Tempo di lettura: 7 minuti
Regole alimentari giapponesi per dimagrire.

Stile di vita in Giappone: 4 regole alimentari consigliate dai giapponesi per dimagrire

Chiunque abbia avuto la possibilità di passare un periodo medio-lungo di tempo in Giappone, si sarà reso conto del fatto che l’abitudine di frequentare palestre non sembra essere diffusa come in Occidente.
La cosa mi ha piuttosto incuriosito.
Nella mia vita ho sempre lottato con la bilancia, ho fatto tante diete, palestra, privazioni varie.
Nonostante non possa definirmi grassa, sono consapevole di dare una percezione esteriore di me, diversa da quella che è la mia alimentazione.
Insomma, sembra che mi conceda di tutto!
E’ vero, a me piace mangiare e assaggiare le varie cucine del mondo, ma senza eccessi.
Ho sempre pensato che ci fosse un modo alternativo, la possibilità di impostare uno stile alimentare equilibrato e coerente, che permettesse a chiunque di vivere appieno anche i sapori della tavola.
Ero curiosa del fatto che i giapponesi mangino tanto riso senza ingrassare, o che la loro pelle sia sempre magnifica e luminosa.
Soprattutto, mi ha sempre affascinato il fatto che i giapponesi siano generalmente molto longilinei.
Ma come ci riescono?
marzia a tokyo con amiche giapponesi
Marzia con amiche giapponesi a Tokyo

Regole alimentari giapponesi per dimagrire: prendere il buono dalla cultura giapponese

Nella mia esperienza in terra nipponica ho scoperto con piacere, che esiste in effetti la possibilità di adottare uno stile alimentare e di vita equilibrato e senza troppe rinunce, adatto praticamente a chiunque.
La cosa strana, è che l’ho scoperto casualmente. Infatti, frequentando i giapponesi ho capito una cosa: la loro filosofia della salute, si basa più sulla prevenzione che sul concetto di rimedio successivo.
Infatti, in primis e è la loro routine alimentare ad essere salutare.
In sintesi, in Giappone è più diffuso un comportamento alimentare equilibrato, abbinato ad una buona attività fisica (come camminare molto ogni giorno). Ciò, invece di mangiare – ogni tanto o spesso – cibo dannoso e cercare di compensare successivamente le calorie ingerite con allenamenti estenuanti.
Regole alimentari giapponesi per dimagrire
Camminare fa bene, i giapponesi fanno lunghe passeggiate quotidiane
Passando un po’ di tempo con i giapponesi, ho fatto mie alcune regole alimentari che devo dire sono davvero valide.
Il bello di questi trucchi alimentari è che sono piuttosto semplici da introdurre nella propria vita, ovunque viviate.
Infatti, senza accorgermene, mi sono ritrovata a perdere circa 1.5 kg al mese.
Anche ora che mi trovo in Italia, sto mantenendo queste regole alimentari giapponesi perché mi fanno sentire davvero meglio.
Penso che sia utile conoscerle anche per le persone che hanno ridotta mobilità e non possono allenarsi con fatica, perché ne trarranno sicuramente giovamento.
Ecco a voi le regole alimentari giapponesi per dimagrire!

Prima di tutto, se volete conoscere ogni aggiornamento, curiosità, posti da visitare, cultura e consigli sull’organizzazione dei viaggi relativa al Giappone, seguiteci sulla nostra pagina dedicata “Il Mio Viaggio In Giappone”.

 

masako Mizutani con in mano una ciotola di cibo giapponese traveltherapists Regole alimentari giapponesi per dimagrire
Masako Mizutani una nota influencer giapponese stile healthy

1) Regole alimentari giapponesi per dimagrire: sostituire la pasta con gli shirataki di konjac

