Miti e leggende Giappone: classici del folklore giapponese

Tempo di lettura: 10 minuti

Miti e leggende Giappone.

Miti e leggende Giappone: classici del folklore giapponese

Il folklore giapponese è profondamente plasmato dalle due principali religioni del Giappone, lo shintoismo e il buddismo. La mitologia del Giappone è un ricca tela che intreccia tradizioni shintoiste e buddiste insieme a credenze popolari agricole. Il solo pantheon shintoista include un numero innumerevole di kami (dei o spiriti). Un aspetto significativo della mitologia giapponese è la sua storia della creazione per il Giappone e la discendenza divina della famiglia imperiale giapponese, conferendo loro uno status divino.

Il termine giapponese per l’imperatore, tennō (天皇), si traduce in “imperatore celeste”.

Il folklore giapponese è stato anche plasmato dalla letteratura straniera. Le storie dell’antica India hanno avuto un ruolo nella formazione dei racconti giapponesi, sebbene i temi indiani siano stati ampiamente modificati per risuonare con la popolazione giapponese. Le storie delle scimmie nel folklore giapponese, ad esempio, mostrano influenze dal poema epico sanscrito Ramayana e dal classico cinese Viaggio in Occidente. Anche i racconti buddisti Jataka sono stati adattati e appaiono in varie forme nelle storie popolari giapponesi. Vediamo i principali miti e leggende Giappone: classici del folklore giapponese.

Prima di continuare, per essere sempre informati sugli aggiornamenti in merito a curiosità sul Giappone, cultura giapponese, migliori hotel di Tokyo dove dormire a Tokyo e consigli sull’organizzazione dei viaggi in Giappone, suggeriamo di visitare e seguire la nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio In Giappone”.

A proposito se stai organizzando il tuo viaggio in Giappone (o in qualsiasi altro paese del mondo) e desideri avere un codice sconto assicurazione di viaggio, ti consigliamo Heymondo che ti regala il 10% di riduzione sul prezzo, solo per essere lettore di Traveltherapists!

Inizia il tuo viaggio nella lingua e nella cultura giapponese oggi stesso con il CODICE SCONTO DEDICATO.

Scopri la magia del Giappone dal comfort di casa tua con il miglior corso di giapponese totalmente online sul sito https://www.giapponeseonline.com/

⚠️IL NOSTRO CODICE: ILMIOVIAGGIO-TUONOME⚠️

naruhito imperatore del Giappone Il mio viaggio in Giappone traveltherapists blog giappone elina e marzia blogger miglior blog di viaggio

Panoramica sulla mitologia giapponese

La mitologia giapponese contemporanea trae spunto principalmente da testi come il Kojiki, il Nihonshoki e altre fonti supplementari. Il Kojiki, o “Registro di questioni antiche”, è la più antica raccolta conosciuta di miti, leggende e resoconti storici del Giappone. Anche lo Shintoshu, un testo che descrive i miti shintoisti da una prospettiva buddista, e l’Hotsuma Tsutae, un’ampia epopea della storia mitologica giapponese che differisce in modo significativo dai resoconti principali del Kojiki e del Nihon Shoki, contribuiscono al corpo della mitologia giapponese.

Miti e leggende Giappone classici del folklore giapponese

Folklore giapponese

Il folklore giapponese spesso presenta personaggi e scenari divertenti o strani, così come una varietà di entità soprannaturali, come bodhisattva, kami (dei e spiriti venerati), yōkai (spiriti-mostri) come oni (che assomigliano a demoni occidentali, orchi e troll), kappa (spiriti di fiume), tengu (cani celestiali), yūrei (fantasmi), draghi giapponesi e animali con abilità soprannaturali come kitsune (volpe), tanuki (cane procione), mujina (tasso) e bakeneko (gatto che si trasforma).

Il folklore giapponese è solitamente categorizzato in diversi tipi: “mukashibanashi” (racconti di molto tempo fa); “namidabanashi” (storie tristi); “obakebanashi” (storie di fantasmi); “ongaeshibanashi” (storie di gentilezza ricambiata); “tonchibanashi” (storie spiritose); “waraibanashi” (storie divertenti); e “yokubaribanashi” (storie di avidità).

A metà del ventesimo secolo, i cantastorie spesso viaggiavano di città in città, condividendo queste storie con illustrazioni di carta speciali note come kamishibai.

Yurei

Miti e leggende Giappone: Kintarō, il possente ragazzo d’oro

Kintarō, un bambino dotato di una forza straordinaria, fu cresciuto da una strega di montagna sul monte Ashigara. Facendo amicizia con gli animali della montagna, crebbe fino a diventare Sakata no Kintoki, un rinomato guerriero e fedele seguace di Minamoto no Yorimitsu. In Giappone, è tradizione esporre una bambola Kintarō nel giorno del ragazzo, a simboleggiare il desiderio che i figli maschi diventino coraggiosi e forti come lui.

Yokai

Issun-Bōshi, il piccolo eroe

Una coppia di anziani, desiderosa di avere un figlio, ne desiderò uno anche se fosse alto solo un pollice. Il loro desiderio fu esaudito e chiamarono il piccolo bambino Issun-bōshi (“Ragazzo di un pollice”). Nonostante le sue dimensioni, Issun-bōshi era amato e accudito dai suoi genitori. Rendendosi conto che non sarebbe mai cresciuto, intraprese un viaggio per trovare il suo posto nel mondo. Equipaggiato con un ago da cucito come spada, una ciotola di riso come barca e delle bacchette come remi, partì per la città.

Lì, cercò lavoro e finì per servire un ricco daimyo, dove divenne un compagno di giochi per la bellissima figlia del daimyo. Durante i loro viaggi, furono attaccati da un orco (Oni). Issun-bōshi sconfisse coraggiosamente il demone con il suo ago, facendo sì che l’Oni lasciasse cadere il suo magico martello della fortuna. La principessa grata usò il potere del martello per far crescere Issun-bōshi fino alle sue dimensioni normali. I due rimasero intimi compagni e alla fine si sposarono.

Miti e leggende Giappone: Momotarō, il ragazzo pesca che uccide i demoni

Momotarō, il cui nome significa pesca Tarō (Taro è un nome maschile giapponese comune), emerse da una pesca gigante. Una vecchia donna senza figli trovò la pesca che galleggiava lungo un fiume e, dopo averla aperta con suo marito, scoprì un bambino al suo interno. Il ragazzo spiegò che era stato mandato dal Paradiso per essere il loro figlio, e lo chiamarono Momotarō (da momo che significa pesca e tarō che significa figlio maggiore). Anni dopo, Momotarō partì per sconfiggere i demoni sull’isola di Onigashima. Lungo la strada, fece amicizia con un cane parlante, una scimmia e un fagiano, che accettarono di aiutarlo. Insieme, si infiltrarono nella roccaforte dei demoni e sconfissero il loro capo, Ura, costringendo i demoni alla sottomissione. Momotarō tornò a casa con i suoi amici animali e la sua famiglia visse per sempre felice e contenta.

momotaro il mio viaggio in giappone traveltherapists

Momotaro

Il viaggio di Urashima Taro nelle profondità dell’oceano

Un giorno, Urashima Taro stava pescando quando vide una tartaruga in difficoltà. Con compassione, salvò la tartaruga e, in segno di gratitudine, la tartaruga portò Urashima al Palazzo del Drago nelle profondità del mare. In questo magnifico palazzo, Urashima incontrò una bellissima principessa e trascorse quello che sembravano alcuni giorni godendosi le meraviglie sottomarine, grazie alla magia della tartaruga che gli consentiva di respirare sott’acqua.

