Furusato parola giapponese che esprime malinconia e gioia contemporaneamente

Tempo di lettura: 9 minuti

Furusato parola giapponese.

Furusato parola giapponese che esprime malinconia e gioia contemporaneamente

C’è un elemento nella cultura giapponese che ci è rimasto particolarmente impresso, sintetizzato dal termine furusato. È semplice nella pronuncia e nella traduzione, ma ricco di significato.

Furusato parola giapponese. Cosa significa furusato?

Furusato si traduce più o meno come “vecchia città natale”, ma per la maggior parte dei giapponesi questo non riesce a catturarne tutta l’essenza. Una traduzione più sfumata potrebbe essere “un luogo caro dei ricordi della prima infanzia”.

Per differenziare, shusshin, è la parola comune per discutere del luogo di nascita o della città dell’infanzia di qualcuno nelle conversazioni quotidiane. Al contrario, furusato ha un significato più profondo e poetico, come discuteremo di seguito. In questo articolo scopriremo furusato parola giapponese che esprime malinconia e gioia contemporaneamente.

Prima di continuare, per essere sempre informati sugli aggiornamenti in merito a curiosità sul Giappone, cultura giapponese, migliori hotel di Tokyo dove dormire a Tokyo e consigli sull’organizzazione dei viaggi in Giappone, suggeriamo di visitare e seguire la nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio In Giappone”.

A proposito se stai organizzando il tuo viaggio in Giappone (o in qualsiasi altro paese del mondo) e desideri avere un codice sconto assicurazione di viaggio, ti consigliamo Heymondo che ti regala il 10% di riduzione sul prezzo, solo per essere lettore di Traveltherapists!

Inizia il tuo viaggio nella lingua e nella cultura giapponese oggi stesso con il CODICE SCONTO DEDICATO.

Scopri la magia del Giappone dal comfort di casa tua con il miglior corso di giapponese totalmente online sul sito https://www.giapponeseonline.com/

⚠️IL NOSTRO CODICE: ILMIOVIAGGIO-TUONOME⚠️

Per te, lettore di Traveltherapists e Il Mio Viaggio In Giappone, una speciale offerta: 3 MESI GRATUITI IN PIU’ dopo l’anno di corso al costo di soli 130,00 euro.

Come si scrive furusato in giapponese?

Furusato ha diverse rappresentazioni kanji, ma 古里 è quello più comune. In questo, il primo carattere, furu (古), si trova in parole che significano “tempi passati”, e il secondo, sato (里), significa “villaggio” o “casa di campagna”. È anche comune vedere furusato in hiragana (ふるさと), piuttosto che in kanji. Questo anche perché sembra maggiormente collegato all’infanzia (visto che la letteratura per bambini utilizza spesso gli hiragana). L’importanza di questo collegamento sarà presto chiara. Furusato incarna un connubio di sentimenti. Evoca un ricordo agrodolce dell’innocenza passata e di tempi più semplici, portando allo stesso tempo un senso di calore e ricordi cari con i familiari. Per noi rappresenta il desiderio di un rifugio idilliaco, un luogo caldo e pieno di giornate splendide.

Shirakawago, Gifu

Furusato parola giapponese. Nostalgia e furusato

L’equivalente in italiano potrebbe essere “nostalgia”, che deriva dal greco nóstos. La parola “nóstos” significa “ritorno” o “ritorno a casa”. Si riferisce spesso a un tema ricorrente nella letteratura greca antica, in particolare nell’Odissea di Omero, dove il protagonista, Ulisse, compie un viaggio lungo e pericoloso per tornare a casa dopo la guerra di Troia.

Il concetto di “nóstos” rappresenta il desiderio profondo di ritornare alla propria terra o casa dopo un lungo periodo di lontananza o avventure. È un termine che può avere connotazioni emotive e simboliche nella cultura greca e nella letteratura.

Tuttavia, la nostalgia non comprende pienamente la profondità emotiva e l’attrazione più profonda del furusato.

Furusato risuona con molti, specialmente nel nostro frenetico mondo moderno e si può tradurre in una vita meno frettolosa, libera dalla costante corsa e dal trambusto. Un’esistenza più semplice dove la gioia nasce dalle piccole cose assieme ad uno stile di vita più naturale, ispirato ai ritmi della terra. Una vita orientata alla comunità, con legami più forti con i vicini e i gruppi locali.

Un ambiente più personale, caratterizzato da sorrisi genuini, saluti amichevoli e un contatto visivo significativo.

Nelle vivaci metropoli come Tokyo, Osaka e Fukuoka, questo desiderio nostalgico è particolarmente toccante. Man mano che queste città si espandono, altre parti del Giappone si stanno spopolando. In risposta, quasi tutte le città più piccole al di fuori delle grandi metropoli hanno avviato programmi per attirare le persone a “scoprire il loro nuovo furusato”.

A Tokyo, il Centro di supporto al ritorno nella città natale (Furusato Kaiki Shien) si concentra su questo obiettivo. Muniti di esperti per ciascuna prefettura, soddisfano questo desiderio.

gokayama il mio viaggio in giappone traveltherapists

Gokayama, Toyama

La loro missione è assistere i potenziali migranti nel trovare la loro posizione ideale al di fuori dell’espansione urbana, guidandoli attraverso opportunità di lavoro, alloggi temporanei e acclimatazione a una nuova comunità.

Ogni anno, il Centro di supporto ospita un incontro per i rappresentanti delle comunità locali di tutto il Giappone, creando una piattaforma per promuovere le loro città. L’ultimo evento si è svolto il 17 settembre 2023, con la partecipazione di circa 350 amministrazioni locali. Questa fiera ha attirato 20.000 persone interessate a trasferirsi, offrendo loro la possibilità di informarsi, ascoltare e raccogliere informazioni. Dal 2008, il Support Center ha condotto con successo queste fiere annuali e consultazioni individuali.

I turisti in Giappone sono spesso affascinati dai villaggi appartati di montagna di Shirakawago e Gokayama, perfette illustrazioni dell’ideale furusato. Questi luoghi vantano antiche abitazioni dal tetto di paglia immerse in rigogliosi giardini e risaie. La gente del posto coltiva in modo collaborativo e celebra i raccolti con feste tradizionali con musica e danza, presentando un’immagine di una vita perfetta e serena.

donna-anziana-niigata-il-mio-viaggio-in-giappone-traveltherapists

Il Giappone è pieno di luoghi incantevoli, spesso presenti in programmi di viaggio che attirano turisti sia locali che internazionali. Queste visite offrono un assaggio dello spirito furusato, una tregua dalla vita di tutti i giorni, come fare un salto in un’epoca passata.

Questo fascino nostalgico e rurale è anche un tema importante nelle opere di Hayao Miyazaki e dello Studio Ghibli, dove sono spesso raffigurati villaggi così pittoreschi.

Shirakawa go in autunno

Furusato parola giapponese. Kokoro no furusato

Eppure, c’è un aspetto più profondo e autentico nel furusato che trascende questi idilliaci luoghi del patrimonio. Furusato evoca un misterioso legame tra ciò che ci circonda e la nostra percezione di sé. Simboleggia come la geografia si intreccia con la propria vera essenza. Questo concetto è spesso definito kokoro no furusato 心の故郷. Il termine kokoro è complesso e incarna l’amalgama del proprio spirito genuino: cuore, persona, nucleo emotivo e sé interiore.

Se abbinato al furusato, kokoro no furusato si traduce come “la patria del cuore”. Trasmette quel sentimento unico di serenità e concordanza con se stessi legato ad un certo tempo e luogo.

kokoro no furusato il mio viaggio in giappone traveltherapists

Un’immagine evocativa del concetto di kokoro no furusato

Per molti, la traiettoria della vita è emotivamente ancorata al furusato. Il nostro viaggio inizia in una dimora amata, nel mezzo dell’esplorazione con i coetanei, allevati fino all’età adulta dalla famiglia e dai mentori. Quindi navighiamo nel mondo più ampio, privati di quelle prime garanzie, abbracciando nuove attività professionali e personali. Durante questo viaggio, potremmo incontrare battute d’arresto o rimanere disincantati dal rigore della vita.

In questi momenti emerge spesso un desiderio nostalgico di tempi più semplici.

Questa esplorazione approfondisce un altro livello, concentrandosi su una cara melodia popolare giapponese, giustamente intitolata “Furusato”.

Furusato parola giapponese. Quando nasce la canzone furusato?

Nata nel 1914, durante la fase finale dell’era Meiji, la canzone “Furusato”, nata come brano per bambini, emerse in una società trasformata dai progressi industriali del vapore, dell’acciaio, dell’elettricità e delle ferrovie. Questo periodo segnò un passaggio significativo dallo stile di vita rurale a quello urbano per i lavoratori che guidarono questa rivoluzione industriale. Inoltre, quest’epoca vide la diaspora giapponese diffondersi in regioni come le Hawaii, il Brasile e altri paesi vicini, mentre il Giappone perseguiva una politica di espansione imperiale in tutta l’Asia. Questo periodo di cambiamento ha visto le persone abbandonare i modi tradizionali e adattarsi a nuove sfide, probabilmente evocando una diffusa nostalgia per tempi più semplici.

Nelle parole toccanti, il terzo verso della seconda strofa tocca sottilmente le sfide della vita, mentre il quarto verso trasmette un profondo desiderio per la propria città natale:

“In mezzo alla pioggia, in mezzo al soffio del vento, Mi fermo e ricordo la casa della mia infanzia”.

Inoltre, cantare “Furusato” in onore di coloro che se ne sono andati è diventato il loro metodo per salutarsi. È come una ninna nanna rilassante, le loro voci alleviano il loro dolore, offrendo conforto a se stessi e ai defunti con la speranza che il calore e la familiarità della loro vecchia città natale attendono dall’altra parte.

Nel tempo, al concetto di furusato sono stati dedicati un altro brano delle Morning Musume (モーニング娘, 1999), una band giapponese femminile e un film diretto da Yoji Yamada (1972).

Considerazioni chiave

In questo articolo abbiamo esplorato Furusato parola giapponese che esprime malinconia e gioia contemporaneamente. In definitiva, furusato incarna quel legame speciale tra un luogo e la propria essenza interiore. Rappresenta i ricordi più cari dell’infanzia e della giovinezza in un ambiente familiare. Simboleggia la tranquillità della vita di campagna in contrasto con il trambusto frenetico della città. Il concetto di furusato ci ricorda l’importanza di preservare un senso di comunità e di coltivare legami profondi con il luogo in cui viviamo. In un mondo sempre più globalizzato e frenetico, la saggezza di furusato può guidarci verso una vita più appagante e in armonia con noi stessi e con gli altri.

firma marzia parmigiani

Bibliografia

Hashimoto, A. (2003). Furusato Japan: The culture and politics of nostalgia. International journal of politics, culture and society, 16(3), 494-518.

Robertson, J. (1991). Native and newcomer: making and remaking a Japanese city. University of California Press.

Creighton, M. (1997). Consuming rural Japan: The marketing of tradition and nostalgia in the Japanese travel industry. Ethnology, 36(3), 239-254.

Dove dormire a Tokyo? Migliori Hotel 

BELLUSTAR TOKYO, A Pan Pacific Hotel

HOTEL GROOVE SHINJUKU, A PARKROYAL Hotel

Hotel Emit Shibuya

Ai Hotel Keikyu Kamata

Hotel Emit Shibuya – Vacation STAY 40894v

Shibuya Tobu Hotel

The Millennials Shibuya

Shibuya Creston Hotel

Hotel Wing International Premium Shibuya

sequence MIYASHITA PARK / SHIBUYA

Hotel Owl Tokyo Shinbashi

bnb+ Kanda Terrace Ogawamachi

 

 Migliori Hotel a Ikebukuro

 Henn na Hotel Tokyo Asakusabashi

ID STAY Ikebukuro 

Sunshine City Prince Hotel Ikebukuro

Hotel Wing International Ikebukuro

Tokyu Stay Ikebukuro

Restay Frontier (Adult Only)

Hotel VARKIN Ikebukuro

Hotel Wing International Select Ikebukuro

APA Hotel Ikebukuro Eki Kitaguchi

HOTEL MYSTAYS Higashi Ikebukuro

Hotel Metropolitan Tokyo Ikebukuro

 

Top hotel Ueno per qualità prezzo

Tabata Oji Hotel

GUEST HOUSE SaKURa

Time Sharing Stay Asakusa

Tabist ヒロマスホテル 上野

unito CHIYODA

 

Migliori hotel a Yokohama

PROSTYLE Ryokan Yokohama Bashamichi

Sotetsu Fresa Inn Yokohama Higashiguchi

APA Hotel & Resort Yokohama Bay Tower

Hotel Resol Yokohama Sakuragicho

Hotel Edit Yokohama

Chisun Hotel Yokohama Isezakicho

Hotel New Grand

InterContinental Yokohama Grand IHG Hotel

Richmond Hotel Yokohama-Bashamichi

Oakwood Suites Yokohama

Dove dormire a Kyoto? Top hotel di Kyoto

Laon Inn Gion Nawate

FUGASTAY Shijo Omiya

Randor Residential Hotel Kyoto Suites

Daiwa Roynet Hotel Kyoto Grande – former Daiwa Royal Hotel Grande Kyoto

Hotel Alza Kyoto

MUNI KYOTO

Kyoto Shijo Takakura Hotel Grandereverie

Kyomachiya Suite Rikyu

Nagi Kyoto Shijo

FOTO: Credit by Depositphotos.com

Altro, in questo blog di viaggio:

 

Maleducazione sui treni in Giappone: indagine rivela i comportamenti più scortesi

 

Yamaguchi fra i 52 posti da visitare del New York Times nel 2024

 

100 anni di Hachiko: il Giappone celebra l’amato cane akita famoso in tutto il mondo

 

La statua in Giappone della bambina con i libri non è in Giappone

 

Jinjitsu in Giappone: la festa dell’Uomo del 7 gennaio

 

Giappone: ecco perché il kanji simbolo del 2023 è zei che significa tasse

 

Perché visitare il Giappone nel 2024? 5 novità entusiasmanti

 

Natale in Giappone guida: tradizioni luoghi e attività festive

 

Buoni propositi 2024: imparare il giapponese con il miglior corso online

 

Kabukicho Tower Shinjuku: primo grattacielo del Giappone progettato da una donna

 

Quali sono i migliori whisky giapponesi?

 

Come distinguere giapponesi coreani e cinesi?

 

I torii più iconici del Giappone

 

5 Fatti sul Giappone da sapere prima di un viaggio

 

Perché i giapponesi fanno una fila così ordinata?

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

Pocket Wi-Fi Giappone: come funziona? Ecco perché scegliere Sakura Mobile

 

Perché i tatuaggi sono proibiti negli onsen del Giappone?

 

Blog Giappone

 

Miglior blog di viaggio

 

Il Mio Viaggio In Giappone

 

Assicurazione viaggio Giappone

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!