Questo è un trucco davvero valido per gli amanti della pasta che però vogliono ridurre l’apporto di zuccheri e calorie.
Il konjac (Amorphophallus konjac) ha pochissime calorie, non contiene glutine e costa pochissimo.
In Occidente è poco popolare, ma in Oriente la farina di konjac si usa da millenni.
Non ha sapore ed è solo leggermente salata, quindi si può abbinare davvero a tutto! Insomma, un ottimo sostituto sia della pasta che del riso.
Il konjac esiste anche in formato riso ed è composto dal 97% di acqua e dal 3% di fibre.
Questo riduce notevolmente il consumo di carboidrati che nel mio caso, sono un problema.
Gli Shirataki sono un’ottima alternativa, dato hanno pochi carboidrati e sono ricchi di fibra di glucomannano. Quest’ultimo è un toccasana per le persone che soffrono di colesterolo alto o che hanno il diabete.
Infatti, in Occidente troverete diversi integratori per la perdita di peso e per la gestione del colesterolo a base di Konjac.
Questo perché si tratta di una pianta con fibre idrosolubili coadiuvanti nella riduzione dei livelli di zucchero.
In più, il Konjac si espande nello stomaco, favorendo un maggior senso di sazietà perché riduce la velocità di svuotamento del sistema digestivo, un po’ come succede mangiando le verdure.
shirataki il mio viaggio in giappone traveltherapists blog giappone elina e marzia blogger Regole alimentari giapponesi per dimagrire miglior blog di viaggio nomadi digitali psicologia del viaggio travel therapy
Shirataki con gamberi e verdure

2) Regole alimentari giapponesi per dimagrire: mangiare prima le verdure

Tradizionalmente, in Giappone, i pasti hanno un sano equilibrio fra cereali, proteine e verdure, ma spesso i giapponesi iniziano il loro pasto, mangiando verdure (molti tsukemono), prima dei cibi a base di proteine e cereali.
Se avete mai fatto una dieta, saprete che mangiare prima le verdure fa sentire più sazi e spinge a introdurre meno cibo, oltre che a controllare meglio le porzioni.
Inoltre, le verdure hanno diverse fibre, in grado di aiutare la digestione.
Ma questo non è il motivo principale della sana abitudine giapponese di mangiare prima le verdure, bensì per la correlazione fra insulina e perdita di peso.
Infatti, mangiare le verdure a stomaco vuoto, impedisce al livello degli zuccheri di aumentare e, di conseguenza, di evitare che l’insulina sia rilasciata in grandi quantità.
Insomma, secondo i giapponesi, mangiare verdure prima di altri cibi, aiuterebbe a creare le premesse per un metabolismo più resistente ai possibili aumenti di peso.
Questo perché lo zucchero introdotto con il cibo, fa aumentare i livelli di questo nel sangue.
Gli zuccheri sono convertiti in energia utile per svolgere la nostra vita e le attività nel quotidiano.
Tuttavia, se gli zuccheri introdotti sono troppi, creano un rilascio massivo di insulina da parte del pancreas, atta ad abbassare il livello di zuccheri nel sangue.
Lo zucchero non trasformato in energia, viene perciò trasformato in grasso per essere immagazzinato come scorta nell’organismo.
Quindi, se siamo a stomaco vuoto e mangiamo snack, dolci, pasta o pane che aumentano troppo rapidamente il livello di zuccheri nel sangue, la troppa insulina rilasciata porterà il corpo ad accumulare facilmente più grasso.
Insomma, nonostante le differenze individuali nell’ingrassare o dimagrire, secondo i giapponesi sono le nostre abitudini e regole alimentari a determinare la nostra forma corporea.
ciotole colorate di sottaceti tsukemono il mio viaggio in giappone traveltherapists miglior blog di viaggio-
Tsukemono – sottaceti giapponesi

3) Regole alimentari giapponesi per dimagrire: masticare bene il cibo

Masticare bene e mangiare lentamente, aiutano a far percepire al cervello la sensazione di sazietà, grazie al rilascio di istamina sui nuclei ipotalamici.
Infatti, se mangiamo senza masticare correttamente succederanno due cose: avrete difficoltà di digestione e la saliva non avrà scomposto correttamente il cibo.
Considerate che la saliva contiene sia l’amilasi che la lipasi: queste, non solo aiutano a scomporre il cibo, ma hanno un effetto antibatterico.
Mangiare velocemente o ancor peggio, abbuffarsi, non consente alla nostra bocca di fare il suo lavoro, estremamente utile e potente.
Un trucco è provare a masticare 30 volte ogni boccone di cibo, masticando sia sulla parte destra che sinistra della bocca.
Forse non lo sapete, ma tutti noi abbiamo un lato preferito di masticazione.
A livello anatomico, però, questo crea uno squilibrio, per cui è bene provare ad alternare.
Insomma, tendenzialmente in Giappone si pensa che esistano due tipologie di persone: quelle che hanno un corpo sano che perde peso e quelle che hanno un corpo squilibrato, maggiormente resistente alla perdita di peso.
Quindi per perdere peso, è essenziale costruire le premesse di un corpo che sia in grado di perdere peso.
marzia cibo giapponese il mio viaggio in giappone traveltherapists blog giappone elina e marzia blogger miglior blog di viaggio nomadi digitali psicologia del viaggio travel therapy

4) Regole alimentari giapponesi per dimagrire: fare un bagno a metà corpo a giorni alternati

In Giappone si ama molto il concetto di vasca da bagno, più che di doccia.
Per accelerare il metabolismo, i giapponesi consigliano di immergersi a giorni alterni fino alla vita, ad una temperatura di 39-42 gradi per 20/30 minuti e non di più.
Le vasche da bagno giapponesi agevolano l’impostazione della corretta temperatura, perché solitamente hanno un termometro interno.
Perché fare questo tipo di bagno aiuta a dimagrire?
La temperatura calda dell’acqua aumenta quella del corpo, accelerando il processo di combustione delle calorie.
Ovviamente non si bruciano tante calorie con questo tipo di bagno, ma assieme alle altre regole alimentari sopra-indicate, questa buona pratica aiuterà a velocizzare il metabolismo, a migliorare la pelle, a disintossicare e a eliminare il gonfiore.
Ricordate sempre di bere tanta acqua, per mantenervi idratati.
vasca da bagno shirataki il mio viaggio in giappone traveltherapists Regole alimentari giapponesi per dimagrire blog giappone elina e marzia blogger miglior blog di viaggio nomadi digitali psicologia del viaggio travel therapy

La costruzione di un corpo che può perdere peso

Concludiamo dicendo che in Giappone, esistono una serie di sane abitudini che fanno parte del tessuto culturale dalle quali dovremmo prendere spunto e speriamo di avervi dato qualche idea in più con questo articolo.
Mantenersi attivi, camminare spesso e mangiare in modo equilibrato, sono una buona base di partenza nella costruzione di un corpo che può perdere peso.
Con queste strategie, non vedrete risultati drastici, ma il vostro corpo progressivamente migliorerà e avrete benefici.
Troppo spesso, invece, siamo abituati a concederci eccessi per poi pagare il prezzo di privazione o di allenamenti massacranti per compensare.
Proviamo a prendere il buono anche da mondi molto lontani dal nostro!

VOGLIA DI GIAPPONE?

PERCHE’ NON PROVARE LA NOSTRA MYSTERY BOX DE “IL MIO VIAGGIO IN GIAPPONE”? DIRETTAMENTE DA TOKYO HARAJUKU A CASA VOSTRA, GRAZIE AL LAVORO SINERGICO CON I NOSTRI COLLABORATORI GIAPPONESI!

Si tratta di una box piena di cibi dolci e salati e articoli direttamente dal Giappone a casa vostra in meno di una settimana con spedizione gratis!

Se volete dare un’occhiata, CLICCATE QUI!

 

miglior box di prodotti giapponesi prodotti dal Giappone mistery box il mio viaggio in giappone traveltherapists

A proposito, volete ricevere a casa dei veri gashapon dal Giappone?

 

Perché non provate la GASHAPON BOX de “Il Mio Viaggio In Giappone”? Direttamente da Nakano, quartiere Otaku di Tokyo, riceverete una box con 6 gashapon in meno di una settimana e con spedizione gratis.

Volete saperne di più? CLICCATE QUI!

Volete soltanto snack dolci e salati, magari a un prezzo inferiore? Provate la nostra SNACK BOX DEGUSTAZIONE CON DAGASHI DOLCI E SALATI!

Se invece non siete attratti dal cibo, ma siete veri otaku, abbiamo il prodotto che fa per voi! Provate la nostra box TESORI DAL GIAPPONE PER VERI OTAKU!

 

 

 

 

Marzia Parmigiani

Bibliografia: Takamiya., S.; (2018) “The Ikigai Diet: The Secret Japanese Diet to Health and Longevity” – Zen Quest
Altro, in questo blog di viaggio:
Cosa si mangia in Giappone a colazione?
Cosa sono i Sentō? Guida all’utilizzo dei bagni pubblici giapponesi
Cibi giapponesi strani e salutari
Vuoi stare meglio? Ecco 12 cose da evitare per migliorare il benessere
Perché le donne giapponesi sembrano più giovani?
10 cibi assurdi giapponesi che devi conoscere
Diffondi il verbo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *