa guidata da tre menti creative senza un progetto finanziario: “Debt through chaos” (Il debito attraverso il caos). Le collezioni di C.E approfondiscono il postmodernismo, mescolando influenze eclettiche dal cinema horror italiano del XX secolo, dal pensiero post-strutturalista francese, dai primi motivi di Internet e dall’esplorazione digitale per sfidare le nozioni di materialità, permanenza e autenticità. Il nome stesso del marchio è un cenno all’avvertimento latino, “caveat emptor”: acquirente attento.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CAVEMPT (@cavempt)


Top brand del Giappone 2024: TAKAHIROMIYASHITATheSoloist

Con un debutto nel 2010, TAKAHIROMIYASHITATheSoloist (comunemente noto come The Soloist) è una continuazione diretta dei lavori precedenti di Miyashita, con un nome che forse allude a una maggiore attenzione alla sua visione artistica individuale. La sua estetica distintiva del design è sempre presente, ora con un approccio più raffinato e maturo rispetto al suo lavoro con NUMBER (N)INE.

Le collezioni traggono ispirazione da icone culturali come gli Oasis, David Bowie e la musica Country & Western, mettendo in mostra il talento di Miyashita per la reinvenzione e la raffinatezza in ogni tema.

NANAMICA

Nanamica è da quasi 15 anni in prima linea nella moda giapponese innovativa, fondendo magistralmente estetica, moda e funzionalità. Fondato da Eiichiro Homma nel 2003, il marchio offre prodotti che uniscono la resistenza tecnica agli agenti atmosferici con un tocco naturale ed elegante.

Sfida l’idea che restare asciutti significhi indossare un outfit rumoroso, tutto in nylon, suggerendo invece che si può mantenere il proprio stile personale beneficiando al tempo stesso di funzionalità ingegnosamente integrate. Nanamica è celebrata per i suoi design iconici che si integrano facilmente in qualsiasi guardaroba, fornendo un vantaggio tecnico raramente riscontrabile altrove.

Ancora scettico? Il marchio gioca anche un ruolo chiave nella produzione della ricercatissima filiale giapponese di The North Face, The North Face Purple Label, acclamata in tutto il settore dello streetwear per le sue sofisticate reinterpretazioni dei classici capi TNF. Nanamica non si occupa solo di moda tecnica; ne è il pioniere.

Top brand del Giappone 2024: Suicoke

L’iconico marchio giapponese Suicoke è emerso per la prima volta nel 2006 come fornitore di accessori di nicchia. Il suo focus si è evoluto nel tempo, enfatizzando ora i sandali ad alte prestazioni. Suicoke ha ridefinito il sandalo tradizionale con il suo impegno per materiali di qualità superiore e impegnandosi in partnership ricercate, attirando così un vasto pubblico.

Rinomato per il suo design utilitaristico caratterizzato da cinghie multiple ed elementi in neoprene, lo stile unico di Suicoke ha ottenuto ampi consensi. Tuttavia, il suo impegno per la durata e il comfort rimane incrollabile, con le suole Vibram che rappresentano un punto fermo in tutta la sua gamma, dal semplicistico Depa ai più complessi design Moto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SUICOKE (@suicoke_official)

South2 West8

South2 West8 ha iniziato il suo viaggio a Sapporo, nel nord del Giappone, come negozio fisico. Il marchio, creato da Kaname Nagaoka, trae ispirazione dalla pesca a mosca Tenkara, incluedendo gli attributi tecnici dell’abbigliamento da pesca con un tocco urbano. Fa parte di Nepenthes, un conglomerato fondato da Keizo Shimizu, che comprende diversi altri marchi di moda.

Distintivamente, South2 West8 mantiene un forte legame con le sue radici di pesca a mosca, creando pezzi progettati per lo sport stesso. Questa dedizione alla sua visione originale ha coltivato una base di fan devota, celebrando il genuino impegno del marchio per la moda funzionale e utilitaristica. Nelle sue recenti collezioni, South2 West8 ha adottato un approccio contemporaneo, introducendo capi vivaci e fantasia adatti alla vita cittadina. Le sue ultime offerte fondono design tie-dye con classici gilet da pesca, dimostrando che l’impegno per la tradizione outdoor può coesistere con le tendenze della moda contemporanea.

Top brand del Giappone 2024: Kapital

Kapital, inizialmente chiamata Capital in omaggio alla sua origine a Kojima, il centro del denim giapponese, è stata fondata nel 1985 da Toshikiyo Hirata. Iniziato come laboratorio di cucito e tintura, ha gettato le basi per quella che sarebbe diventata un’autorità nel settore del denim a livello globale. Nel 1996, dopo anni di produzione per altri marchi, Capital è stata rinominata Kapital, segnando l’inizio del suo viaggio nella padronanza di un approccio artigianale unico al denim. Nel corso di tre decenni, Kapital si è distinto grazie alla sua attenzione all’Americana, alle tecniche innovative e all’eccezionale qualità del denim.

I modelli di Kapital sono identificabili dai dettagli intricati, dai tessuti pregiati e dagli elementi iconici come le stampe bandana patchwork e l’onnipresente motivo della faccina sorridente, che mostrano l’identità distinta del marchio nel panorama della moda.

Blue Blue Japan

Lanciata nel 1996 inizialmente come linea distintiva della boutique Okura di Tokyo, Blue Blue Japan si è evoluta rapidamente oltre i suoi inizi. Rinomato in tutto il mondo per la sua identità distintiva, il marchio trae ispirazione dall’abbigliamento da lavoro vintage e dall’antica arte della tintura con indaco. Come suggerisce il suo soprannome, Blue Blue Japan è celebrato per la sua dedizione alla tradizionale tecnica di tintura con indaco (Aizome), una pratica che affonda le sue radici nella storia antica, particolarmente venerata nella realizzazione di kimono decorati con la ricca tonalità blu che unifica la collezione del marchio. Blue Blue Japan rende omaggio alla sua eredità creando linee stagionali di abbigliamento da lavoro classico e raffinato che evita i loghi prominenti a favore di mostrare le texture e le tonalità intrise della tradizione giapponese.

Top brand del Giappone 2024: Sasquatchfabrix

Sasquatchfabrix emerge dall’ensemble creativo con sede a Tokyo noto come Wonder Wonker Guerrilla Band (WWGB), con Hiromichi Ochiai e Daisuke Yokoyama al timone della sua etica del design. Il marchio è caratterizzato da una fusione unica tra l’atmosfera della cultura skate degli anni ’90 e un pizzico di creatività non convenzionale. Sasquatchfabrix colma il divario tra avanguardia, moda concettuale e streetwear accessibile, ritagliandosi una posizione unica in un panorama sempre più competitivo.

Influenzate dallo skateboard e dall’arte dei graffiti, le offerte di Sasquatchfabrix sono profondamente radicate nella moda di strada. Eppure, grazie all’approccio multidisciplinare dei suoi creatori, la portata del marchio si estende ben oltre, fondendo una varietà di influenze culturali all’interno di ogni collezione.

Questa abilità nell’intrecciare insieme diversi elementi culturali, dai modelli tradizionali asiatici ai materiali contemporanei e sorprendenti immagini moderne con forme di abbigliamento da lavoro, distingue Sasquatchfabrix, creando una narrativa coesa e avvincente nel settore della moda.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sasquatchfabrix. (@sasquatchfabrix_official)

La Linea di Fondo

In questo contenuto abbiamo parlato di 20 top brand di abbigliamento del Giappone. Questi sono solo alcuni esempi dei principali marchi di abbigliamento giapponesi, ognuno con uno stile e una filosofia di design unici. Il panorama della moda giapponese è in continua evoluzione e nuovi marchi continuano ad emergere, mostrando la creatività e l’innovazione del Paese nel settore della moda. Ma ricorda una cosa: se visiti questo meraviglioso paese, sappi che è bellissimo anche indossare un kimono tradizionale per entrare appieno in questo luogo unico!

marzia parmigiani kimono tempio bukko-ji kyoto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Marzia al tempio tempio Bukko-ji di Kyoto

Dove dormire a Tokyo?

Migliori Hotel Harajuku

Hotel Emit Shibuya

Ai Hotel Keikyu Kamata

Hotel Emit Shibuya – Vacation STAY 40894v

Shibuya Tobu Hotel

The Millennials Shibuya

Shibuya Creston Hotel

Hotel Wing International Premium Shibuya

sequence MIYASHITA PARK / SHIBUYA

Hotel Owl Tokyo Shinbashi

bnb+ Kanda Terrace Ogawamachi

 

 Migliori Hotel a Ikebukuro

Henn na Hotel Tokyo Asakusabashi

ID STAY Ikebukuro

Sunshine City Prince Hotel Ikebukuro

Hotel Wing International Ikebukuro

Tokyu Stay Ikebukuro

Restay Frontier (Adult Only)

Hotel VARKIN Ikebukuro

Hotel Wing International Select Ikebukuro

APA Hotel Ikebukuro Eki Kitaguchi

HOTEL MYSTAYS Higashi Ikebukuro

Hotel Metropolitan Tokyo Ikebukuro

 

Top hotel Ueno per qualità prezzo

Tabata Oji Hotel

GUEST HOUSE SaKURa

Time Sharing Stay Asakusa

Tabist ヒロマスホテル上野

unito CHIYODA

 

Migliori hotel a Yokohama

PROSTYLE Ryokan Yokohama Bashamichi

Sotetsu Fresa Inn Yokohama Higashiguchi

APA Hotel & Resort Yokohama Bay Tower

Hotel Resol Yokohama Sakuragicho

Hotel Edit Yokohama

Chisun Hotel Yokohama Isezakicho

Hotel New Grand

InterContinental Yokohama Grand IHG Hotel

Richmond Hotel Yokohama-Bashamichi

Oakwood Suites Yokohama

firma marzia parmigiani

Altro, in questo blog di viaggio:

 

Moda giapponese: tutto quello che devi sapere dai kimono allo streetwear

 

Expats con Nicole Kidman: ecco perché dovresti guardarlo

 

Dove è stato girato Expats Prime Video? Guida alle location

 

E qui puoi leggere Articolo Repubblica Traveltherapists!

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

3 buoni motivi per visitare la Georgia

 

Vivere come un abitante del luogo: 11 cose non turistiche da fare a Tokyo

 

Itaewon Class: tutte le location del k-drama cult che parla dei temi scomodi in Corea del Sud

 

Crash Landing on You: le location della coraggiosa storia d’amore che svela la Corea del Nord

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!