Coronavirus: superati i 9 milioni di casi e la pandemia sta accelerando

Tempo di lettura: 4 minuti

Coronavirus: superati i 9 milioni di casi e la pandemia sta accelerando

In tutto il mondo, i casi di Coronavirus hanno superato i 9 milioni. Secondo l’OMS la pandemia “sta accelerando.”
Una fotografia preoccupante della situazione, in questa estate così particolare.
mascherina coronavirus pandemia

L’Arabia Saudita limita i pellegrinaggi per l’Hajj

Con la consapevolezza che i contagi globali da Coronavirus hanno superato i 9 milioni, l’Arabia Saudita ha dichiarato che avrebbe consentito un numero “molto limitato” di pellegrini all’Hajj (il pellegrinaggio alla Mecca) il mese prossimo.

L’hajj, uno dei cinque pilastri dell’Islam è un must, almeno una volta nella vita, per i musulmani abili che possono permetterselo.
Purtroppo al momento, rappresenta una fonte potenzialmente importante di contagio.
Lunedì le autorità saudite hanno dichiarato che avrebbero consentito solo un pellegrinaggio di coloro che si trovano già nel Regno.
mecca

In Francia i bambini tornano a scuola

Nel frattempo, la Francia ha fatto il suo più grande passo, cercando una sorta di normalità, permettendo a milioni di bambini di tornare a scuola.

Inoltre, migliaia di francesi hanno ballato e festeggiato per un festival musicale annuale.
In questi giorni il pubblico festante ha riempito le strade di Parigi.
Sebbene non ci fossero le solite stravaganze, molti hanno pensato che le autorità fossero troppo rilassate e non mettessero troppo impegno nel controllare gli assembramenti ed il distanziamento sociale.
Nonostante l’Europa stia monitorando attentamente la situazione, i casi sono ancora in aumento in tutto il mondo.

Soprattutto in America Latina, con il Brasile che ora registra oltre 50.000 morti.

 

parigi arco di trionfo

I nuovi timori per i focolai a Melbourne e Lisbona

Ci sono timori per i nuovi cluster a Melbourne e Lisbona, nonché nuovi focolai a Pechino e in altre parti dell’Asia.

Lunedì gli abitanti dell’Australia, sono stati avvisati di evitare viaggi a Melbourne. La seconda città più grande del paese, ha inasprito le restrizioni per i timori di un’impennata nei casi.
“La pandemia sta ancora accelerando”, ha dichiarato il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ad un forum sulla salute virtuale organizzato da Dubai.
Tedros ha affermato che la più grande minaccia per il mondo non è stata il Coronavirus stesso, che finora ha ucciso oltre 465.000 persone e ne ha infettate 9 milioni, ma “la mancanza di solidarietà e leadership globale”.
“Non possiamo sconfiggere questa pandemia con un mondo diviso”, ha detto.“La politicizzazione della pandemia l’ha esacerbata”.
lisbona tram

La sciagurata politica di Bolsonaro nei confronti del Coronavirus

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha ripetutamente minimizzato la minaccia, paragonando il virus ad una “piccola influenza” e sostenendo che l’impatto economico del lockdown, sia peggiore del Covd-19 stesso.
Il Brasile è il secondo paese più colpito, dietro agli Stati Uniti, dove lunedì il numero di morti ha superato le 120.000 unità e le divisioni politiche interne, hanno impedito uno sforzo comune efficace.
Anche il Messico, il Perù ed il Cile stanno affrontando gravi crisi.
Città del Messico è costretta a ritardare i piani per un’ampia riapertura dell’economia, mentre il bilancio delle vittime del paese ha superato le 20.000 unità.
strada lockdown

Non avendo un vaccino, l’OMS chiede un aumento della produzione di desametasone

Con la possibilità di avere un vaccino ancora lontana, l’OMS ha chiesto un rapido aumento della produzione di desametasone steroideo, dimostratosi un potenziale salvavita, per i pazienti in condizioni critiche.

In molte parti del mondo, sono tornate nuove restrizioni

Anche Cina, Germania, Corea del Sud e Giappone, stanno combattendo nuovi focolai. Sono state reintrodotto alcune misure di contenimento.
Il picco di infezioni ha aumentato il nervosismo nei mercati globali, per lo più in calo, in seguito alla notizia di un preoccupante picco di nuovi casi in diverse zone degli Stati Uniti tra cui California, Texas e Florida.

I fan agli eventi sportivi aumentano la possibilità di contagio da Coronavirus

Il mondo dello sport sta riemergendo dall’oscurità, anche se per ogni passo in avanti, se ne fanno alcuni indietro.

Infatti, la presenza di fan in alcuni eventi sportivi, in particolare nei Balcani, sembra aver causato problemi.

Per la precisione, cinque giocatori del club serbo Stella Rossa Belgrado, sono risultati positivi al Coronavirus dopo aver giocato una partita alla quale hanno partecipato 16.000 persone.
Marzia Parmigiani
Altro, in questo blog di viaggio:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *