Hinamatsuri Giappone: tutto sull’antica festa giapponese

Tempo di lettura: 14 minuti

Hinamatsuri Giappone.

Hinamatsuri Giappone: tutto sull’antica festa giapponese

La celebrazione di Hinamatsuri (雛祭り) noto come Giorno delle bambole o Giorno delle ragazze, è caratterizzato dalle famiglie che espongono una serie di bambole ornamentali (Hina-ningyo) che rappresentano l’Imperatore, l’Imperatrice, gli attendenti e i musicisti nei tradizionali abiti di corte del periodo Heian. La celebrazione non è solo un’esposizione di bambole, ma una tradizione culturale profondamente radicata che incarna il desiderio di una vita prospera e sana per le ragazze. In questo articolo scopriremo Hinamatsuri Giappone: tutto sull’antica festa giapponese.

Prima di continuare, per essere sempre informati sugli aggiornamenti in merito a curiosità sul Giappone, cultura giapponese, migliori hotel di Tokyo dove dormire a Tokyo e consigli sull’organizzazione dei viaggi in Giappone, suggeriamo di visitare e seguire la nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio In Giappone”.

A proposito se stai organizzando il tuo viaggio in Giappone (o in qualsiasi altro paese del mondo) e desideri avere un codice sconto assicurazione di viaggio, ti consigliamo Heymondo che ti regala il 10% di riduzione sul prezzo, solo per essere lettore di Traveltherapists!

Inizia il tuo viaggio nella lingua e nella cultura giapponese oggi stesso con il CODICE SCONTO DEDICATO.

Scopri la magia del Giappone dal comfort di casa tua con il miglior corso di giapponese totalmente online sul sito https://www.giapponeseonline.com/

⚠️IL NOSTRO CODICE: ILMIOVIAGGIO-TUONOME⚠️

Hinamatsuri Japan Girls Day 3 marzo

Quando si celebra Hinamatsuri in Giappone?

Hinamatsuri è una delle tradizioni più pittoresche e amate del Giappone, celebrata ogni anno il 3 marzo. L’usanza nasce da un’antica credenza secondo cui le bambole possedevano poteri sacri e potevano contenere spiriti maligni. Nel tempo si è evoluto in una celebrazione delle giovani ragazze e della virtù femminile.

Il festival affonda le sue origini in antiche usanze e si è evoluto nel corso dei secoli, riflettendo i cambiamenti nella società e nella cultura giapponese. Oggi, Hinamatsuri è celebrato con grande entusiasmo in tutto il paese, con le famiglie che osservano rituali tramandati di generazione in generazione. La giornata è anche un’occasione per riunirsi e gustare cibi e bevande speciali preparati per l’occasione, arricchendo ulteriormente il significato culturale di questa giornata festiva.

Mentre ci addentriamo nel mondo di Hinamatsuri, scopriamo una celebrazione che è molto più di una semplice esposizione di bellissime bambole. È un riflesso dei valori culturali profondamente radicati, del suo rispetto per la tradizione e del suo amore per le giovani generazioni.

Hinamatsuri Giappone tutto sull'antica festa giapponese il mio viaggio in giappone traveltherapists

Hinamatsuri Giappone: sfondo storico

Le origini dell’Hinamatsuri possono essere fatte risalire al periodo Heian, un’epoca in cui l’aristocrazia giapponese si dedicava a raffinate ricerche culturali ed estetiche. Inizialmente, la festa era associata a un’antica usanza giapponese chiamata “hina-nagashi” (bambola galleggiante), secondo la quale bambole di paglia venivano messe a galla su fiumi e ruscelli per portare via gli spiriti maligni e la sfortuna dai bambini. Nel corso del tempo, questa pratica si è evoluta nell’esposizione di bambole ornamentali su piattaforme a più livelli, una tradizione che è diventata il segno distintivo di Hinamatsuri.

Le bambole, meticolosamente realizzate per assomigliare ai membri della corte imperiale, sono disposte su un tappeto rosso, con l’Imperatore e l’Imperatrice posizionati al livello più alto. Sotto di loro è posizionata un’assemblea accuratamente selezionata di attendenti, musicisti e ministri, ciascuna bambola svolge un ruolo specifico in questa gerarchia cortese in miniatura. I costumi dettagliati e gli accessori delle bambole sono ispirati all’abbigliamento cerimoniale della corte Heian, mettendo in mostra la squisita maestria e l’abilità artistica dei produttori di bambole giapponesi.

L’evoluzione dell’Hinamatsuri riflette cambiamenti più ampi nella società giapponese. Dalle sue origini aristocratiche, la festa è diventata una celebrazione diffusa che trascende i confini sociali, celebrata nelle famiglie di tutto il paese. È un giorno che onora le ragazze, augurando loro una vita di felicità e salute.

Anche il significato del festival si è evoluto, diventando un momento in cui le famiglie possono esprimere le proprie speranze per il futuro delle proprie figlie. È una celebrazione che ha resistito alla prova del tempo, adattandosi alle mutevoli dinamiche della società giapponese pur mantenendo i suoi valori e le sue tradizioni fondamentali. Mentre esploriamo ulteriormente i costumi e le pratiche di Hinamatsuri, otteniamo una comprensione più profonda del suo fascino duraturo e della sua importanza nel calendario culturale del Giappone.

hinamatsuri doll day il mio viaggio in giappone traveltherapists Japan girls day

Hinamatsuri Giappone: origini e storia

Le bambole hanno da tempo immemore un significato spirituale in Giappone. Le prime bambole Hina erano fatte di paglia e galleggiavano lungo il fiume fino al mare come offerte durante i rituali del villaggio per scacciare il male e le impurità. Alcune fonti suggeriscono che le figure della corte imperiale furono successivamente sostituite, con bambole rappresentanti l’imperatore e l’imperatrice poste su barche di assi cesellate e messe a galla dopo aver trasferito su di esse peccati e disgrazie.

Le prime esposizioni di bambole Hina documentate risalgono al periodo Heian (794-1185), quando gli aristocratici mostravano una serie di bambole maschili e femminili vestite con abiti della corte imperiale Heian per il festival Hinamatsuri.

Durante il periodo Edo (1603-1867), divenne popolare esporre un set completo di bambole Hina come preghiera per la salute e la felicità dei bambini. Le famiglie benestanti avevano elaborati set di bambole con numerosi servitori e musicisti che a volte riempivano intere stanze.

Nel corso del tempo, le disposizioni sono diventate più elaborate, includendo una gamma di mobili in miniatura.

L’usanza perse popolarità tra la gente comune durante la rapida modernizzazione del periodo Meiji (1868-1912), ma sopravvisse grazie alle sue profonde radici culturali. Le ideologie concorrenti dell’inizio del XX secolo hanno acceso il dibattito sulla questione se tali pratiche tradizionali dovessero essere mantenute o spazzate via.

Nel 1948, il gruppo femminile Aikoku Fujinkai difese la tradizione come nutrimento delle qualità umane essenziali e simbolo di pace. Alla loro difesa è attribuito il rinnovato entusiasmo diffuso per le celebrazioni dell’hinamatsuri.

bambole giapponesi traveltherapists blog di viaggio miglior blog di viaggio blog giappone

Hinamatsuri Giappone: simboli e significati

Tutte le bambole usate nell’hinamatsuri hanno un significato simbolico basato sulla vita della corte imperiale Heian. Le quattro bambole principali esposte sui livelli superiori di una piattaforma rappresentano i parenti imperiali mentre i livelli inferiori ospitano gli assistenti:

La dairibina (“nobildonna”) rappresenta l’Imperatrice o una dama dell’alta nobiltà. Il suo elegante costume presenta un copricapo laccato chiamato tsunokakushi indossato dalle nobildonne sposate.

Seduta accanto a lei, nel livello superiore, c’è l’odairibina (“grande nobildonna”). La sua acconciatura giovanile (suberakashi) indica una figlia non sposata di un cortigiano anziano.

La figura dello shinno o del principe ereditario rappresenta una visione idealizzata dell’erede imperiale maschio. Il suo berretto nero (kanmuri) indica nobiltà.

Accanto a lui siede l’oshinno o principe minore, che rappresenta un fratello minore ideale.

Di seguito tra gli assistenti ci sono dame di corte, musicisti, guardie e portatori di equipaggiamento vestiti con abiti di corte Heian. Altre bambole simboliche a volte incluse sono l’Imperatore, che rappresenta il padre, e tre dame di corte (san’nin kanjo) che rappresentano le realizzazioni femminili in abilità come l’arte e la musica.

Il livello più alto ospita due alberi di pesco che rappresentano la virtù e la vitalità femminile. Rami di pesco in fiore adornano gli scaffali altrove come ulteriore preghiera per il vigore. Possono essere incorporati anche i susini poiché fioriscono leggermente prima, a significare il passare del tempo.

Il significato di ogni livello: al di là del fascino estetico, la disposizione delle bambole sull’Hinadan è carica di significato. Ogni livello rappresenta diversi aspetti della vita di corte, dal governo e dal servizio all’intrattenimento e all’abilità marziale. L’attento posizionamento di ogni bambola, la loro direzione e gli accessori che le accompagnano sono tutti significativi, incarnando i valori culturali di rispetto, dovere e sensibilità estetica apprezzati nella società giapponese.

Hinamatsuri Giappone: le piattaforme a sette livelli su cui sono disposte le bambole sono conosciute come hina-dan, con disposizioni fisse che variano in base alla regione:

  • Le piattaforme della regione del Kanto hanno i membri imperiali maschi affiancati da assistenti femminili sui livelli superiori, sopra assistenti come musicisti e guardie. Il quinto livello contiene oggetti utilizzati nel gioco con le bambole come mobili in miniatura.
  • Nel Kansai, i sessi sono divisi in lati separati dopo il livello superiore, con i membri imperiali femminili a destra e i maschi a sinistra. Gli addetti riempiono il centro.
  • Nel Miyazaki di Kyushu i livelli alternano bambole discendenti ragazza-ragazzo-ragazza-ragazzo prima che gli assistenti riempiano i livelli inferiori.
  • Insieme si riuniscono in una visione di una comunità fiorente e prospera incentrata attorno alla linea imperiale. La trasmissione delle bambole femminili dalla madre alle figlie preserva questo desiderio ereditario.

Fino al 3 marzo, le famiglie con figlie femmine espongono l’Hinadan in un posto ben visibile nella loro casa. Le bambole vengono solitamente tramandate di generazione in generazione, diventando cimeli che portano con sé la storia della famiglia e le speranze per le loro figlie. È consuetudine allestire l’esposizione qualche settimana prima di Hinamatsuri, ma smontarla subito dopo il festival per evitare superstizioni sul matrimonio tardivo delle figlie.

Hinamatsuri Giappone: celebrazioni moderne

Le celebrazioni Hinamatsuri sono ancora incentrate sull’adornare la casa con bambole speciali che rappresentano la corte imperiale. La maggior parte delle case familiari opterà per un’installazione più semplice a cinque o tre livelli con almeno le due bambole femminili principali. Altri elementi comuni includono rami di fiori di pesco, tappeto rosso con motivo a rombi sottostante e fiori stagionali come fiori di pruno o di ciliegio. Il 3 marzo le bambole sono esposte e ammirate, facendo vivaci esposizioni nelle case, nelle scuole, nei negozi e negli spazi comunitari.

Hinamatsuri, Japan Girls Day 3 marzo traveltherapists il mio viaggio in giappone

Hinamatsuri Giappone: i cibi tradizionali

Per molte famiglie giapponesi con figlie femmine, il 3 marzo inizia con i padri che regalano alle loro bambine cracker hina-arare, caramelle, frutta o piccole bambole. I pasti speciali possono includere i colori rosa e bianco o forme di diamanti e fiori. Poi abbiamo altre chicche.

Hishimochi: sono torte di riso a forma di diamante, colorate in rosa, bianco e verde, che rappresentano rispettivamente la salute, la purezza e la connessione con la natura.

Chirashizushi: un piatto colorato di riso sushi condito con una varietà di ingredienti come pesce, verdure e uova, che simboleggia la fertilità e la prosperità.

Sakura-mochi: dolci torte di riso avvolte in foglie di ciliegio, a significare l’arrivo della primavera e del rinnovamento.

Shirozake: un sake dolce e analcolico a base di riso fermentato, tradizionalmente consumato durante Hinamatsuri per celebrare e condividere la gioia.

Questi cibi non sono solo una festa per i sensi, ma portano anche auguri di salute, felicità e futuro prospero per le ragazze. L’atto di preparare e condividere questi piatti rafforza i legami familiari e collega la generazione attuale con i suoi antenati, celebrando la continuità della vita e della tradizione.

Amici e parenti allargati verranno spesso in visita per vedere le esposizioni delle bambole e condividere l’atmosfera festiva. La sera le famiglie si recano ai santuari locali, trascorrendo del tempo all’aperto per ammirare i fiori di pruno illuminati sotto le lanterne.

sakura-mochi-il mio viaggio in giappone traveltherapists

Sakura mochi

In alcune zone, le cerimonie di purificazione si svolgono lungo i fiumi o sulla riva, con bambole Hina di paglia inviate in mare su piccole barche di legno con candele o lanterne accese.

Ciò mantiene l’antico rituale di trasferire le impurità sulle bambole Hina affinché possano portarle via. Altre regioni mantengono la tradizione dell’offerta di uova rompendo le uova tinte su pietre sacre.

Il colore del tuorlo simboleggia il potenziale delle ragazze in procinto di avventurarsi in un futuro sconosciuto. La celebrazione si conclude una settimana dopo, con un rituale d’addio noto come hina-nagashi. Le famiglie restituiscono i pezzi delle bambole nelle loro scatole protettive e nelle coperture per preservarli per gli eventi dell’anno successivo. Si conclude mangiando cracker di riso a forma di diamante chiamati hishimochi e salutando le bambole fino al prossimo anno.

Hina Matsuri Japanese Girls Festival celebration card. Clouds and cherry flowers with various patterns. Vector objects design. Caption translation: Hinamatsuri

Variazioni regionali di Hinamatsuri in Giappone

Sebbene Hinamatsuri venga celebrato in tutto il Giappone, i costumi e le pratiche possono variare in modo significativo da regione a regione, ognuno aggiungendo il suo sapore unico ai festeggiamenti. Queste variazioni non solo evidenziano la diversità culturale del Giappone, ma anche il modo in cui le tradizioni locali e le influenze storiche modellano la celebrazione dell’Hinamatsuri.

Essendo diffuse nel corso di migliaia di anni, attorno alle festività principali si sono sviluppate numerose varianti regionali e popolari.

Giappone settentrionale (regione di Tohoku): in alcune zone del Tohoku, la celebrazione dell’Hinamatsuri prevede l’esposizione di un set specifico di bambole conosciute come Sosaku Ningyo, che sono fatte a mano e spesso raffigurano racconti popolari o personaggi storici. Questa personalizzazione riflette la ricca tradizione narrativa della regione e l’importanza delle tradizioni locali nella vita della comunità.

esposizione bambole Hinamatsuri Giappone tutto sull'antica festa giapponese il mio viaggio in giappone traveltherapists

Altri esempi includono:

Kyoto: nota per il suo significato storico e per la preservazione della cultura tradizionale giapponese, Kyoto celebra Hinamatsuri con elaborate esposizioni di bambole in molti templi e santuari. Le Kyo Ningyo (bambole di Kyoto), famose per la loro squisita fattura e bellezza, sono in primo piano. Alcune famiglie di Kyoto seguono anche l’usanza di far galleggiare bambole di carta lungo i fiumi, un cenno all’antica pratica dell’hina-nagashi, che simboleggia la rimozione degli spiriti maligni e la purificazione.

Okinawa: grazie al suo background storico e culturale unico, Okinawa celebra Hinamatsuri con influenze sia del Regno Ryukyu che delle tradizioni del Giappone continentale. Le celebrazioni dell’isola spesso includono spettacoli di musica e danza tradizionali Ryukyuan, integrando Hinamatsuri nel contesto più ampio delle festività culturali di Okinawa.

Hakata (Fukuoka): Hakata è rinomata per le sue Hakata Ningyo, bambole che si distinguono per la loro costruzione in argilla e i dettagli intricati. Durante Hinamatsuri, queste bambole vengono esposte nelle case e negli spazi pubblici, e la regione ospita anche laboratori di creazione di bambole, incoraggiando la partecipazione e la trasmissione delle abilità artigianali tradizionali.

Il Santuario Ontozaki di Miyajima ospita uno speciale rituale Gion-taikai in cui 12 carri ornamentali a forma di santuari, barche o navi del tesoro sfilano per le strade prima che le lanterne galleggianti vengano rilasciate sull’acqua. Il vicino Santuario di Itsukushima vede le geisha accendere lanterne che si posizionano in base alla marea.

Nel santuario Yawata Hachimangu a Kyoto i fedeli rilasciano circa 2000 bambole Hina nei fiumi. Questi si evolvono da rituali popolari che guidano gli spiriti maligni negli oggetti e poi li gettano nel mare o nei fiumi.

La città di Chichibu ospita il più grande festival hinamatsuri del Giappone chiamato Chichibu Meibutsu Hinamatsuri.

Le origini risalgono al 1627, quando la famiglia daimyo trasferì le esposizioni delle bambole dalla propria casa privata in una speciale torre panoramica per consentire alla gente comune e ai mercanti di intravedere lo spettacolo normalmente proibito. Questo accesso è continuato e ampliato, con oltre 2000 bambole Hina ora in mostra.

Nel quartiere centrale di Shitamachi a Tokyo (Adachi, Arakawa, Chiyoda (in part), Chūō, Edogawa, Katsushika, Kōtō, Sumida, and Taitō), i gruppi locali organizzano il popolarissimo Festival annuale Asakusa Jidai. Percussionisti e ballerini vestiti d’epoca sfilano lungo le vecchie strade intorno al tempio Senso-Ji, culminando con ragazze che indossano abiti nobili Heian che cavalcano palanchini. Le strade traboccano di bancarelle di cibo mentre palloncini di carta fluttuano in alto.

La prefettura di Akita, nella regione settentrionale di Tohoku, ha sviluppato l’esclusivo metodo kanto matsuri di disporre un set completo di bambole Hina su più strutture a torre con legno laccato rosso verso la base e legno laccato nero sui livelli superiori. Decine di torri Kanto alte fino a 4,5 metri sono esposte sia all’interno che per le strade in una spettacolare foresta luminosa.

Senso-ji

Hinamatsuri Giappone oggi

Eventi pubblici e comunitari: molte comunità, scuole e istituzioni culturali ospitano eventi Hinamatsuri, tra cui mostre di bambole, sessioni di narrazione e laboratori culturali. Queste celebrazioni pubbliche aiutano a mantenere la rilevanza del festival e a garantire che le sue tradizioni siano accessibili a un pubblico più ampio, compresi residenti e turisti internazionali.

Celebrazioni digitali: con l’avvento dei social media e delle piattaforme digitali, le celebrazioni virtuali dell’Hinamatsuri sono diventate sempre più comuni. Le famiglie condividono online le foto delle loro bambole esposte, mentre laboratori online o corsi di cucina consentono alle persone di interagire con le tradizioni del festival da lontano, ampliando la portata del festival e adattandosi alle tendenze della comunicazione contemporanea.

Hinamatsuri, Japan Girls Day 3 marzo traveltherapists il mio viaggio in giappone 2

Riconoscimento globale: man mano che la cultura giapponese ha guadagnato popolarità in tutto il mondo, Hinamatsuri ha trovato un posto negli scambi culturali globali.

I festival culturali giapponesi all’estero spesso includono componenti Hinamatsuri, introducendo le tradizioni del festival a un nuovo pubblico e promuovendo la comprensione interculturale.

Eredità duratura e significato culturale: il fascino duraturo del festival risiede nella sua capacità di fondere antiche usanze con la vita contemporanea, consentendo a ogni generazione di prendere parte a una tradizione che è allo stesso tempo profondamente personale e ampiamente comunitaria. La cura meticolosa nella preparazione delle esposizioni delle bambole Hina, il raduno delle famiglie per gustare i cibi festivi e le celebrazioni comuni che segnano l’occasione contribuiscono tutti al tessuto della vita culturale giapponese, rafforzando i valori di rispetto, cura e comunità.

Adattabilità ed evoluzione: l’adattabilità di Hinamatsuri ai tempi e ai contesti mutevoli sottolinea la natura dinamica delle tradizioni culturali. Sia attraverso gli espositori compatti di bambole adatti agli spazi abitativi moderni, gli eventi comunitari che invitano a una più ampia partecipazione, o le celebrazioni digitali che collegano la diaspora giapponese globale, Hinamatsuri dimostra la capacità dei festival tradizionali di evolversi e rimanere rilevanti in un mondo in rapido cambiamento.

In conclusione, Hinamatsuri è molto più di una giornata che segna la salute e la felicità delle ragazze; è una celebrazione della vita, della cultura e della continuità. Mentre le famiglie in Giappone e in tutto il mondo allestiscono le loro esposizioni di bambole Hina e preparano pasti speciali, partecipano a una tradizione che ha resistito a secoli, adattandosi ai bisogni e alle circostanze di ogni nuova generazione pur mantenendo la sua essenza fondamentale. La capacità del festival di ispirare, connettere ed educare lo rende un punto culminante del calendario culturale giapponese, incarnando la ricca storia del paese e il suo vibrante presente.

Guardando al futuro, Hinamatsuri ricorda il potere delle tradizioni culturali di unire le persone, promuovendo un senso di comunità e di appartenenza che trascende le divisioni geografiche e generazionali. È una celebrazione che non solo onora il passato ma guarda anche al futuro con speranza e gioia.

firma marzia parmigiani

 FOTO: Credit by Depositphotos.com

Riferimenti

Shirane, Haruo. Japan and the Culture of the Four Seasons: Nature, Literature, and the Arts. Columbia University Press, 2012.
Ashkenazi, Michael. Handbook of Japanese Mythology. Oxford University Press, 2008.

History of Hinamatsuri.” Japanese Doll Festival Hinamatsuri. Accessed February 20, 2023. https://japanesedollfestival.com/about-hinamatsuri/history-of-hinamatsuri/.

Robertson, Jennifer Ellen. “Suffering Femininity as a Japanese Value.” Japanese Studies, vol. 34, no. 1, 2014, pp. 23.

“Hinamatsuri: Girls’ Day in Japan.” Kids Web Japan, Accessed February 20, 2023. https://web-japan.org/kidsweb/hina/hina01.html

Shirane, Haruo. Japan and the Culture of the Four Seasons: Nature, Literature, and the Arts. Columbia University Press, 2012.

“Hinamatsuri.” Encyclopedia of Japan. Tokyo: Shogakukan, 2013.

 Yamada, Sachiko. Japanese Traditions: Rice Cakes, Cherry Blossoms and Matsuri: A Year of Seasonal Japanese Festivities. Tuttle Publishing, 2017.

