Tempo di lettura: 4 minuti

Perché si dice kanpai in Giappone.

Perché in Giappone si dice “Kanpai” quando si fa un brindisi?

In Giappone, se qualcuno ti invita a brindare, sentirai dire la parola Kanpai (乾杯).

Ma perché si usa proprio questa espressione?

In questo articolo vi raccontiamo come è nata l’usanza del brindisi e racconteremo un divertente aneddoto sul Giappone!

Gli stessi giapponesi spesso ignorano da dove arrivi quest’usanza che affonda le radici in un tempo lontano.

 

mani che reggono un bicchiere di birra in un brindisi

Perché si dice kanpai in Giappone? Da dove viene l’usanza del brindisi?

In Giappone, l’usanza del brindisi deriva dalla religione.

Infatti, durante la cerimonia religiosa dei defunti, si era soliti bere l’alcol per onorarli.

Durante il Medioevo l’umanità credeva ci fosse un demone nell’alcol.

Quindi per non farsi possedere da questo demone, le persone iniziarono a scontrare un bicchiere contro l’altro.

La credenza era che il tintinnio e il fragore dello scontro dei bicchieri, servisse a spaventare gli spiriti.

Un’altra motivazione – più pratica – era assicurarsi che nel bicchiere non ci fosse veleno.

Infatti nell’Europa antica, spesso per uccidere qualcuno si usava del veleno messo messo nel bicchiere.

Quindi, sbattendo forte i bicchieri l’uno contro l’altro, si cercava di rovesciare (e mischiare) il contenuto del proprio bicchiere, negli altri.

Prima di bere dal proprio bicchiere, si osservava se tutte le persone stessero bevendo dai propri.

Ovviamente, se tutti bevevano senza problemi, voleva dire che nessuno aveva in mente di avvelenare l’altro!

 

 

due mani reggono due calici di champagne

 

Quando è nato il brindisi in Giappone?

In Giappone si iniziò a brindare alla fine del periodo Edo.

Nell’anno 1854 il Giappone e l’Inghilterra siglarono un trattato di amicizia.

 

brindisi con bicchieri di birra

Come nasce l’espressione Kanpai?

In occasione della negoziazione del trattato, James Bruce, VIII conte di Elgin arrivò in Giappone dalla Gran Bretagna per incontrare il diplomatico Kiyonao Inoue.

Durante le celebrazioni, il Conte di Elgin chiese al diplomatico giapponese Kiyonao Inoue la possibilità di fare un brindisi come nel suo paese.

 

conte di elgin in posa nel suo studio Perché si dice kanpai in Giappone
James Bruce, VIII Conte di Elgin

Allora Kiyonao Inoue, seguendo l’invito del partner britannico, si alzò in piedi levando il bicchiere e urlando “kanpai“.

Ai britannici piacque molto e per questo l’espressione kanpai si diffuse rapidamente in tutto il paese.

L’espressione kanpai è fatta da due caratteri cinesi che significano: ”乾”, “bicchiere vuoto”; ”杯”, “ciotola con alcol”.

Assieme, i due caratteri significano “Svuota il bicchiere che stai bevendo”.

Insomma, sono passati ben 167 anni da quando è stata inventata l’espressione “Kanpai”!

 

 

Perché si dice kanpai in Giappone Kiyonao Inoue in bianco e nero
Kiyonao Inoue

Perché si dice kanpai in Giappone e come mai brindare con l’acqua porta sfortuna?

In molti sanno che i brindisi con l’acqua, portino sfortuna, ma non sanno perché.

In Giappone in particolare, è meglio non farlo!

Questo perché generalmente i giapponesi tentano di far bere acqua ai morti per evitar loro la sete una volta arrivati in paradiso.

Insomma, per i giapponesi brindare con l’acqua si lega all’estremo saluto ai defunti.

Quindi se sei con giapponesi ad una cena o un evento e non vuoi bere alcol, bevi qualsiasi altra cosa che non sia solo acqua!

 

Perché si dice kanpai in Giappone gruppo di giapponesi che brindano con bicchieri di birra

Il brindisi in Giappone ad un evento di lavoro

Se ti trovi ad un evento di lavoro, ricorda che solitamente le persone che iniziano un brindisi sono o il capo dell’azienda o la terza carica più elevata.

Infine, soprattutto per gli italiani, ricordiamo di non usare mai il nostro “Cin Cin”, mentre si brinda.

In Giappone quest’espressione significa ben altro, ovvero, è l’esatto modo in cui i giapponesi chiamano volgarmente il pene! Quindi fate attenzione!

Se quello che avete letto, vi è piaciuto, seguiteci sulla nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio in Giappone”!

Ci trovate anche su Instagram sul nostro canale Traveltherapists!

 

 

Marzia Parmigiani

 

Altro, in questo blog di viaggio:

 

Perché le giapponesi si coprono la bocca quando ridono?

 

Com’è la vita delle lesbiche in Giappone? Chiarimenti e 7 locali di Tokyo per donne

 

Olimpiadi di Tokyo: giapponesi, tedeschi e britannici contro lo svolgimento dei Giochi

 

Demon Slayer: guida alle location di Kimetsu no Yaiba in Giappone

 

 

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *