Brexit 2020: cosa cambia e cosa resta uguale

Tempo di lettura: 5 minuti

Brexit 2020: cosa cambia e cosa resta uguale

Ora che il Regno Unito ha lasciato ufficialmente l’Unione europea, è entrato immediatamente in un periodo di transizione di 11 mesi.
Durante la transizione il Regno Unito continuerà a rispettare le norme ed a pagare il dovuto, all’UE. Per ora, la maggior parte delle cose rimarrà uguale, ma ci saranno alcuni cambiamenti. Vediamo assieme la Brexit 2020: cosa cambia e cosa resta uguale (per ora).

Cosa cambia

Gli eurodeputati britannici perdono il posto

Volti familiari come Nigel Farage e Ann Widdecombe, sono tra i 73 deputati del Regno Unito che perderanno automaticamente i loro seggi al Parlamento europeo.
Questo perché, al momento della Brexit, il Regno Unito lascerà tutte le istituzioni e agenzie politiche dell’UE.Tuttavia, in base alle norme dell’UE, durante il periodo di transizione la Corte di giustizia europea continuerà ad avere l’ultima parola sulle controversie legali.

Niente più vertici UE

Il primo ministro britannico Boris Johnson dovrà essere invitato a parte o richiederlo, se desidera unirsi ad altri leader ai vertici del Consiglio dell’UE in futuro. Inoltre, i ministri britannici non parteciperanno più alle riunioni regolari dell’UE che decidono le regole generali, come ad esempio i limiti di pesca nelle acque europee.

Libero commercio

Il Regno Unito potrà iniziare a dialogare con i paesi di tutto il mondo, per impostare nuove regole per l’acquisto e la vendita di beni e servizi. Durante il periodo di transizione, il Regno Unito non è autorizzato a intraprendere negoziati commerciali formali con paesi come gli Stati Uniti e l’Australia. 
I sostenitori della Brexit sostengono che avere la libertà di impostare la propria politica commerciale aumenterà il benessere economico del Regno Unito.
C’è anche molto da discutere con l’UE. Un accordo commerciale tra Regno Unito e UE, è una priorità assoluta. Si temono costi aggiuntivi per merci ed altre barriere commerciali al termine della transizione.
Se vengono raggiunti accordi commerciali, non potranno comunque iniziare fino al termine del periodo di transizione.

I passaporti del Regno Unito cambieranno colore

Molto tempo fa, i passaporti britannici erano di colore blu. Per oltre 30 anni sono stati sostituiti dall’attuale design bordeaux. Il governo desidera ripristinare l’antico colore.
Annunciando il cambiamento nel 2017, l’allora ministro dell’immigrazione, Brandon Lewis, ha elogiato il ritorno al “iconico” disegno blu e oro, usato per la prima volta nel 1921.
Il nuovo colore verrà gradualmente introdotto con tutti i nuovi passaporti rilasciati in blu, entro la metà dell’anno. Tutti gli altri passaporti, continueranno ad essere validi.

I 50 cent della Brexit

Circa tre milioni di monete Brexit commemorative da 50 p con la data “31 gennaio” e la scritta: “Pace, prosperità e amicizia con tutte le nazioni”, entreranno presto in circolazione.
La moneta ha ricevuto una reazione differenziata. Alcuni sostenitori del Remain (contro la Brexit), si rifiuteranno di accettarla.
Il governo aveva programmato di introdurre una moneta simile il 31 ottobre, data in cui la Brexit doveva in precedenza avvenire.
Tuttavia, quelle monete sono state fuse e riciclate dopo che la scadenza è stata prorogata.

La moneta celebrativa della Brexit (50p)

Il dipartimento Brexit del Regno Unito si è sciolto

Il team che ha gestito i negoziati Regno Unito-UE ed i preparativi senza accordo si è sciolto il giorno della Brexit: era stato istituito dall’ex primo ministro Theresa May nel 2016.
Per i prossimi colloqui, il team dei negoziati del Regno Unito avrà sede a Downing Street.

La Germania non estraderà i suoi cittadini nel Regno Unito

Se un cittadino britannico sospettato di crimine, scappa in Germania, non sarà possibile farli tornare nel Regno Unito. Infatti, la costituzione tedesca non consente l’estradizione dei suoi cittadini, a meno che non sia in un altro paese dell’UE. Questa possibilità non può più essere applicata dopo che la Brexit. Forse le stesse restrizioni si applicheranno ad altri paesi. La Slovenia, ad esempio, afferma che la situazione è complicata, mentre la Commissione europea non è stata in grado di dare informazioni sicure. Il Ministero degli Interni britannico sostiene che il mandato d’arresto europeo continuerà a funzionare durante il periodo di transizione. 

Cosa resta uguale

Poiché il periodo di transizione è iniziato immediatamente dopo la Brexit, la stragrande maggioranza delle altre cose rimane la stessa, almeno fino al 31 dicembre 2020.

Viaggiare

Voli, barche e treni funzioneranno normalmente. Per quanto riguarda il controllo dei passaporti, durante il periodo di transizione, i cittadini del Regno Unito potranno comunque fare la fila nelle aree riservate agli arrivi UE.

Patenti di guida e passaporti per animali domestici

 Finché sono validi, questi continueranno ad essere accettati.

 

Tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)

La tessera TEAM, fornisce ai cittadini del Regno Unito e a quelli della UE, cure mediche in caso di malattia o incidente.Possono essere utilizzati in qualsiasi paese dell’UE (nonché Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein) e continueranno ad essere validi durante il periodo di transizione.

Vivere e lavorare nell’UE

La libertà di circolazione continuerà ad applicarsi durante la transizione, così i cittadini del Regno Unito potranno ancora vivere e lavorare nell’UE come fanno attualmente. Lo stesso vale per i cittadini dell’UE che desiderano vivere e lavorare nel Regno Unito.

Pensioni

I cittadini britannici che vivono in Unione Europea, riceveranno la pensione statale come al solito, compreso l’aumento annuale.

Contributi al bilancio

Il Regno Unito continuerà a contribuire al bilancio dell’UE durante la transizione.
Ciò significa che i sistemi esistenti, finanziati da sovvenzioni dell’UE, continueranno ad esistere.

Commercio

Il commercio tra Regno Unito e UE continuerà senza l’introduzione di ulteriori costi o controlli.
Queste sono le ultime informazioni in merito alla Brexit ed all’attuale periodo di transizione. Se volete approfondire, leggete gli altri contenuti sul nostro sito!
Marzia Parmigiani
Altro, in questo blog di viaggio:
Diffondi il verbo!