Chiamate di emergenza in Giappone

Tempo di lettura: 4 minuti

Chiamate di emergenza in Giappone. In Giappone è possibile effettuare chiamate di emergenza gratuitamente da qualsiasi telefono, anche da cabine telefoniche a pagamento. È inoltre possibile comporre il numero di emergenza da uno smartphone bloccato. I servizi di emergenza giapponesi possono essere contattati al 110 per la polizia e al 119 per i vigili del fuoco e le ambulanze. Le chiamate sono gratuite, anche dai telefoni pubblici a pagamento.

classico telefono verde giapponese il mio viaggio in giappone traveltherapists

Classico telefono verde giapponese

Chiamata di emergenza da smartphone bloccato

È anche possibile effettuare chiamate di emergenza da smartphone mentre sono ancora bloccati, toccando “Emergenza” (scritto come 緊急 in giapponese), quindi se necessario è possibile chiamare utilizzando lo smartphone di qualcun altro.

L’indagine sui genitori giapponesi: chiamate di emergenza in Giappone

Il servizio di supporto all’infanzia Baby Job ha condotto un sondaggio nazionale su 441 genitori che attualmente stanno crescendo figli in Giappone, rivelando che l’86,6% sapeva che è possibile effettuare una chiamata di emergenza da uno smartphone senza sbloccarlo.

Tuttavia, la percentuale di genitori che non erano a conoscenza di questa possibilità con i telefoni pubblici era del 28,6% e per la fascia di età dai 20 ai 30 anni, questa è salita al 38,3%. Molto strano nonostante questa generazione sia cresciuta utilizzando telefoni cellulari fin da giovane, con pochissime opportunità di utilizzare telefoni pubblici.

Funzione dei telefoni pubblici, chiamate di emergenza

È anche possibile effettuare una chiamata di emergenza al 119 o al 110 da un telefono pubblico a pagamento premendo prima il pulsante rosso accanto al tastierino, anche senza inserire monete o schede telefoniche (o semplicemente comporre il numero di emergenza per i telefoni più recenti senza questo pulsante).

Importanza dei telefoni pubblici in caso di emergenza in Giappone

La diffusione dell’uso degli smartphone ha fatto sì che il numero di telefoni pubblici in Giappone sia diminuito drasticamente, ma alla fine di marzo 2022 ne risultavano ancora installati 108.000 in tutto il Paese.

Questi telefoni sono un mezzo di comunicazione efficace in tempi di disastri e altre emergenze, poiché a differenza dei telefoni personali, anche se le linee sono occupate non ci sono limiti al loro utilizzo e hanno la priorità. Inoltre funzionano anche in caso di blackout. Per questo ai residenti giapponesi si raccomanda di conoscere la posizione del telefono pubblico più vicino e come utilizzarlo.

Criticità sull’accesso ai servizi di emergenza

I risultati di questa indagine mettono in luce alcune criticità sull’effettiva capacità della popolazione giapponese di accedere ai servizi di emergenza in caso di necessità. La scarsa conoscenza tra i giovani adulti delle modalità di utilizzo dei telefoni pubblici per le chiamate d’emergenza è un campanello d’allarme. Dimostra come le nuove generazioni, avvezze all’uso degli smartphone, potrebbero trovarsi impreparate in caso di malfunzionamento dei sistemi di telefonia mobile.

È quindi essenziale mantenere una rete di telefoni pubblici funzionanti e implementare campagne informative per ricordare a tutti i cittadini questa fondamentale risorsa. Le autorità giapponesi dovranno valutare modi per colmare questa lacuna ed assicurarsi che l’accesso ai servizi di emergenza sia garantito a tutti in caso di bisogno.

marzia cabina telefonica giappone il mio viaggio in giappone traveltherapists

Marzia a Tokyo vicino ad una cabina telefonica

Pensieri finali su chiamate di emergenza in Giappone

Questa indagine condotta in Giappone sull’emergenza, evidenzia l’importanza di mantenere una rete capillare di telefoni pubblici, nonostante la diffusione degli smartphone. I telefoni pubblici rappresentano infatti un’ancora di salvezza in caso di emergenza, quando la rete mobile potrebbe essere sovraccarica o non funzionante.

È chiaro che le nuove generazioni, cresciute con gli smartphone sempre a portata di mano, non sono abituate ad utilizzare i telefoni pubblici. Tuttavia, questi rimangono fondamentali per le fasce d’età più anziane e per chiunque si trovi in difficoltà.

Per questo è essenziale che la loro presenza sul territorio sia garantita e che la cittadinanza sia informata sulle modalità d’uso, soprattutto la possibilità di effettuare chiamate d’emergenza gratuitamente.

Le autorità giapponesi hanno colto il valore di questo servizio pubblico, mantenendo una rete capillare nonostante i tagli. Auspicabilmente anche in Italia si comprenderà l’importanza di non rinunciare completamente a questa infrastruttura, preziosa risorsa in caso di calamità quando ogni secondo può essere decisivo.

 

Elina Sindoni

Altro, in questo blog di viaggio:

 

Yomiya e Motomiya Festival al Santuario di Fushimi Inari Taisha a Kyoto

 

teamLab Borderless apre ad Azabudai Hills il 9 febbraio 2024

 

Cosa significa Shojin Ryori? La cucina buddista giapponese che favorisce l’illuminazione

 

Yamaguchi fra i 52 posti da visitare del New York Times nel 2024

 

Perché visitare il Giappone nel 2024? 5 novità entusiasmanti

 

Quali sono i migliori whisky giapponesi?

 

5 Fatti sul Giappone da sapere prima di un viaggio

 

Perché i giapponesi fanno una fila così ordinata?

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

Pocket Wi-Fi Giappone: come funziona? Ecco perché scegliere Sakura Mobile

 

Blog Giappone

 

Miglior blog di viaggio

 

Il Mio Viaggio In Giappone

 

Assicurazione viaggio Giappone

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!