Innovazioni linguistiche in aeroporto: il caso dei pannelli di traduzione di Japan Airlines

Tempo di lettura: 4 minuti

Innovazioni linguistiche in aeroporto: il caso dei pannelli di traduzione di Japan Airlines. In questa prima settimana di luglio 2024, Japan Airlines (JAL) e l’azienda tecnologica Toppan, con sede a Tokyo, hanno implementato un nuovo sistema progettato per aiutare i viaggiatori stranieri in arrivo o in partenza dal Giappone.

Questo sistema, introdotto inizialmente all’aeroporto di Haneda, utilizza i pannelli VoiceBiz UCDisplay di Toppan per fornire traduzioni testuali basate su input vocali o da tastiera. Questo, con l’obiettivo di facilitare la comunicazione tra il personale JAL, che parla giapponese, e i viaggiatori che non conoscono la lingua.

cartello in giapponese - il caso dei pannelli di traduzione di Japan Airlines

Ma come funziona il sistema? è davvero utile per i viaggiatori?

I display trasparenti e colorati mostrano sia la versione originale che quella tradotta del messaggio, rendendo facile per entrambe le parti seguire la conversazione. Il design trasparente del pannello permette al personale JAL e ai viaggiatori di comunicare faccia a faccia. Così, offrendo un tocco personale maggiore rispetto ad altri formati di traduzione.

Questo sistema è stato implementato a partire dal 2 luglio 2024 presso Haneda, dove la prova si svolgerà fino all’8 luglio, e il prossimo mese sarà in funzione a Osaka, presso l’aeroporto di Itami, dal 20 al 26 agosto.

Innovazioni linguistiche in aeroporto: il caso dei pannelli di traduzione di Japan Airlines. Quali sono i maggiori problemi del sistema?

Innovazioni linguistiche in aeroporto: il caso dei pannelli di traduzione di Japan Airlines. Nonostante le buone intenzioni, il sistema non è perfetto. Un esempio evidente di errore di traduzione è emerso durante una dimostrazione, dove una richiesta in inglese è stata resa come: “Please tell me your smartphone”. Questa frase non ha senso e potrebbe confondere chiunque, poiché nessuno saprebbe esattamente cosa fare.

In alcuni casi, quando si verificano problemi di traduzione dal giapponese all’inglese, è possibile lavorare a ritroso per capire cosa l’interlocutore stesse cercando di dire. Questo, utilizzando una comprensione di base delle differenze fondamentali tra i vocabolari e le grammatiche delle 2 lingue. Tuttavia, in questo caso, anche il testo giapponese non è immediatamente comprensibile.

Analisi del testo giapponese

Il testo giapponese sembra dire “スマートフォンをこちらにお●ください”, con il carattere tra お e ください che risulta illeggibile. La prima parte, “スマートフォンをこちらに” (sumaatofon wo kochira ni), si traduce in “il tuo smartphone qui”, e ください (kudasai) significa “per favore”. お è un marcatore onorifico usato nel linguaggio cortese per fare richieste umili.

Unendo il tutto, abbiamo “Per favore il tuo smartphone qui”, quindi deve essere un qualche tipo di verbo/azione, ma la traduzione inglese “tell” non si abbina con il “qui” del testo giapponese. Inoltre, l’uso di お per fare richieste richiede generalmente almeno due caratteri per scrivere il verbo necessario, non un singolo carattere come mostrato sul display.

L’errore di traduzione potrebbe derivare da un errore di input o da una trascrizione vocale errata del sistema. Dato che il sistema VoiceBiz UCDisplay può funzionare sia con input da tastiera che vocali, il problema potrebbe essere stato causato da un colpo di tasto errato che ha generato una traduzione imperfetta. Potrebbe anche essere che i sensori vocali del sistema abbiano trascritto erroneamente qualcosa detto dall’assistente, il che rappresenterebbe un problema più grande.

È preoccupante che un problema sia emerso così presto nella dimostrazione, suggerendo che il sistema non sia ancora pronto per affrontare argomenti complessi. Inoltre, la foto non indica che qualcuno coinvolto nella dimostrazione abbia notato o corretto l’errore, il che solleva ulteriori dubbi sulla sua affidabilità.

Prospettive future: innovazioni linguistiche in aeroporto: il caso dei pannelli di traduzione di Japan Airlines

È importante ricordare che il sistema è attualmente solo in fase di prova, utilizzato principalmente nei banchi di assistenza speciale nel Terminal 1 South Wing di Haneda e nel North Terminal di Itami, oltre a pochi altri punti nelle strutture. Tuttavia, questo episodio sottolinea che non c’è davvero sostituto per un essere umano qualificato che conosca la lingua.

Haneda e Itami rappresentano due dei più grandi punti di ingresso per i turisti internazionali in Giappone. La presenza di personale multilingue qualificato per le posizioni di interazione con i clienti in prima linea sembra essere una spesa adeguata per JAL, una delle maggiori compagnie aeree del Giappone.

Parliamo dei benefici

L’utilizzo dei pannelli di traduzione VoiceBiz UCDisplay di Toppan nei principali aeroporti giapponesi, come Haneda e Itami, offre numerosi benefici. Prima di tutto, facilita la comunicazione immediata tra il personale di Japan Airlines,  i viaggiatori stranieri, riducendo lo stress e le incomprensioni dovute alla barriera linguistica.

Grazie alla visualizzazione simultanea del testo originale e tradotto, entrambi i partecipanti alla conversazione possono seguire facilmente il dialogo. Inoltre, il design trasparente del pannello consente una comunicazione faccia a faccia, mantenendo un contatto personale e diretto che è spesso mancante in altri sistemi di traduzione automatizzata.

Questo strumento è particolarmente utile in contesti frenetici come gli aeroporti, dove i viaggiatori sono spesso stanchi e sotto pressione, fornendo un supporto linguistico immediato e accessibile che contribuisce a rendere l’esperienza di viaggio più fluida e piacevole.

Pensieri finali

L’implementazione di pannelli di traduzione negli aeroporti rappresenta un tentativo lodevole di rendere i viaggi internazionali più agevoli per chi non parla la lingua del paese che sta visitando. Tuttavia, l’episodio con il sistema di Japan Airlines mostra che c’è ancora molto lavoro da fare per garantire che tali tecnologie siano affidabili e precise.

Mentre i pannelli di traduzione possono offrire un aiuto significativo, è evidente che la loro efficacia dipende dalla loro accuratezza e dalla capacità di rilevare e correggere errori rapidamente. Fino a quando questi sistemi non saranno perfezionati, la presenza di personale umano multilingue rimane insostituibile per garantire un’esperienza di viaggio senza stress.

Elina Sindoni

 

Altro, in questo blog di viaggio:

 

UAP: lo strano fenomeno degli UFO in Giappone

 

Giappone: alla stazione di Shinjuku nuovo traduttore istantaneo trasparente futuristico

 

Quanto costa un viaggio in Giappone nel 2024?

 

Perché tutti vogliono andare in Giappone nel 2024?

 

Come distinguere giapponesi coreani e cinesi?

 

I torii più iconici del Giappone

 

5 Fatti sul Giappone da sapere prima di un viaggio

 

Perché i giapponesi fanno una fila così ordinata?

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

Pocket Wi-Fi Giappone: come funziona? Ecco perché scegliere Sakura Mobile

 

Perché i tatuaggi sono proibiti negli onsen del Giappone?

 

Blog Giappone

 

Miglior blog di viaggio

 

Il Mio Viaggio In Giappone

 

Assicurazione viaggio Giappone

 

pocket wifi Giappone come funziona

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!