Tuttavia, il tempo scorreva diversamente nel Palazzo del Drago e quello che sembravano pochi giorni sott’acqua equivaleva a trecento anni sulla terraferma. Quando Urashima decise di tornare sulla terraferma, la principessa gli regalò una misteriosa scatola che conteneva la sua vera età, ma lo avvertì di non aprirla mai. Al ritorno a casa, scoprì che tutti i suoi cari erano morti da tempo. Sopraffatto dal dolore, Urashima aprì la scatola, liberando una nuvola di fumo bianco che lo fece invecchiare rapidamente e morire.

Un_Urashima_Tarō_il mio viaggio in giappone traveltherapists

Urashima Taro

Miti e leggende Giappone: Bunbuku Chagama, la teiera mutaforma

“Bunbuku Chagama” significa “felicità che trabocca come una teiera”. Questa storia parla di un uomo povero che trovò un tanuki intrappolato e, provando pietà, lo liberò.

Quella notte, il tanuki visitò la casa dell’uomo per esprimere gratitudine trasformandosi in un chagama (teiera) e suggerendo all’uomo di venderla per denaro.

L’uomo vendette la teiera-tanuki a un monaco che, dopo averla pulita accuratamente, la mise sul fuoco per far bollire l’acqua. Incapace di sopportare il calore, alla teiera-tanuki spuntarono delle gambe e, parzialmente trasformata, scappò via. Il tanuki tornò dal povero con una nuova idea: avrebbero creato un’attrazione lungo la strada raffigurante una teiera che camminava su una corda tesa. Il piano ebbe successo, portando ricchezza all’uomo e fornendo al tanuki un nuovo amico e una nuova casa.

Shita-kiri Suzume, il “Passerotto dalla lingua tagliata”

Questa storia ruota attorno a un vecchio gentile, alla sua moglie avida e a un passero ferito. Mette in luce le conseguenze dell’avidità, il valore dell’amicizia e il potere distruttivo della gelosia.

Miti e leggende Giappone: il tagliatore di bambù

Questo racconto segue la vita di Kaguya-hime, una principessa celeste scoperta da bambina all’interno dello stelo di una radiosa pianta di bambù. Crescendo, la sua straordinaria bellezza cattura cinque nobili pretendenti, ognuno dei quali lei respinge assegnando loro un compito irraggiungibile. In seguito, attira anche l’ammirazione dell’imperatore del Giappone. Nel climax della storia, Kaguya-hime svela le sue origini ultraterrene e torna sulla Luna. 

La storia della vendicativa Kiyohime, che divenne un serpente

Kiyohime (清姫) è un personaggio del racconto di Anchin e Kiyohime. Si innamorò profondamente di Anchin, un monaco buddista, ma quando i suoi sentimenti non furono ricambiati, lo inseguì in un impeto di rabbia. Le sue intense emozioni la portarono a trasformarsi in un serpente, portandola infine a uccidere Anchin in una campana nel tempio Dōjō-ji, dove aveva cercato rifugio.

Miti e leggende Giappone: Banchō Sarayashiki, la storia di fantasmi di Okiku e dei nove piatti

Banchō Sarayashiki (番町皿屋敷) è una classica storia di fantasmi giapponese (kaidan) incentrata sul tradimento e sulle tragiche conseguenze. La storia racconta di Okiku, una bella serva che lavora per il samurai Aoyama Tessan. Rifiutando ripetutamente le sue avances, Okiku viene ingannata e convinta di aver perso uno dei dieci preziosi piatti di Delft della famiglia, un errore punibile con la morte. Contando e ricontando disperatamente i piatti, riuscì a trovarne solo nove e confessò in lacrime ad Aoyama. Lui le offrì di perdonarla se fosse diventata la sua amante, ma quando lei rifiutò, la gettò in un pozzo, provocando la sua morte.

Lo spirito di Okiku, ora un fantasma vendicativo (Onryō), perseguitò il suo assassino, contando fino a nove ed emettendo un urlo terrificante per segnare la decima piastra mancante. Alcune versioni della storia dicono che questo tormento continuò finché un esorcista o un vicino non urlò “dieci” ad alta voce, permettendo alla sua anima di riposare e cessando la sua persecuzione.

Kachi-kachi Yama

“Kachi-kachi” imita il crepitio del fuoco, mentre “yama” significa montagna, traducibile in “Montagna del fuoco crepitante”. Questa fiaba è insolita nella tradizione giapponese, e raffigura un tanuki come il cattivo contrastato da un coniglio coraggioso.

Miti e leggende Giappone: Hanasaka Jiisan

Questa storia parla di un vecchio che sapeva far sbocciare i fiori. Una coppia di anziani senza figli adorava il loro cane. Un giorno, il cane scavò una scatola di monete d’oro nel loro giardino. Invidioso, un vicino prese in prestito il cane, sperando di trovare anche lui un tesoro, ma trovò solo ossa. In preda alla rabbia, uccise il cane e mentì, dicendo che era morto all’improvviso. La coppia seppellì il loro amato animale domestico sotto il fico dove avevano scoperto l’oro. Una notte, il vecchio sognò che il cane gli ordinava di tagliare l’albero, ricavarne un mortaio e pestarci dentro del riso. La coppia seguì il sogno e il riso si trasformò in oro.

Il vicino avido prese in prestito il mortaio, ma il suo riso si trasformò in bacche maleodoranti. Infuriato, distrusse il mortaio. Quella notte, il cane apparve di nuovo in sogno, dicendo al suo padrone di spargere le ceneri del mortaio bruciato su alcuni ciliegi. Quando lo fece, i ciliegi fiorirono e il Daimyo (signore feudale) di passaggio lo ricompensò con molti doni. Il vicino cercò di replicare l’impresa, ma accidentalmente accecò il Daimyo con le ceneri e fu imprigionato. Dopo il suo rilascio, la sua malvagità lo portò all’esilio dal villaggio, lasciandolo senza casa.

Se stai cercando un’agenzia viaggi Reggio Emilia, Milano, Parma, Mantova, Roma e nel resto d’Italia, contatta the travel therapist!

firma marzia parmigiani

Dove dormire a Tokyo? Migliori Hotel 

BELLUSTAR TOKYO, A Pan Pacific Hotel

HOTEL GROOVE SHINJUKU, A PARKROYAL Hotel

Hotel Emit Shibuya

Ai Hotel Keikyu Kamata

Hotel Emit Shibuya – Vacation STAY 40894v

Shibuya Tobu Hotel

The Millennials Shibuya

Shibuya Creston Hotel

Hotel Wing International Premium Shibuya

sequence MIYASHITA PARK / SHIBUYA

Hotel Owl Tokyo Shinbashi

bnb+ Kanda Terrace Ogawamachi

 

 Migliori Hotel a Ikebukuro

 Henn na Hotel Tokyo Asakusabashi

ID STAY Ikebukuro 

Sunshine City Prince Hotel Ikebukuro

Hotel Wing International Ikebukuro

Tokyu Stay Ikebukuro

Restay Frontier (Adult Only)

Hotel VARKIN Ikebukuro

Hotel Wing International Select Ikebukuro

APA Hotel Ikebukuro Eki Kitaguchi

HOTEL MYSTAYS Higashi Ikebukuro

Hotel Metropolitan Tokyo Ikebukuro

 

Top hotel Ueno per qualità prezzo

Tabata Oji Hotel

GUEST HOUSE SaKURa

Time Sharing Stay Asakusa

Tabist ヒロマスホテル 上野

unito CHIYODA

Migliori hotel a Yokohama

PROSTYLE Ryokan Yokohama Bashamichi

Sotetsu Fresa Inn Yokohama Higashiguchi

APA Hotel & Resort Yokohama Bay Tower

Hotel Resol Yokohama Sakuragicho

Hotel Edit Yokohama

Chisun Hotel Yokohama Isezakicho

Hotel New Grand

InterContinental Yokohama Grand IHG Hotel

Richmond Hotel Yokohama-Bashamichi

Oakwood Suites Yokohama

 

Dove dormire a Kyoto? Top hotel di Kyoto

Laon Inn Gion Nawate

FUGASTAY Shijo Omiya

Hotel Excellence Enmachi Ekimae

Rest inn Kyoto

M’s Hotel Sanjo Omiya

Kyonoyado Kiyomizu Gojo Kuretakeso

Hotel Alfa Kyoto

Kamoya Ryokan

Stay SAKURA Kyoto TSUBAKI

Hanakiya

HOTEL THE POINT Kiyomizu Gojo

Sotetsu Fresa Inn Kyoto-Kiyomizu Gojo

Rinn Kiyomizu Gojo

Hotel IL Verde Kyoto

hotel MONday KYOTO MARUTAMACHI

Kyoto Crystal Hotel Ⅲ

The OneFive Kyoto Shijo

Hotel M’s Plus Shijo Omiya

Hotel M’s Est Nanajo

KYOSTAY Iroha Toji Main

Yukari Kyoto

FUUTEI Japanese-style lodge

Randor Residential Hotel Kyoto Suites

Rinn Horikawa Gojo

COCORO HOTEL

Kyomachirikyu Higashihonganji

Hilton Garden Inn Kyoto Shijo Karasuma

Hyatt Regency Kyoto

PARK HYATT KYOTO

Hyatt Place Kyoto

Villa Front Kyoto Seimei

Enzo Kyoto Gojo

Randor Residential Hotel Kyoto Suites

Daiwa Roynet Hotel Kyoto Grande – former Daiwa Royal Hotel Grande Kyoto

Hotel Alza Kyoto

MUNI KYOTO

Kyoto Shijo Takakura Hotel Grandereverie

Kyomachiya Suite Rikyu

Nagi Kyoto Shijo

THE THOUSAND KYOTO

 

Top Ryokan a Kyoto

京都駅前ひふみ旅館HifumiRyokan Kyoto station)

Ryokan Ryokufuso

Kyoto Machiya Ryokan Cinq

Gion Ryokan Q-beh

Kyomachiya Ryokan Sakura Urushitei

 

Migliori Ryokan a Tokyo

Japanese traditional house.Ryokan in asakusa with 2bedrooms

Ryokan ASAKUSA-chaka-

Onsen Ryokan Yuen Bettei Tokyo Daita

Sakura Ryokan Asakusa Iriya

PROSTYLE RYOKAN TOKYO ASAKUSA

 

Top Ryokan a Yokohama

PROSTYLE Ryokan Yokohama Bashamichi

Fonte: newworldencyclopedia.org

Altro, in questo blog di viaggio:

 

Perché Tokyo è diventata la capitale del Giappone?

 

Le basi della mitologia in Giappone: cultura spirituale e miti nella storia giapponese

 

Minazuki: il mese di giugno in Giappone fra usi e costumi

 

Perfect Days: i bagni pubblici di Shibuya location nel film di Wenders

 

Differenze tra templi e santuari in Giappone

 

Quali sono i migliori whisky giapponesi?

 

Come distinguere giapponesi coreani e cinesi?

 

I torii più iconici del Giappone

 

5 Fatti sul Giappone da sapere prima di un viaggio

 

Perché i giapponesi fanno una fila così ordinata?

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

Pocket Wi-Fi Giappone: come funziona? Ecco perché scegliere Sakura Mobile

 

Perché i tatuaggi sono proibiti negli onsen del Giappone?

 

Blog Giappone

 

Miglior blog di viaggio

 

Il Mio Viaggio In Giappone

 

Assicurazione viaggio Giappone

 

pocket wifi Giappone come funziona

 

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!