Dal Giappone arriva la mascherina anti Coronavirus per mangiare nei ristoranti

Tempo di lettura: 3 minuti

Dal Giappone arriva la mascherina anti Coronavirus per mangiare nei ristoranti

Da un’iniziativa partita da Toppan Printing Co. e Suntory Liquors Ltd, un’équipe di ricercatori giapponesi, ha sviluppato un nuovo tipo di mascherina particolarmente efficace.
Dal Giappone arriva la mascherina anti Coronavirus per mangiare nei ristoranti.
Questo dispositivo può rappresentare un’ancora di salvezza per l’industria della ristorazione giapponese (e non solo). 
In Giappone come nel resto del mondo, gli esercizi commerciali come ristoranti e bar sono stati duramente colpiti.
Lavorare all'estero: quali sono i paesi che pagano di più? tokyo
Tokyo, Giappone

La nuova mascherina consente di mangiare nei ristoranti e ridurre del 70% la diffusione delle goccioline emesse

Le schermature per il viso sviluppate assieme all’istituto di ricerca Riken di Kobe (creatore di Fugaku, il super computer più veloce del mondo), rappresentano la possibilità concreta per tutelare l’industria della ristorazione giapponese.
Il prototipo della mascherina, adatta per coloro che mangiano in pub e ristoranti, può bloccare efficacemente le goccioline trasportate dall’aria.
In questo modo si riduce notevolmente l’esposizione al Coronavirus nei contesti sociali dei locali pubblici.
Qui potete vedere il video ufficiale (è in giapponese, ma si riesce a intuire il senso).
Facendo una simulazione utilizzando il supercomputer Fugaku, il design di questa nuova mascherina può bloccare il 70% delle goccioline, impendendo di diffondersi nell’aria.
simulazione propagazione aerosol goccioline aria
Simulazione della propagazione delle goccioline nell’aria con e senza mascherina

Come sono fatte le nuove mascherine Toppan fatte in Giappone per mangiare nei ristoranti?

Con un design che copre un’area più ampia dal mento al naso, queste mascherine sono realizzate in materiale termoplastico e trasparente.
Il rivestimento che copre la bocca può essere facilmente spostato di lato, in modo che le persone possano mangiare mentre le indossano. 
Il prodotto, che protegge anche gli occhi, è ora in fase di sperimentazione in diversi ristoranti nell’area di Tokyo.
nuova mascherina anti covid19 giappone traveltherapist3
Il prototipo della mascherina per mangiare fuori made in Japan

Il progetto finale della mascherina giapponese della Toppan Printing Co. e Suntory Liquors Ltd. sarà disponibile gratis per il pubblico

La volontà dell’équipe di ricerca è di rendere disponibile gratuitamente al pubblico il progetto finale, affinché qualsiasi produttore possa produrlo. 
E’ volontà dei produttori di far sì che queste mascherine siano ampiamente diffuse in tempo per i bōnenkai di dicembre (le tradizionali feste alcoliche di fine anno).

nuova mascherina anti covid19 giappone traveltherapist2

La crisi della ristorazione in Giappone creata dal Coronavirus

Sebbene la ristorazione giapponese abbia registrato una certa ripresa da luglio grazie agli ordini da asporto nei fast food, gli izakaya (tipici locali giapponesi) e altri ristoranti che servono principalmente bevande alcoliche e snack dopo l’orario di lavoro, sono stati gravemente colpiti.
Infatti le vendite sono scese attorno al 40% rispetto al 2019.
nuova mascherina anti covid19 giappone traveltherapist4
Il progetto di Toppan Printing Co. e Suntory Liquors Ltd. è un tentativo di rianimare un settore, quello della ristorazione, gravemente colpito dalla pandemia di Covid-19.
Infatti, come nel resto del mondo, anche in Giappone le persone stanno lontane dai locali pubblici per timore di essere contagiati.
Speriamo che questo prototipo possa essere diffuso in tutto il mondo per favorire efficacemente l’utilizzo di un dispositivo che potrebbe essere indossato mentre si mangia fuori e aiutare anche da noi un settore davvero in crisi.
Marzia Parmigiani
Altro, in questo blog di viaggio:

Un pensiero su “Dal Giappone arriva la mascherina anti Coronavirus per mangiare nei ristoranti

  1. Valentina dice:

    I giapponesi sono sempre avanti, non c’è che dire! Chissà se arriverà anche qui da noi questo tipo di mascherina, non sembra molto comoda ma se serve a ridurre le possibilità di contagio va benissimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *