Perché Tokyo è diventata la capitale del Giappone?

Tempo di lettura: 9 minuti

Perché Tokyo è capitale Giappone.

Perché Tokyo è diventata la capitale del Giappone?

Tokyo, la vivace metropoli giapponese, è una delle città più suggestive e influenti al mondo. È il cuore politico, economico e culturale del paese. Tuttavia, il viaggio di Tokyo per diventare la capitale del Giappone è una storia radicata in eventi storici, decisioni strategiche e cambiamenti socio-politici. Questo articolo esplora le ragioni principali dietro l’ascesa di Tokyo come capitale del Giappone.

Prima di continuare, per essere sempre informati sugli aggiornamenti in merito a curiosità sul Giappone, cultura giapponese, migliori hotel di Tokyo dove dormire a Tokyo e consigli sull’organizzazione dei viaggi in Giappone, suggeriamo di visitare e seguire la nostra pagina Facebook dedicata “Il Mio Viaggio In Giappone”.

A proposito se stai organizzando il tuo viaggio in Giappone (o in qualsiasi altro paese del mondo) e desideri avere un codice sconto assicurazione di viaggio, ti consigliamo Heymondo che ti regala il 10% di riduzione sul prezzo, solo per essere lettore di Traveltherapists!

Inizia il tuo viaggio nella lingua e nella cultura giapponese oggi stesso con il CODICE SCONTO DEDICATO.

Scopri la magia del Giappone dal comfort di casa tua con il miglior corso di giapponese totalmente online sul sito https://www.giapponeseonline.com/

⚠️IL NOSTRO CODICE: ILMIOVIAGGIO-TUONOME⚠️

tokyo panorama sky tree e monte fuji il mio viaggio in giappone traveltherapists

Veduta di Tokyo

Contesto storico

Prima di Tokyo, Kyoto è stata la capitale imperiale del Giappone per oltre mille anni. Kyoto, nota per i suoi splendidi templi, santuari e giardini, era il centro della cultura e della politica giapponese. Tuttavia, tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, il Giappone ha subito un significativo sconvolgimento politico, che ha portato all’eventuale fondazione di una nuova capitale.

marzia parmigiani il mio viaggio in giappone traveltherapists fushimi inari taisha kyoto

Marzia al Fushimi Inari Taisha di Kyoto

Perché Tokyo è capitale Giappone: l’ascesa dello shogunato Tokugawa

La figura chiave di questa trasformazione fu Tokugawa Ieyasu, un potente daimyo (signore feudale) che emerse vittorioso nella battaglia di Sekigahara nel 1600. Questa battaglia segnò l’inizio dello shogunato Tokugawa, un governo militare che avrebbe governato il Giappone per oltre 250 anni. Ieyasu stabilì la sua base a Edo, un piccolo villaggio di pescatori nella regione di Kanto, che aveva trasformato in una città fortificata. La posizione strategica di Edo, oggi Tokyo, giocò un ruolo cruciale nella sua scelta. Situata nella parte orientale del Giappone, Edo era geograficamente ben posizionata per controllare il paese e gestire i conflitti interni.

Tokugawa_Ieyasu il mio viaggio in giappone traveltherapists

Tokugawa Ieyasu: fonte – Wikimedia Commons

Edo: capitale de facto

Sebbene Kyoto rimanesse la capitale ufficiale e la sede dell’imperatore, Edo divenne di fatto il centro del potere politico. Le funzioni amministrative dello shogunato erano concentrate a Edo, che si trasformò rapidamente in un vivace centro urbano. All’inizio del XVIII secolo, Edo era una delle città più grandi del mondo, con una popolazione che superava il milione. La crescita di Edo fu alimentata dalla sua posizione strategica, che facilitò il commercio e la comunicazione. L’infrastruttura della città si espanse, con lo sviluppo di strade, corsi d’acqua e ponti, migliorando la sua connettività con altre parti del Giappone. Questo sviluppo infrastrutturale fu determinante nel consolidare lo status di Edo come cuore politico ed economico del paese.

mappa di edo il mio viaggio in giappone traveltherapists

Mappa di Edo – Wikimedia Commons

Perché Tokyo è capitale Giappone: la Restaurazione Meiji e il passaggio a Tokyo

Il potere dello shogunato Tokugawa iniziò a scemare a metà del XIX secolo, culminando nella Restaurazione Meiji del 1868. Questo evento cruciale segnò la fine del dominio feudale e il ripristino del potere imperiale sotto l’imperatore Meiji. Una delle prime decisioni importanti del nuovo governo fu quella di spostare la capitale da Kyoto a Edo. Ci furono diverse ragioni per questo monumentale cambiamento.

Innanzitutto, il nuovo governo cercò di staccarsi dal vecchio ordine feudale e stabilire uno stato moderno e centralizzato. Spostare la capitale a Edo simboleggiava un nuovo inizio e una rottura con il passato. In secondo luogo, Edo, con la sua infrastruttura sviluppata e la posizione strategica, era più adatta a supportare gli sforzi di modernizzazione che il governo Meiji intendeva attuare. Rinominare Edo in Tokyo, che significa “Capitale orientale”, sottolineava l’intenzione di creare una nuova era di progresso e modernizzazione.

elina ad asakusa al tramonto il mio viaggio in giappone traveltherapists

Elina ad Asakusa al tramonto

Perché Tokyo è capitale Giappone: modernizzazione e influenza globale

Tokyo subì una rapida modernizzazione, abbracciando tecnologie e pratiche industriali occidentali. L’istituzione di ferrovie, linee telegrafiche e moderne istituzioni educative trasformò la città in un centro di innovazione e progresso. La popolazione continuò a crescere, attraendo persone da tutto il Giappone e oltre. Tokyo divenne l’epicentro di decisioni politiche, attività economiche e sviluppi culturali. La sua ascesa fu ulteriormente consolidata da eventi come la costruzione del Palazzo imperiale di Tokyo e la creazione di istituzioni governative chiave. Nel XX secolo, l’influenza globale di Tokyo si espanse. Il ruolo della città come capitale del Giappone la rese un punto focale per la diplomazia, il commercio e la cultura internazionali. L’organizzazione delle Olimpiadi estive del 1964 ha messo in mostra la ripresa e la modernizzazione di Tokyo dopo la seconda guerra mondiale, rafforzando ulteriormente il suo status sulla scena globale.

Elina a Tokyo con lo scenario della Tokyo Sky Tree

La storia dettagliata di Tokyo capitale Giappone

La storia di Tokyo abbraccia oltre 400 anni. Originariamente nota come Edo, la città iniziò a prosperare quando Tokugawa Ieyasu vi fondò lo shogunato Tokugawa nel 1603. In quanto centro politico e culturale del Giappone, la popolazione di Edo superò il milione a metà del XVIII secolo. Durante questo periodo, l’imperatore risiedeva a Kyoto, la capitale formale della nazione. Il periodo Edo durò quasi 260 anni fino alla Restaurazione Meiji nel 1868, che segnò la fine dello shogunato Tokugawa e il ripristino del dominio imperiale. L’imperatore si trasferì a Edo, ribattezzandola Tokyo, e così Tokyo divenne la capitale del Giappone.

Nell’era Meiji (1868-1912), il Giappone adottò rapidamente la civiltà occidentale. Edifici in pietra e mattoni sostituirono le dimore dei signori feudali e le strade principali furono asfaltate. La prima linea di telecomunicazioni giapponese fu istituita tra Tokyo e Yokohama nel 1869 e la prima locomotiva a vapore partì da Shimbashi per Yokohama nel 1872. Le acconciature occidentali sostituirono i tradizionali ciuffi e cappelli a bombetta, colli alti e gonne a balze divennero di moda. Il primo giardino zoologico giapponese aprì a Ueno nel 1882. Nel 1885 fu introdotto il sistema di governo a gabinetto, con Ito Hirobumi che divenne il primo primo ministro del Giappone. La Costituzione dell’Impero del Giappone fu promulgata nel 1889, stabilendo un moderno sistema politico.

ITŌ_Hirobumi il mio viaggio in giappone traveltherapists

Ito Hirobumi – Fonte: Wikimedia Commons

Perché Tokyo è capitale Giappone: era Taisho

Durante l’era Taisho (1912-1926), l’occupazione urbana aumentò e più cittadini adottarono stili di vita consumistici. Gli standard educativi aumentarono e più ragazze frequentarono l’istruzione superiore. Le arti dello spettacolo, tra cui teatro e opera, prosperarono.

Nel settembre 1923, il grande terremoto del Kanto devastò Tokyo. Gli incendi causati dal terremoto rasero al suolo il centro della città, causando oltre 140.000 morti o dispersi e distruggendo 300.000 case. Fu formulato un piano di ricostruzione, ma solo una piccola parte fu implementata a causa di vincoli di bilancio.

L’era Showa (1926-1989) iniziò in un clima cupo dopo il terremoto. Tuttavia, la prima linea della metropolitana giapponese fu aperta tra Asakusa e Ueno nel 1927 e il suffragio universale maschile fu promulgato per le 16ª elezioni generali del 1928. L’aeroporto di Tokyo fu completato ad Haneda nel 1931 e il porto di Tokyo fu aperto nel 1941. Nel 1935, la popolazione di Tokyo era cresciuta fino a 6,36 milioni, paragonabile a New York e Londra.

La guerra del Pacifico, iniziata nel 1941, ebbe un impatto significativo su Tokyo. Il sistema amministrativo duale di Tokyo-fu (prefettura) e Tokyo-shi (città) fu unito nella metropoli di Tokyo nel 1943 per l’efficienza bellica, stabilendo un sistema amministrativo metropolitano con un governatore nominato. Tokyo fu bombardata 102 volte durante la guerra, con il raid più devastante il 10 marzo 1945, che causò ingenti perdite di vite umane e distruzione. La guerra terminò il 2 settembre 1945, con la resa del Giappone. Nell’ottobre 1945, la popolazione di Tokyo era scesa a 3,49 milioni, metà del livello del 1940.

1923_Grande terremoto_Kantō_il mio viaggio in giappone traveltherapists

Grande terremoto del Kanto – Wikimedia Commons

Il viaggio di Tokyo: dalla ripresa postbellica alla prosperità moderna

Nel maggio 1947, la nuova Costituzione del Giappone e la legge sull’autonomia locale entrarono in vigore e Seiichiro Yasui fu eletto primo governatore di Tokyo con voto popolare. Quell’agosto, l’attuale sistema di 23 circoscrizioni speciali fu introdotto nella metropoli di Tokyo.

Gli anni ’50 segnarono un periodo di graduale ripresa nazionale. La trasmissione televisiva iniziò nel 1953 e il Giappone entrò a far parte delle Nazioni Unite nel 1956. La ripresa economica fu particolarmente stimolata dal boom degli appalti speciali innescato dalla guerra di Corea nel 1950. Ciò portò il Giappone a entrare in un periodo di rapida crescita economica negli anni ’60. Le innovazioni tecnologiche e l’introduzione di nuove industrie portarono alla produzione di massa di fibre sintetiche ed elettrodomestici come televisori, frigoriferi e lavatrici. Di conseguenza, la vita quotidiana dei residenti di Tokyo subì cambiamenti significativi. La popolazione di Tokyo superò i 10 milioni nel 1962. Le Olimpiadi di Tokyo del 1964, l’inizio della linea Shinkansen (“Treno proiettile”) e l’apertura della Metropolitan Expressway gettarono le basi per l’attuale prosperità di Tokyo.

Perché Tokyo è capitale Giappone: anni Settanta e Ottanta

Gli anni ’70 rivelarono le tensioni della rapida crescita economica, con problemi ambientali come l’inquinamento dell’aria e dei fiumi e alti livelli di rumore che divennero prevalenti. La crisi petrolifera del 1973 pose fine agli anni di rapida crescita economica.

Negli anni ’80, Tokyo sperimentò una significativa crescita economica grazie all’aumento delle attività economiche globali e all’ascesa della società dell’informazione. Tokyo divenne una delle città più dinamiche del mondo, nota per la sua tecnologia all’avanguardia, l’informazione, la cultura, la moda e l’elevata sicurezza pubblica. Dal 1986, i prezzi dei terreni e delle azioni salirono alle stelle in quella che divenne nota come “bolla economica del Giappone“.

Sebbene il Giappone godesse di una crescita significativa durante la bolla economica, il suo scoppio nei primi anni ’90 portò a una prolungata crisi economica e a un calo delle entrate fiscali, con conseguente crisi finanziaria per Tokyo. La città è riuscita a superare questo problema attraverso due successivi programmi di ricostruzione fiscale. Gli afflussi di popolazione a Tokyo sono ripresi e nel 1997 l’immigrazione ha superato l’emigrazione per la prima volta in 12 anni. La popolazione di Tokyo ha raggiunto i 12 milioni nel 2001 e ha superato i 13 milioni nel 2010.

copertina bolla economica giappone traveltherapists

Perché Tokyo è capitale Giappone: l’ultimo decennio

A marzo 2011, il grande terremoto del Giappone orientale ha colpito la regione di Tohoku, colpendo in modo significativo anche Tokyo. Traendo spunto da questo disastro, Tokyo si è concentrata sul rafforzamento del suo sistema di gestione delle crisi. A settembre 2013, Tokyo è stata scelta per ospitare i Giochi olimpici e paralimpici del 2020. A garanzia che i Giochi del 2020 fossero i migliori di sempre, il governo metropolitano di Tokyo ha implementato iniziative sia tangibili che intangibili, tra cui aggiornamenti delle infrastrutture, misure ambientali e promozione culturale.  Considerando i cambiamenti sociali come l’invecchiamento della popolazione, il governo metropolitano di Tokyo mira a rendere Tokyo la migliore città del mondo bilanciando la prosperità economica con un’elevata qualità della vita, assicurando che tutti possano godersi appieno la vita.

Conclusione

L’ascesa di Tokyo come capitale del Giappone è stata il risultato di decisioni strategiche, eventi storici e vantaggi intrinseci della città. Dai suoi inizi come piccolo villaggio di pescatori al suo attuale status di metropoli globale, il viaggio di Tokyo riflette la più ampia narrazione giapponese di trasformazione e modernizzazione. Come cuore del Giappone, Tokyo continua a svolgere un ruolo fondamentale nel plasmare il futuro del paese, incarnando lo spirito di resilienza, innovazione e progresso.

Se stai cercando un’agenzia viaggi Reggio Emilia, Milano, Parma, Mantova, Roma e nel resto d’Italia, contatta the travel therapist!

firma marzia parmigiani

FOTO: Credit by Depositphotos.com

Altro, in questo blog di viaggio:

 

Storia di Shibuya: dall’antichità al periodo Edo fino alla modernità

 

Iamatologia: lo studio della civiltà e della cultura giapponese

 

Quali sono i migliori whisky giapponesi?

 

Come distinguere giapponesi coreani e cinesi?

 

I torii più iconici del Giappone

 

5 Fatti sul Giappone da sapere prima di un viaggio

 

Perché i giapponesi fanno una fila così ordinata?

 

Top luoghi vicini a Tokyo da visitare in un giorno

 

Pocket Wi-Fi Giappone: come funziona? Ecco perché scegliere Sakura Mobile

 

Perché i tatuaggi sono proibiti negli onsen del Giappone?

 

Blog Giappone

 

Miglior blog di viaggio

 

Il Mio Viaggio In Giappone

 

Assicurazione viaggio Giappone

 

pocket wifi Giappone come funziona

 

Diffondi il verbo!
error: Hai copiato finora senza chiedere il permesso? Ora basta!