Tempo di lettura: 6 minuti

Pasqua in Giappone.

In Giappone si celebra la Pasqua?

Molte persone dopo aver appreso che in Giappone si festeggia il Natale, ci hanno chiesto se nel paese del Sol Levante, si celebra la Pasqua.

E in questo articolo rispondiamo alla domanda: in Giappone si celebra la Pasqua?

Come in tutto il mondo, anche in Giappone ci sono cristiani (che sono comunque una piccola minoranza, circa l’1%), quindi è naturale per loro celebrare sia Pasqua che Natale, come feste religiose.

Tuttavia, la Pasqua in Giappone, è una festa meno consolidata di altre ricorrenze occidentali come Natale, Halloween e San Valentino. Come mai?

 

ragazza giapponese con due uova di pasqua giganti in mano

 

Motivi per cui la Pasqua è meno sentita di altre celebrazioni occidentali in Giappone

Per i non cristiani Pasqua non è un evento molto popolare in Giappone.

Le motivazioni sono varie: intanto il fatto di non avere una data fissa, fa sì che questa celebrazione sia meno ricordata del Natale, San Valentino o Halloween.

Inoltre, l’assenza di usanze legate a travestimenti o programmi precisi, crea meno interesse nel pubblico giapponese.

In più, il periodo primaverile in cui si celebra la Pasqua, si sovrappone alla celebrazioni dell’Hanami.

Tuttavia, se vi recate in Giappone nel periodo pasquale, potrete trovare diversi riferimenti a questa celebrazione di resurrezione.

In fondo, questo periodo è ottimo per visitare il Giappone anche per assistere all’Hanami.

 

il mio viaggio in giappone traveltherapists tokyo hanami 2021 elina sakura

 

Pasqua in Giappone: cosa è Pasqua e quando si festeggia?

Pasqua in Giappone si chiama fukkatsusai (復活祭) o iisutaa (イースター) e in primo luogo celebra la resurrezione di Cristo.

Purtroppo in Giappone, si possono confondere un po’ le cose.

Capita che la festa cristiana venga assimilata  a qualcosa di legato all’isola di Pasqua, come potete vedere in questa immagine dove appare sulla destra, anche uno dei famosi moai (le statue).

 

pasqua traveltherapists

Mentre le altre celebrazioni religiose cristiane come il Natale ricorrono in date predefinite, la Pasqua non ha una data fissa.

Il calcolo per definire il giorno di Pasqua, è stato canonizzato dal Concilio di Nicea (323 d.C).

Per questo, deve cadere nella domenica successiva alla prima luna piena dopo l’equinozio di primavera (20-21 marzo).

Quindi, l’intervallo di date fra cui si celebra è fra il 22 marzo e il 25 aprile di ogni anno, ma è differente per la chiesa ortodossa.

 

coniglietto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Storia della Pasqua in Giappone

Come abbiamo detto, solo una piccola percentuale di giapponesi è di fede cristiana, mentre la prevalenza è buddista, shintoista, o entrambe.
Ma sappiamo che in Giappone, oltre al Natale, si festeggia anche San Valentino e in piccola parte, anche la Pasqua.
Queste celebrazioni hanno somiglianze con le feste occidentali, ma hanno un tocco giapponese in più.
La Pasqua in Giappone, si sovrappone alle celebrazioni legate alla primavera.
Negli ultimi anni la festa di Pasqua è diventata un business vantaggioso in Giappone, raggiungendo ben 800 milioni di yen nel 2019, ma resta comunque molto lontana dal volume di affari che si raggiunge per il resto delle feste occidentali.
E per un mercato goloso come quello del cioccolato, in Giappone esistono tante proposte dolci legate alla Pasqua.

Per Pasqua in Giappone, si possono organizzare feste all’aperto con caccia alle uova, dolci e picnic abbondanti con famiglia e amici: quindi è famosa come festa di primavera.

coniglietti pasquali traveltherapists il mio viaggio in giappone

Perché a Pasqua si celebra con uova e coniglietti di cioccolato?

Anche in Giappone, le vetrine si riempiono di dolci a tema pasquale, come uova e coniglietti di varie forme e ingredienti.
Ma vi siete mai chiesti come mai a Pasqua si usa scambiare e regalare uova e coniglietti di cioccolato?
Ebbene, le uova di Pasqua sono simbolo dell’inizio della vita.
Il fatto di “rompere il guscio” è simbolo di rinascita e quindi rappresenta un simbolo di resurrezione di Cristo.
Il coniglietto pasquale, invece, è considerato un simbolo di fertilità e prosperità perché i conigli sono animaletti davvero prolifici!
cerimonia Meika Hiyoko dolce giappone pasqua il mio viaggio in giappone traveltherapists.
Cerimonia del tè in Giappone

Dolci pasquali giapponesi

Il Giappone è un paese davvero speciale per i dolci e non delude di certo a Pasqua!
Esistono infatti, alcuni dolci fatti apposta per le celebrazioni pasquali, tutti davvero da provare!
Il Meika Hiyoko è un dolcetto davvero iconico a forma di pulcino, specialità di Fukuoka risalente al 1912.

Anche i mochi stagionali, hanno varianti legate alla Pasqua.

Si tratta di un dolcetto di riso, a forma di palline che può essere tostato o ricoperto di kinako.

La Tokyo Banana è una torta alla crema pasticciera a forma di banana, specialità di Tokyo.

Invece i Mizu Manju, sono simili a gocce d’acqua colorate, specialità di Gifu.
La buonissima Momiji Manju è una torta stile “castella” (pan di Spagna), tipica della zona di Hiroshima.
Il Sakuranbo Kirara è una gelatina alla ciliegia, ripieni di vere ciliegie di Yamagata.
kitkat easter traveltherapists il mio viaggio in giappone
In Giappone, nel periodo di Pasqua, sono celebri anche i KitKats a tema in edizione limitata, ma anche dolci a tema Disney.
In tempi normali, le pasticcerie giapponesi a Pasqua, danno il meglio per attirare i turisti internazionali.
Meika Hiyoko dolce giapponese pasqua in Giappone
Il dolcetto Meika Hiyoko

Pasqua in Giappone: gite e cerimonia del tè

Ma Pasqua in Giappone, non significa solo dolcetti buonissimi, ma anche gite nella natura e cerimonie del tè.
Oltre alla possibilità di provare il tè e assistere alla cerimonia, si possono anche visitare le piantagioni e incantarsi di fronte a questi paesaggi.

In Giappone ci sono magnifiche piantagioni di tè verde Matcha.

Per esempio, Shizuoka non è molto distante da Tokyo e si possono fare gite giornaliere, mentre Imamiya e Obuchi Sasaba, vantano l’iconico Monte Fuji sullo sfondo.

Sia primavera che Pasqua sono periodi ideali per gite all’aperto e attività come arrampicate, escursioni o ciclismo.
La Pasqua in Giappone è una buona occasione per andare in esplorazione!
mother farm il mio viaggio in giappone traveltherapists

Pasqua in Giappone: i festival di primavera

In Giappone durante tutto l’anno, in tempi normali ci sono diversi festival (circa 300 mila), chiamati Matsuri.
E tantissimi di questi, si svolgono soprattutto nel periodo pasquale e primaverile.
Molto popolari, il Festival di Takayama nella prefettura di Gifu(uno dei matsuri più belli del Giappone); e il Kanamara Matsuri (il celebre festival dei falli).

Pasqua in Giappone: le fattorie

A parte uova di Pasqua e coniglietti, anche gli agnelli sono uno dei simboli del periodo.
In Giappone esiste la possibilità di visitare le fattorie, dato che è un paese sorprendentemente rurale al di fuori delle grandi metropoli.
Per esempio, la Mother Farm nella Prefettura di Chiba, è un’ottima destinazione per famiglie dove interagire con agnelli, anatre, maiali, mucche e persino alpaca!
agnello mother farm Meika Hiyoko dolce giappone pasqua il mio viaggio in giappone traveltherapists
Agnellino alla Mother Farm di Chiba

Se quello che avete letto, vi è piaciuto, seguiteci sulla nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio in Giappone”!

Ci trovate anche su Instagram sul nostro canale Traveltherapists!

 

 

 

Buona Pasqua a tutti!
Marzia Parmigiani
Altro, in questo blog di viaggio:
Cosa sono i takoyaki? Storia e ricetta del popolare street food giapponese
Hyakki Yagyō la parata dei cento Yōkai: la versione giapponese di Halloween
4 top Maid Café a Tokyo: bar kawaii della capitale giapponese
Seoul: godersi Parco Hangang e fiume Han nella capitale della Corea del Sud
Cose che non sai sulla Tokyo Tower: storia del simbolo della capitale giapponese
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *