Indonesia: no al turismo straniero fino alla disponibilità di un vaccino

Tempo di lettura: 3 minuti

Indonesia: no al turismo straniero fino alla disponibilità di un vaccino

A Jakarta, il settore turistico, come in molti paesi, è in forte crisi.
L’Indonesia è da sempre nell’immaginario dei viaggiatori come luogo paradisiaco da visitare almeno una volta nella vita.
Il viaggio verso l’Indonesia è diventato negli ultimi anni un trend rilevante.
Molte persone si recano nel paese, non solo per vacanze, ma anche per periodi medio – lunghi.
Infatti, molti nomadi digitali, hanno scelto il paese come luogo di passaggio, grazie agli scenari paradisiaci, la presenza di validi co-working ed un costo della vita relativamente basso, ma qualitativamente elevato.
mare indonesiano

Tuttavia, con molta sofferenza, l’Indonesia manterrà le sue porte chiuse ai turisti stranieri, fino a quando non verrà trovato un vaccino contro il Coronavirus.

La priorità attuale è quella di fornire l’immunità. Il paese, in questo periodo, sta conducendo test clinici per un vaccino.

paesaggio Jakarta
Jakarta, la capitale dell’Indonesia

L’Indonesia sta svolgendo i test clinici finali su un potenziale vaccino contro il Covid-19

Da questa settimana, l’Indonesia sta conducendo i test clinici finali di fase 3 per un candidato vaccino contro il Coronavirus, nella città di Bandung (Java occidentale).
La sperimentazione, è svolta in sinergia con la casa farmaceutica cinese Sinovac Biotech Ltd. e l’ente statale indonesiano PT Bio Farma. Il completamento dei test clinici avverrà fra circa 7 mesi e successivamente si aprirà la possibilità di offrire l’immunità alla popolazione.

spiaggia indonesiana

L’Indonesia desidera evitare nuovi cluster di infezioni Coronavirus

Il governo indonesiano, non desidera che gli sforzi fatti finora per contenere la pandemia, vengano minati dalla riapertura dei confini ai turisti stranieri e per questo, si pensa che avverrà nel 2021, momento in cui si presume sarà disponibile un vaccino per scongiurare nuove infezioni da Covid-19.
Il numero dei casi, dei contagiati e dei morti, non è irrilevante, anche se il paese conta  ben 268 milioni di abitanti.
Ad oggi 16 agosto, l’Indonesia ha segnalato 2350 infezioni confermate da Coronavirus, portando il totale a 137000 con 6071 morti.
Il governo sta lentamente riaprendo alcune destinazioni turistiche, per facilitare il turismo interno al paese, nonostante l’alto rischio di diffusione del virus. Tuttavia, il solo turismo interno non può risollevare tutto l’indotto interessato.

paesaggio indonesiano

In Indonesia favorire il turismo interno è stato il primo obiettivo della riapertura 

L’Indonesia sta aprendo un dialogo con alcuni paesi, cercando di creare corridoi di transito per i viaggiatori d’affari. Per ora gli accordi riguardano la Corea del Sud e gli Emirati Arabi Uniti. Per risollevarsi dalla crisi, comunque, la strada è molto lunga.
mercato indonesiano
Ad oggi, il settore turistico indonesiano sta affrontando perdite per ben 4 miliardi di dollari.
In un paese come l’Indonesia, dove gran parte degli introiti provengono dal turismo straniero, la scelta di tenere chiusi i confini è sicuramente coraggiosa.
Marzia Parmigiani
Altro, in questo blog di viaggio:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *