Giappone: studenti alle prese con la dipendenza da web e videogiochi

Tempo di lettura: 3 minuti

Giappone: studenti alle prese con la dipendenza da web e videogiochi

In tutto il mondo, la chiusura prolungata della scuola ha portato i bambini a trascorrere più tempo su Internet e a giocare ai videogiochi.
La cosa è diventata particolarmente problematica in Giappone. 
Alcuni esperti giapponesi temono che le chiusure scolastiche prolungate, peggiorino la situazione. Infatti, a causa della diffusione del Coronavirus, la dipendenza da Internet e videogiochi sta aumentando.
Uno studio rivela che molti bambini e adolescenti giapponesi, stiano già passando troppo tempo incollati su smartphone e altri dispositivi.

Giappone: studenti alle prese con la dipendenza da web e videogiochi

I dati recenti sulla dipendenza da internet e Gaming in Giappone

E’ stato fatto un sondaggio, su un campione di 8464 studenti universitari. Lo studio, condotto tra il 27 marzo e il 6 aprile da TesTee Inc., una società con sede a Tokyo che sviluppa app per sondaggi, rivela dati sconcertanti.
Il 71% degli studenti delle scuole superiori e il 72% degli studenti delle scuole medie ha dichiarato di passare ancora più tempo online del solito.
Oltre l’80% di loro, ha dichiarato di trascorrere più tempo su YouTube. Inoltre, fra il 40% al 50% ha detto di passare quasi tutto il tempo libero sui videogame.
Il sondaggio dice inoltre che il 43% degli studenti di medie e il 33% delle superiori, avevano trascorso molto tempo a giocare a casa su dispositivi diversi dagli smartphone.

Le parole degli esperti di dipendenza patologica da internet in Giappone

“I bambini senza i soliti obiettivi delle attività dei club o gli esami, sono facile preda di altri tipi di dipendenza”, ha dichiarato Miki Endo, rappresentante di Angels Eyes, un’organizzazione privata che fornisce supporto per la dipendenza patologica dal web.
Endo ha detto che “Probabilmente c’è stato un aumento del numero di bambini che si isolano online e nei videogiochi, dopo aver perso di vista i loro obiettivi. Questo durante la chiusura delle scuole e quando molte altre attività sono limitate.”
Alcune persone hanno consultato l’organizzazione sulla loro incapacità di impedire ai bambini di guardare video online durante la pandemia, ci sono state anche storie positive.
Diversi genitori che stanno ancora lavorando da casa, sono in grado di monitorare quanto tempo i loro figli trascorrono online.
 “Per i bambini, Internet e i giochi sono anche importanti metodi di comunicazione, quindi il ruolo dei tutori nel monitoraggio del loro utilizzo è importante”, ha affermato Endo.
giappone: Studenti alle prese con la dipendenza da web e videogiochi

Come evitare che gli studenti diventino dipendenti da internet?

Per evitare che gli studenti diventino dipendenti da internet, Endo e altri esperti suggeriscono alcuni punti.
I genitori devono fissare limiti di tempo sia per la visione dei video che per il gioco online.
Inoltre, i genitori devono assicurarsi che i bambini mantengano la loro routine. Devono rispettare normali cicli di sonno e ritmi quotidiani, e devono creare una lista di cose da fare, mentre le scuole sono chiuse.
Susumu Higuchi, capo del Centro medico e di dipendenza di un ospedale giapponese che fornisce cure specialistiche per la dipendenza, mostra la sua preoccupazione.
Ha affermato che mentre non ha visto alcun cambiamento significativo nella composizione dei pazienti, potrebbero esserci ancora ricadute da chiusure scolastiche estese.
Higuchi ha affermato “È possibile che ci sarà un aumento dei bambini che sono stati scartati dal loro ritmo quotidiano e che non sono in grado di tornare alla vita normale dopo la riapertura delle scuole.

Fonte: Japan Times

Marzia Parmigiani
Altro, in questo blog di viaggio:

4 pensieri su “Giappone: studenti alle prese con la dipendenza da web e videogiochi

  1. Marilù dice:

    Eh esatto, non solo gli studenti Giapponesi ma quelli di tutto il mondo rischiano di cadere nella trappola dei videogiochi, bisognerebbe trovare altri interessi coltivare altre passioni.

  2. Daniele & Marilena dice:

    Noi siamo sempre stati attratti dal Giappone, dalla sua cultura e dal suo cibo ma bisogna ammettere che come popolazione sono davvero molto strani e con grossi problemi di socialità…
    Noi siamo rimasti impressionati dalle persone che passano ore dentro le sale giochi e da altri comportamenti che li tengono lontani dalla “realtà”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *