Guida turistica di Kumamoto in Giappone

Tempo di lettura: 9 minuti

Kumamoto Giappone.

Guida turistica di Kumamoto in Giappone

Situata sull’isola di Kyushu, Kumamoto è una città ricca di storia, cultura e bellezze naturali. Nota per il suo maestoso castello, i giardini vivaci e la deliziosa cucina locale, Kumamoto offre un mix unico di Giappone tradizionale e moderno. Questa guida turistica esplorerà il significato storico di Kumamoto, i periodi migliori per visitarla, come arrivarci, cosa mangiare e acquistare, cosa aspettarsi e le attrazioni e le attività imperdibili.

Prima di continuare, per essere sempre informati sugli aggiornamenti in merito a curiosità sul Giappone, cultura giapponese, migliori hotel di Tokyo dove dormire a Tokyo e consigli sull’organizzazione dei viaggi in Giappone, suggeriamo di visitare e seguire la nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio In Giappone”.

A proposito se stai organizzando il tuo viaggio in Giappone (o in qualsiasi altro paese del mondo) e desideri avere un codice sconto assicurazione di viaggio, ti consigliamo Heymondo che ti regala il 10% di riduzione sul prezzo, solo per essere lettore di Traveltherapists!

Inizia il tuo viaggio nella lingua e nella cultura giapponese oggi stesso con il CODICE SCONTO DEDICATO.

Scopri la magia del Giappone dal comfort di casa tua con il miglior corso di giapponese totalmente online sul sito https://www.giapponeseonline.com/

⚠️IL NOSTRO CODICE: ILMIOVIAGGIO-TUONOME⚠️ 

mascotte kumamon città di kumamoto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Kumamon – la mascotte di Kumamoto

Storia di Kumamoto Giappone: antiche origini

La ricca storia di Kumamoto risale a tempi antichi, in particolare al periodo Jomon (14.000-300 a.C.). Quest’epoca è caratterizzata da una cultura di cacciatori-raccoglitori, nota per la sua ceramica distintiva e le prime pratiche agricole. I siti archeologici di Kumamoto rivelano che la regione era abitata da queste prime comunità, che hanno lasciato dietro di sé manufatti come utensili in pietra, frammenti di ceramica e prove di primi insediamenti. Seguì il periodo Yayoi (300 a.C.-300 d.C.), che introdusse tecniche agricole più avanzate e l’uso del bronzo e del ferro, sviluppando ulteriormente il panorama culturale ed economico della regione.

Durante il successivo periodo Kofun (300-538 d.C.), caratterizzato dalla costruzione di grandi tumuli funerari, Kumamoto continuò a essere un’area importante. Questi tumuli, o kofun, furono costruiti per i capi regionali e indicano la presenza di una società strutturata con una leadership gerarchica. La provincia di Higo, come era conosciuta in quei tempi, era strategicamente significativa per le sue terre fertili e la vicinanza ad altre regioni importanti del Kyushu.

Era feudale e castello di Kumamoto Giappone

L’era feudale è il periodo più notevole nella storia di Kumamoto, segnato dalla costruzione e dall’importanza del castello di Kumamoto. Il castello fu costruito all’inizio del XVII secolo dal daimyo Kato Kiyomasa, un importante samurai e comandante militare. Kato Kiyomasa, noto per la sua abilità ingegneristica e la sua leadership durante le invasioni coreane sotto Toyotomi Hideyoshi, progettò il castello come una fortezza inespugnabile. Il castello di Kumamoto è rinomato per la sua formidabile architettura, tra cui massicce mura di pietra, ampi fossati e una complessa disposizione di torrette e cancelli progettati per contrastare gli invasori. Il mastio principale, o donjon, si ergeva come simbolo di potere e autorità. Gli sforzi di Kiyomasa trasformarono Kumamoto in una fiorente città-castello, con il castello che fungeva da centro di amministrazione, strategia militare e attività economica. Durante il periodo Edo (1603-1868), il clan Hosokawa prese il controllo del castello dopo la fine della discendenza di Kato Kiyomasa. La famiglia Hosokawa governò per oltre due secoli, contribuendo allo sviluppo culturale ed economico della regione. Erano noti per il loro patrocinio delle arti, tra cui cerimonie del tè, calligrafia e teatro Noh, promuovendo un ricco ambiente culturale a Kumamoto.

Il castello di Kumamoto svolse anche un ruolo significativo durante i tumultuosi periodi del tardo periodo Edo. Divenne un punto focale durante la ribellione di Satsuma del 1877, guidata dal samurai scontento Saigo Takamori contro il governo Meiji. Il castello sopportò un assedio di 53 giorni, dimostrando la sua importanza strategica e la sua resilienza. Nonostante i danni considerevoli subiti durante la ribellione, le sue solide difese impedirono che cadesse nelle mani dei ribelli, sottolineandone l’importanza storica.

Kumamoto Castle in Chuoku, Kumamoto, Japan

Castello di Kumamoto

Storia moderna di Kumamoto: sforzi di restauro

La transizione all’era moderna portò cambiamenti significativi a Kumamoto e al suo iconico castello. Dopo la Restaurazione Meiji del 1868, il Giappone subì una rapida modernizzazione e industrializzazione, con un impatto sulle tradizionali strutture feudali. Il castello di Kumamoto fu parzialmente smantellato e il suo ruolo di roccaforte militare diminuì con l’evoluzione dei sistemi politici e sociali del Giappone. Tuttavia, il XX secolo vide una rinascita dell’interesse nel preservare il patrimonio culturale giapponese. Gli sforzi per restaurare e mantenere il castello di Kumamoto iniziarono sul serio. Il castello subì diversi progetti di restauro per riparare e ricostruire le sue strutture storiche, con l’obiettivo di preservare la sua eredità per le generazioni future.

I terremoti del 2016 furono una battuta d’arresto significativa, causando ingenti danni al castello di Kumamoto. Il mastio principale, i muri in pietra e altre strutture subirono gravi distruzioni. Tuttavia, queste sfide hanno stimolato nuovi sforzi per restaurare il castello, con l’impegno di preservarne il significato storico e culturale. Il lavoro di restauro in corso è una testimonianza della resilienza e della determinazione della gente di Kumamoto nell’onorare la propria eredità.

panoramica di kumamoto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Significato culturale

Il castello di Kumamoto non è solo un monumento storico; è un simbolo culturale profondamente radicato nell’identità della regione. Il castello e le aree circostanti sono stati teatro di vari eventi e festival culturali, come l’annuale Kumamoto Castle Cherry Blossom Festival, che attrae visitatori da tutto il Giappone e oltre.

L’influenza del castello si estende alla cucina locale, alle arti e all’artigianato, con molte tradizioni tramandate di generazione in generazione. La ricca storia e il patrimonio culturale di Kumamoto sono celebrati nei musei, nelle mostre e attraverso le storie e le leggende che continuano a ispirare residenti e visitatori.

Nell’era moderna, Kumamoto è diventata una città vivace, pur mantenendo il suo fascino storico. La città è stata ricostruita e rivitalizzata dopo vari disastri naturali, tra cui i devastanti terremoti del 2016. Oggi, è una testimonianza dello spirito duraturo della sua gente e un centro di cultura e turismo a Kyushu.

Periodo migliore per visitare Kumamoto

Primavera (da marzo a maggio)

La primavera è uno dei periodi migliori per visitare Kumamoto. Il clima è mite e i fiori di ciliegio (sakura) sono in piena esplosione, creando paesaggi pittoreschi. L’annuale Kumamoto Castle Cherry Blossom Festival attrae visitatori da tutto il Giappone.

Estate (da giugno ad agosto)

L’estate a Kumamoto può essere calda e umida, ma è anche la stagione dei festival. Il Festival del fuoco (Hinokuni Matsuri) ad agosto è un evento spettacolare in cui i partecipanti portano torce accese in processione, creando uno spettacolo ipnotizzante.

Autunno (da settembre a novembre)

L’autunno offre temperature più fresche e un foliage meraviglioso. La regione di Aso, con le sue vaste praterie e i paesaggi vulcanici, è particolarmente sbalorditiva in questa stagione. Le foglie autunnali al Suizenji Jojuen Garden e intorno al castello di Kumamoto sono un punto culminante.

Inverno (da dicembre a febbraio)

L’inverno è il periodo meno affollato per visitare Kumamoto, con temperature fresche e occasionali nevicate. Questa stagione è l’ideale per coloro che preferiscono un’esperienza di viaggio più tranquilla e serena. Gli eventi di illuminazione al castello di Kumamoto durante i mesi invernali sono incantevoli.

Come raggiungere Kumamoto

In aereo

L’aeroporto di Kumamoto (KMJ) è la porta d’accesso principale alla città, con voli nazionali dalle principali città giapponesi come Tokyo, Osaka e Nagoya. Sono disponibili anche voli internazionali da alcune destinazioni asiatiche.

In treno

Il Kyushu Shinkansen (treno proiettile) collega Kumamoto a Fukuoka, Kagoshima e altre grandi città sull’isola di Kyushu. Il viaggio da Hakata (Fukuoka) a Kumamoto dura circa 40 minuti. Da Tokyo, puoi prendere il Tokaido-Sanyo Shinkansen per Hakata e poi cambiare per il Kyushu Shinkansen.

In autobus

Gli autobus a lunga percorrenza operano tra Kumamoto e varie città di Kyushu e oltre. Questa è un’opzione conveniente, anche se i tempi di percorrenza sono più lunghi rispetto a treni e voli.

Cosa mangiare a Kumamoto Giappone

Specialità locali

Basashi (sashimi di carne di cavallo): una prelibatezza a Kumamoto, il basashi è servito crudo con salsa di soia e zenzero. È tenero e saporito, spesso gustato con il sake.

Karashi Renkon: radice di loto farcita con senape piccante e pasta di miso, poi fritta. Questo spuntino tradizionale ha una consistenza unica e un tocco piccante.

Taipiien: un piatto di zuppa di noodle di origine cinese con verdure e frutti di mare o carne in un brodo leggero.

Kumamoto Ramen: noto per il suo ricco brodo a base di maiale e le patatine all’aglio, il ramen di Kumamoto è un must per gli amanti del ramen.

basashi sashimi cavallo kumamoto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Basashi

Dolci e dessert

Ikinari Dango: un dolce locale popolare, l’ikinari dango è un raviolo al vapore ripieno di patate dolci e pasta di fagioli rossi.

ikinari dango kumamoto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Ikinari Dango

Musha-gaeshi: un dolce a strati ripieno di pasta di fagioli rossi dolci, che prende il nome dalle mura difensive del castello di Kumamoto.

Musha-gaeshi dolce kumamoto kumamoto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Musha-gaeshi

Cosa acquistare a Kumamoto Giappone

Souvenir e artigianato

Kumamoto-jo: articoli raffiguranti il ​​castello di Kumamoto, tra cui portachiavi, cancelleria e abbigliamento.

Articoli di Kumamon: l’amata mascotte della prefettura di Kumamoto, Kumamon, adorna una vasta gamma di prodotti, dai giocattoli ai prodotti alimentari.

Higo Zogan: artigianato tradizionale con intarsi in metallo, spesso utilizzato per decorare oggetti come vasi, gioielli e utensili da tè.

Cosa aspettarsi a Kumamoto

Cultura ed etichetta

Kumamoto è nota per la sua calorosa ospitalità e la gente amichevole. Sebbene molte persone in città non parlino inglese fluentemente, sono generalmente desiderose di aiutare i visitatori. Imparare alcune nozioni e frasi base di giapponese, possono migliorare la tua esperienza.

Calamità naturali

Kumamoto è soggetta a terremoti, con i terremoti del 2016 che sono stati un recente promemoria dell’attività sismica della regione. È importante familiarizzare con le procedure di sicurezza e rimanere informati sulle condizioni locali durante la tua visita.

Cosa fare a Kumamoto

Esplorare il castello di Kumamoto

Una visita al castello di Kumamoto è d’obbligo. Nonostante i lavori di restauro in corso, parti del castello sono aperte al pubblico. Le imponenti mura in pietra, le torrette e il ricostruito palazzo Honmaru Goten offrono uno scorcio del passato feudale del Giappone.

Giardino Suizenji Jojuen

Questo tradizionale giardino giapponese, fondato nel XVII secolo, presenta una replica in miniatura del Monte Fuji, uno stagno e paesaggi meticolosamente curati. È il luogo perfetto per una piacevole passeggiata o una tradizionale cerimonia del tè.

Giardino Suizenji Jojuen

Monte Aso

Il monte Aso, uno dei vulcani attivi più grandi del mondo, è raggiungibile in breve tempo dalla città di Kumamoto. I visitatori possono prendere una funivia fino al bordo del cratere ed esplorare il circostante parco nazionale Aso Kuju, che offre sentieri escursionistici e viste mozzafiato.

monte aso kumamoto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Monte Aso

Kurokawa Onsen

Per una fuga rilassante, dirigiti a Kurokawa Onsen, una pittoresca città termale incastonata tra le montagne. Le incantevoli locande (ryokan) e i bagni all’aperto (rotenburo) della città offrono una fuga perfetta dal trambusto della vita cittadina.

Kurokawa Onsen

Kurokawa Onsen

Museo delle arti di Shimada

Questo museo espone una collezione di armature, spade e manufatti da samurai, offrendo uno spaccato della cultura guerriera giapponese. Il museo ospita anche mostre speciali durante tutto l’anno.

Shopping a Shimotori e Kamitori

Shimotori e Kamitori sono le principali gallerie commerciali di Kumamoto, che offrono un mix di negozi tradizionali, boutique moderne e ristoranti. Queste strade animate sono perfette per lo shopping di souvenir e per assaggiare spuntini locali.

Festival ed eventi

Kumamoto Castle Cherry Blossom Festival: tenutosi in primavera, questo festival celebra la fioritura dei ciliegi con bancarelle di cibo, spettacoli e illuminazioni notturne.

Hinokuni Matsuri: un festival estivo con sfilate, danze tradizionali e fuochi d’artificio, che celebra il patrimonio culturale di Kumamoto.

Fujisaki Hachimangu Autumn Festival: un evento vivace con sfilate di cavalli riccamente decorati e spettacoli tradizionali.

Conclusione

Kumamoto è una città che fonde magnificamente importanza storica, bellezza naturale e attrazioni moderne. Dall’esplorazione del maestoso castello di Kumamoto e del sereno giardino Suizenji Jojuen alla degustazione di prelibatezze locali e al relax nelle sorgenti termali, Kumamoto offre una vasta gamma di esperienze per ogni viaggiatore. Che tu sia un appassionato di storia, un amante della natura o un buongustaio, Kumamoto ha qualcosa di speciale da offrire. Pianifica la tua visita a questa affascinante città e scopri il fascino unico del cuore di Kyushu.

Se stai cercando un’agenzia viaggi Reggio Emilia, Milano, Parma, Mantova, Roma e nel resto d’Italia, contatta the travel therapist!

firma marzia parmigiani

FOTO: Credit by Depositphotos.com

 

Altro, in questo blog di viaggio:

 

Osaka e Tokyo fra le città più vivibili al mondo

 

Kabukicho Tower Shinjuku: primo grattacielo del Giappone progettato da una donna

 

Quali sono i migliori whisky giapponesi?

 

Come distinguere giapponesi coreani e cinesi?

 

I torii più iconici del Giappone

 

5 Fatti sul Giappone da sapere prima di un viaggio

 

Perché i giapponesi fanno una fila così ordinata?

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

Pocket Wi-Fi Giappone: come funziona? Ecco perché scegliere Sakura Mobile

 

Perché i tatuaggi sono proibiti negli onsen del Giappone?

 

Blog Giappone

 

Miglior blog di viaggio

 

Il Mio Viaggio In Giappone

 

Assicurazione viaggio Giappone

 

pocket wifi Giappone come funziona

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!