“Spring Festivals: Hinamatsuri and Hina Nagashi (Girls’ Day).” The Canadian Encyclopedia, August 26, 2020. Accessed February 20, 2023. https://www.thecanadianencyclopedia.ca/en/article/spring-festivals-hinamatsuri-and-hina-nagashi-girls-day

Dove dormire a Tokyo? Migliori Hotel 

BELLUSTAR TOKYO, A Pan Pacific Hotel

HOTEL GROOVE SHINJUKU, A PARKROYAL Hotel

Hotel Emit Shibuya

Ai Hotel Keikyu Kamata

Hotel Emit Shibuya – Vacation STAY 40894v

Shibuya Tobu Hotel

The Millennials Shibuya

Shibuya Creston Hotel

Hotel Wing International Premium Shibuya

sequence MIYASHITA PARK / SHIBUYA

Hotel Owl Tokyo Shinbashi

bnb+ Kanda Terrace Ogawamachi

 

 Migliori Hotel a Ikebukuro

 Henn na Hotel Tokyo Asakusabashi

ID STAY Ikebukuro 

Sunshine City Prince Hotel Ikebukuro

Hotel Wing International Ikebukuro

Tokyu Stay Ikebukuro

Restay Frontier (Adult Only)

Hotel VARKIN Ikebukuro

Hotel Wing International Select Ikebukuro

APA Hotel Ikebukuro Eki Kitaguchi

HOTEL MYSTAYS Higashi Ikebukuro

Hotel Metropolitan Tokyo Ikebukuro

 

Top hotel Ueno per qualità prezzo

Tabata Oji Hotel

GUEST HOUSE SaKURa

Time Sharing Stay Asakusa

Tabist ヒロマスホテル 上野

unito CHIYODA

 

Migliori hotel a Yokohama

PROSTYLE Ryokan Yokohama Bashamichi

Sotetsu Fresa Inn Yokohama Higashiguchi

APA Hotel & Resort Yokohama Bay Tower

Hotel Resol Yokohama Sakuragicho

Hotel Edit Yokohama

Chisun Hotel Yokohama Isezakicho

Hotel New Grand

InterContinental Yokohama Grand IHG Hotel

Richmond Hotel Yokohama-Bashamichi

Oakwood Suites Yokohama

Dove dormire a Kyoto? Top hotel di Kyoto

Laon Inn Gion Nawate

FUGASTAY Shijo Omiya

Randor Residential Hotel Kyoto Suites

Daiwa Roynet Hotel Kyoto Grande – former Daiwa Royal Hotel Grande Kyoto

Hotel Alza Kyoto

MUNI KYOTO

Kyoto Shijo Takakura Hotel Grandereverie

Kyomachiya Suite Rikyu

Nagi Kyoto Shijo

 

Altro, in questo blog di viaggio:

 

La ex residenza di Theodora Ozaki riaprirà a marzo 2024 come centro per i fan dei manga

 

Perfect Days: i bagni pubblici di Shibuya location nel film di Wenders

 

Kinkaku-ji a Kyoto: 18 cose che non sai

 

Cosa significa Shojin Ryori? La cucina buddista giapponese che favorisce l’illuminazione

 

Tower Records la rinascita a Shibuya Tokyo

 

Yamaguchi fra i 52 posti da visitare del New York Times nel 2024

 

Perché visitare il Giappone nel 2024? 5 novità entusiasmanti

 

Quali sono i migliori whisky giapponesi?

 

5 Fatti sul Giappone da sapere prima di un viaggio

 

Perché i giapponesi fanno una fila così ordinata?

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

Pocket Wi-Fi Giappone: come funziona? Ecco perché scegliere Sakura Mobile

 

Blog Giappone

 

Miglior blog di viaggio

 

Il Mio Viaggio In Giappone

 

Assicurazione viaggio Giappone

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!