Tempo di lettura: 7 minuti

Cose che non sai sulla Tokyo Tower

Cose che non sai sulla Tokyo Tower: storia del simbolo della capitale giapponese

Normalmente la Tokyo Tower viene visitata da una media di 2.3 milioni di turisti all’anno.
Ora che siamo nel pieno della pandemia, la torre è stata chiusa per un periodo.
Tuttavia, attualmente si cerca di tenere aperta, avendo cura del rispetto sia di distanziamento sociale che dei protocolli di sicurezza.
Per esempio a noi è stata presa la temperatura, prima di essere ammesse al suo interno e si entrava solo in piccoli gruppi.
marzia tokyo tower
Anche se tanti la conoscono visivamente, ci sono diverse cose che le persone non sanno.
In questo articolo parliamo delle cose che non sai sulla Tokyo Tower: storia del simbolo della capitale giapponese.
marzia all'interno della Tokyo Tower di Tokyo in posa davanti alla sagoma della torre bianca e rossa

La Tokyo Tower è simbolo dell’era Showa

Fortemente voluta dal fondatore Hisakichi Maeda e dall’architetto Tachū Naitō, la Tokyo Tower è stata costruita nello Shiba Park – quartiere Minato – nel 1958 come simbolo di forte crescita economica dell’era Showa.
foto in cornice nella Tokyo Tower dell'architetto tachū Naitō
L’architetto Tachū Naitō
Inoltre, la sua funzione era di unificare le torri radio delle trasmissioni pubbliche.
Anche se con la costruzione della Tokyo Sky Tree la torre ha perso la funzione di torre radiofonica, la sua bellissima forma che sovrasta il centro della città, continua a renderla uno dei simboli di Tokyo più amati e conosciuti nel mondo.
foto in cianco e nero di Hisakichi Maeda fondatore della Tokyo Tower
Il fondatore Hisakichi Maeda

La “Tokyo Tower” in realtà non si chiama così

Anche se tutto il mondo conosce l’iconica torre tokiense come “Tokyo Tower”, in realtà è solo il suo soprannome.

Il nome ufficiale della torre è infatti “Japan Radio Tower” e in realtà i cittadini la conoscevano più spesso come “Showa Tower”.

Negli anni Cinquanta del secolo scorso, dopo l’emittente televisiva NHK, le stazioni televisive giapponesi hanno aperto i battenti una dopo l’altra nell’area di Tokyo.

pannello esplicativo della Tokyo Tower con tachū Naitō

Tuttavia, ciascuna stazione trasmetteva onde radio dalla propria torre radio.

Quindi in previsione dell’aumento del numero di televisori e di nuove emittenti, si decise la costruzione di una torre radio completa per integrare assieme tutte le torri radio delle varie reti.

Dalla Tokyo Tower si gode di vista spettacolare dall’osservatorio che domina la pianura di Kanto.

Inoltre, intorno alla torre, ci sono molti luoghi storici come il Tempio Zojoji, dove riposano gli shogun della famiglia Tokugawa.

 

pannello esplicativo nella Tokyo Tower Hisakichi Maeda

La Tokyo Tower non è rossa

L’altezza della Tokyo Tower è ben 333 metri, ovvero la dimensione necessaria per trasmettere le onde radio.

Anche se tutti pensano che la torre sia rossa dipinta alternativamente con il bianco, in realtà il suo colore è l'”International Orange”.

Si tratta del colore scelto per legge per facilitare il riconoscimento dell’edificio da parte degli aeromobili.

Nel video che segue potete vedere parte della nostra esperienza!

La Tokyo Tower è stata costruita “a mano”

La strada per il completamento della Tokyo Tower è stata zeppa di difficoltà.

Il progetto è stato realizzato in soli tre mesi, senza ausilio di computer o calcolatori.

La sua costruzione effettiva è durata solo 18 mesi! 

La data dell’inaugurazione era stata scelta, addirittura prima dell’inizio dei lavori.

All’epoca, costruire una torre d’acciaio alta più di 300 metri era una vera e propria impresa.

 

tokyo tower di notte

La maggior parte dei lavori di costruzione sono stati eseguiti manualmente da artigiani: davvero impensabile oggi!

Ci hanno lavorato costantemente almeno 400 persone 24 ore su 24, per un totale di  220 mila lavoratori.

 

tokyo towe notte 2

La sua struttura è altamente antisismica, anche se è stata costruita più di 60 anni fa.

In un primo momento, la torre doveva essere costruita nel parco di Ueno, poi si è scelta la posizione attuale per la durezza del terreno.

 

marzia ed elina sulla tokyo tower con lo sfondo il mio viaggio in giappone traveltherapists

La Tokyo Tower è fatta anche di carri armati 

Forse avrete sentito dire che “la Tokyo Tower è fatta di carri armati”. E’ proprio così. All’epoca, il ferro fu ricavato dallo smantellamento dei vecchi carri armati delle precedenti guerre, compresa quella di Corea.

Fu utilizzato principalmente per il ponte principale (il grande osservatorio).

 

marzia dentro la Tokyo Tower il mio viaggio in giappone traveltherapists

La Tokyo Tower conteneva un Acquario

All’interno della Tokyo Tower, a destra della piattaforma dell’ascensore, fino a qualche anno fa, esisteva un grande acquario.
I pesci erano classificati per habitat: inclusi pesci tropicali rari, delle Americhe, dell’Europa, dell’Africa, dell’Asia, dell’Oceania, ma anche dal Giappone. 
Venivano allevati 50 mila pesci d’acqua dolce di 900 specie ed era anche possibile acquistarli sul posto.
Ora questo acquario è chiuso definitivamente perché è stato spostato nella Tokyo Sky Tree.
La baia di Tokyo vista dalla Tokyo Tower il mio viaggio in giappone traveltherapists

La Tokyo Tower ha due osservatori

La vista dall’osservatorio che domina il centro città e la fantastica illuminazione che si staglia nel cielo notturno, sono simboli celebri di Tokyo.
Per salire agli osservatori, si prende l’ascensore trasparente che dal piano terra in un minuto, raggiunge il primo piano dove si trova il primo deck che si trova a 150 metri dal suolo.

Qui potrete godere di una vista travolgente unica del centro città!

Vi raccomandiamo la finestra panoramica al primo piano del grande osservatorio.
Una parte del pavimento è rivestita di vetro e si può camminare guardando sotto, all’altezza di 145 metri. Vi confesso che vengono le vertigini!
il pavimento di vetro della Tokyo Tower da cui si vede l'altezza della torre
Il pavimento di vetro della Tokyo Tower
Oltre a questo, c’è un bar con un palco speciale dove in tempi normali, si tengono spettacoli dal vivo jazz e pop ogni settimana.
Il secondo osservatorio si trova più in alto, a 223,55 metri.
Da qui si può godere della vista sulla vasta pianura di Kanto, inclusi il Monte Fuji, Tanzawa e la penisola di Boso.
studentesse giapponesi ammirano il panorama della Tokyo Tower
Studentesse giapponesi estasiate di fronte al panorama della Tokyo Tower (sulla destra il mio riflesso mentre scatto).
Sembra di essere su un aereo durante le fasi di decollo e atterraggio.
Essendo nel centro della città, i grattacieli attorno con un’altezza di 30 o più piani, vengono visti come più bassi.
Anche se la Tokyo Sky Tree è più alta, non offre lo stesso spettacolo di grattacieli, dato che ha pochi edifici intorno.
tramonto dalla Tokyo Tower il mio viaggio in giappone traveltherapists

La Tokyo Tower ha un “velo di diamanti” di luci 

La Tokyo Tower è bellissima di notte, quando l’illuminazione crea un fantastico cielo notturno a Tokyo.

Le luci sono bianco freddo in estate e arancione caldo in inverno.

Ma il clou è l’illuminazione chiamata “Diamond Veil”, al sabato e i giorni festivi.
Infatti con un totale di 17 livelli di luce – che cambiano in 7 colori come rosso, verde, blu e viola rossastro – la torre assume un aspetto davvero suggestivo e romantico.
Inoltre, durante le vacanze di fine anno e di Capodanno, i numeri del calendario occidentale sono proiettati all’esterno del vetro della finestra del grande osservatorio.
L’ora di illuminazione va dal tramonto a mezzanotte, mentre il velo di diamanti solo dalle 20 alle 22. Tutte le info, le trovate sul sito della Tokyo Tower!
 diamond veil

Ai piedi della torre si trova il Tempio Zojoji

Il tempio Zojoji fu costruito per la prima volta nella zona di Kojimachi nel 1393.

Fu spostato dopo essere stato protetto come tempio di famiglia dello shogunato Tokugawa nel periodo Edo.

 

vista sul tempio Zojoji

Assieme allo scenario della Tokyo Tower, il tempio crea una suggestiva composizione che simboleggia il continuo intrecciarsi tra il vecchio e il nuovo di Tokyo.

 

Inverno 2021: Tokyo eSports Gate e TOKYO TOWER apriranno il più grande stadio di eSport del Giappone 

Ai primi di aprile 2021, Tower Tower e Tokyo eSports Gate Co., Ltd. hanno annunciato un nuovo progetto.

Infatti, stanno sviluppando un’attività che sincronizza reale e digitale nel campo dell’intrattenimento incentrato sugli eSport.

Un importante parco a tema per gli e-sport sarà sviluppato nella Tokyo Tower Foot Town attraverso una collaborazione tra Tokyo e-sports Gate Co., Ltd., fondata lo scorso anno, e TOKYO TOWER Co., Ltd.

Il progetto è il primo del “TOKYO ESPORTS GATE PROJECT” lanciato da Tokyo eSports Gate, che utilizza la vasta area del sito di circa 5600 mq dell’area commerciale della Tokyo Tower e collabora con le strutture vicine.

L’intera struttura è pianificata e progettata come un unico spazio di intrattenimento. L’obiettivo è di attirare un pubblico di ragazzi e ragazze di un’età compresa fra adolescenza fino ai 30 anni , ma siamo sicure che piacerà a persone di tutte le età!

 

 

logo rosso teg project tokyo tower

 

Se quello che avete letto, vi è piaciuto, seguiteci sulla nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio in Giappone”!

Ci trovate anche su Instagram sul nostro canale Traveltherapists!

 

 

Marzia Parmigiani

 

Altro, in questo blog di viaggio:

 

In Giappone si celebra la Pasqua?

 

Demon Slayer: guida alle location di Kimetsu no Yaiba in Giappone

 

Perché in Giappone si dice Kanpai quando si fa un brindisi?

 

La Travel Therapy: come il viaggio diventa terapia

 

Ci sono differenze fra le bacchette cinesi giapponesi e coreane?

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *